[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] Negazione dei diritti politici in Ucraina



Ricevo e giro dal CNJ

Jure Ellero

------------


(english / francais / italiano)
*
*
*Negazione dei diritti politici in Ucraina*
*
*
*0) INIZIATIVE*
*1) LINKS E BREVI*
*2) Provocatoria risposta dell'Unione Europea al KKE sulla messa al
bando del Partito Comunista di Ucraina*
*3) Sette quotidiani ed undici riviste sono stati messi al bando dal
regime golpista ucraino / Ukraine has banned 18 newspapers and magazines*
*4) "Fermare i crimini barbari nel Donbass! Giù le mani dal Partito
Comunista di Ucraina!”. Dichiarazione del CC del PCFR, 25/10/2014*
*5) Ukraine : Pas d’échange pour les deux prisonniers communistes (7
novembre 2014)*
*
*


=== 0: INIZIATIVE ===

VENETO

VENERDI' 14 NOVEMBRE ALLE ORE 16 PRESIDIO A VENEZIA IN CAMPO SAN GEREMIA
- sotto la sede RAI di Palazzo LABIA,

SABATO 15 NOVEMBRE, DALLE ORE 10 ALLE ORE 16, PIAZZA FERRETTO A MESTRE
con un Gazebo per diffondere volantini e sensibilizzare l'opinione pubblica.

Queste iniziative sono organizzate da:
PARTITO DEI COMUNISTI ITALIANI - PANDORA TV - RETE DEI COMUNISTI -
COMITATO DOMBASS ANTINAZISTA - ASSOCAZIONE MARX XXI.

---

MILANO

PACE IN UCRAINA E NEL DONBASS - STOP NAZISMO -PRESIDIO

Sabato 6 dicembre 2014
alle ore 14.00 in Piazza Mercanti

MILANO - 6 DICEMBRE 2014: PRESIDIO ORE 14-19 PER IL DONBASS
PRESIDIO ANTIFASCISTA E ANTINAZISTA A MILANO
PER LA SALVEZZA DEL POPOLO DONBASS DALL'AGGRESSIONE DELLA JUNTA
EUROFASCISTA DI KIEV
CONTRO LA PULIZIA ETNICA E L'ODIO ANTIRUSSO FINANZIATI DA STATI UNITI
D'AMERICA E UNIONE EUROPEA, CIA E NATO.
COMITATO UCRAINA ANTIFASCISTA DI MILANO - DONBASS ANTINAZISTA

Stiamo organizzando un presidio a Milano che ponga al centro
dell'attenzione pubblica la vicenda della guerra della Junta Euro
Nazista di Kiev contro il popolo del Donbass, con momenti informativi
che mettano in luce cosa sta realmente accadendo, e con la presenza
delle sole bandiere usate dai partigiani antifascisti della Novorossija,
delle Repubbliche Popolari di Donetsk e di Lugansk, incluse quelle
Russe, dell'Unione Sovietica e quella antifascista di San Giorgio e le
bandiere degli antifascisti ucraini.
Intendiamo anche dare indicazioni per aiutare economicamente chi
giornalmente è bombardato dall'artiglieria ucraina e raccogliere firme
da portare al Consiglio Comunale di Milano chiedendo che vengano inviati
aiuti umanitari ai bambini e alla popolazione civile del Donbass invaso
dall'Esercito Ucraino sponsorizzato dall'Unione Europea dagli Usa, dalla
Nato e dalla Cia.
Vogliamo smascherare la disinformazione sistematica operata dai mezzi
d'informazione che, così come il governo italiano, Renzi e la Mogherini,
appoggiano il sanguinario regime nazional-fascista di Poroshenko,
servitore della Germania, e di Yatseniuk, servitore degli Stati Uniti,
che hanno svenduto l'Ucraina agli Oligarchi corruttori e sfruttatori.
Vogliamo denunciare la presenza di nazisti nel governo di Kiev, e i
crimini contro l'umanità perpetuati nel silenzio e nell'indifferenza
delle cosiddette «democrazie» occidentali.
Vogliamo che si parli delle migliaia di civili assassinati dai
battaglioni euronazisti della Junta, dei profughi fuggiti in Russia dal
Donbass bombardato dall'artiglieria ucraina pagata anche con le tasse
degli italiani, delle fosse comuni di civili dove sono stati rinvenuti i
cadaveri di centinaia di innocenti assassinati dai battaglioni fascisti
di Kiev, della pulizia etnica antirussa, della delirante demonizzazione
del Presidente russo Vladimir Putin, per coprire i crimini di guerra dei
governi occidentali complici delle stragi ad opera dei banderisti in
Ucraina, del massacro.pogrom della Casa dei sindacati di odessa,
dell'aereo malese abbattuto dai caccia ucraini, dell'uso delle bombe al
fosforo da parte dell'aviazione degli ukri, della miseria e crisi
economica portata al popolo ucraino dalla follia fascista del golpe del
Majdan, della persecuzione degli oppositori, degli antifascisti e dei
comunisti da parte degli euronazisti che comandano a Kiev a Kharkov,
Odessa e da per tutto, dell'assurdo embargo contro la Russia che si
ritorce contro le aziende italiane che non possono più lavorare con un
mercato in espansione, della occupazione militare dell'Italia da parte
della Nato e della presenza di quasi cento testate nucleari nel Nord Italia.
CHIUNQUE E' INTERESSATO CI SCRIVA COMUNICANDO I RIFERIMENTI E LA
DISPONIBILITA' A PARTECIPARE AL PRESIDIO E A DIFFONDERE LE INFORMAZIONI
PER SALVARE IL POPOLO DEL DONBASS.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/331534220361177/

