[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] Siria: Sos Mediterraneo, trasbordo armi chimiche e' operazione militare non di pace



Reggio Calabria, 25 giu. (Adnkronos) - ''Questa è un'operazione che passa come di pace ma in realtà è militare''. Pino Romeo è uno dei componenti del Comitato Sos Mediterraneo, contrario al trasbordo delle armi chimiche siriane al porto di Gioia Tauro, atteso per la prossima settimana. Il comitato ha stretto un gemellaggio con un omologo comitato in Grecia. Anche lì passerà la nave Cape Ray e ''si sono attivati sull'Isola di Creta coinvolgendo diecimila cittadini. Il passaggio -dice Romeo all'Adnkronos- è previsto in un periodo in cui ci sono navi da crociera e imbarcazioni turistiche con tutte le conseguenze del caso''. Il comitato lamenta la carenza di informazioni su quanto avverrà. ''Dobbiamo sottolineare che in quei container ci sono armi pronte all'uso, non precursori, ma comunque nessuno sa cosa veramente si troverà lì dentro, tutto è coperto dal segreto militare''. Quanto al rischio per la popolazione, Romeo fa notare che !a pochi giorni dall'inizio delle operazioni, i cittadini non sanno nulla. Ci saranno zone di interdizione nel centro abitato di San Ferdinando e un piano di evacuazione che però è praticamente nullo perché la popolazione non lo conosce. Hanno diffuso soltanto un volantino turistico che dice quanto è lunga la nave Cape Ray e ripete frasi da una parte all'altra, mi dà l'impressione che sia stato fatto per far chiudere il testo nella brochure e che non sapevano cos'altro scrivere''. Il comitato è preoccupato anche per il futuro. ''Quanto sta accadendo la dice lunga sulla debolezza dell'Italia in campo internazionale ma soprattutto apre un'autostrada a operazioni simili anche in futuro al porto di Gioia Tauro. Non è un caso che sia stato scelto un porto civile e non un porto militare''.

25 giugno 2014