--- CRONACHE:

Spanish students eject Ukrainian fascist thugs (By Alfie Cook / WSWS, 18
October 2014)
http://www.wsws.org/en/articles/2014/10/18/spai-o18.html

Agresiones de grupos de extrema derecha que trataron de impedir una
charla antifascista en Alcorcón (19 octubre, 2014)
http://lamanchaobrera.es/agresiones-de-grupos-de-extrema-derecha-que-trataron-de-impedir-una-charla-antifascista-en-alcorcon/

New York protest says, ‘Odessa, Donbass, we are with you’ (By Workers
World staff on November 7, 2014)
http://www.workers.org/articles/2014/11/07/new-york-protest-says-odessa-donbass/
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=IvggR94zqBs

PdCI Ancona: Tenstimonianze dall'Ucraina (24/10/2014)
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=DhpNJ1w4aGo


=== 1: LINKS E BREVI ===

Documentazione fotografica a cura di Veronika Yukhnina con il sostegno
di White-book.info e Rote Hilfe (Germania):
1. le violenze sugli attivisti (PDF 1,1MB)
2. le formazioni neonaziste (PDF 1,1MB)
3. la persecuzione dei giornalisti (PDF 0,7MB)
SCARICA DALLA PAGINA: http://www.cnj.it/documentazione/ucraina.htm

---

Take action: Ukraine anti-fascist activist detained (International
Action Center, Sept. 13, 2014)
http://www.workers.org/articles/2014/09/16/take-action-ukraine-anti-fascist-activist-detained/

Protesters dump Ukrainian deputy in rubbish bin (PHOTO, VIDEO
- September 16, 2014)
http://rt.com/news/188260-ukraine-protesters-deputy-rubbish-bin/

Ucraina, folla getta un membro del Parlamento nell’immondizia (16
Settembre 2014)
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=gNkJaZplQUE

Kiev, i fascisti assaltano il parlamento ed aggrediscono i deputati (16
Settembre 2014)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=5vpaLPzmwxU

 From exile, anti-fascists organize for imprisoned comrades (Greg
Butterfield - Sep 27, 2014)
/Simferopol, Crimea On Sept. 20, the 15th day following a cease-fire
agreement brokered by Russia and the Organization for Security and
Cooperation in Europe, Ukrainian troops loyal to the far-right junta in
Kiev bombed a chemical plant in Donetsk, sending a mushroom-shaped cloud
over the capital city of the Donetsk People’s Republic…/
http://www.workers.org/articles/2014/09/27/exile-anti-fascists-organize-imprisoned-comrades/

Fonte: pagina facebook "Con l'Ucraina antifascista", 27/9/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/700466096701314
/<< Contro la manifestazione per la pace indetta dai comunisti a
Kharkov, il ministero degli interni golpista non ha esitato a inviare
mezzi corazzati./
/Alla Aleksandrovskaja, leader della locale organizzazione del Partito
Comunista d'Ucraina e promotrice della manifestazione, è tra gli arrestati.
La compagna è candidata del PCU alle prossime elezioni parlamentari e
sulla sua pagina FB, il golpista Avakov, fa riferimento proprio
alla candidatura della Aleksandrovskaja alla carica di deputato. Avakov,
che ricordiamo soggiornò in Italia (nel carcere di Frosinone...) ha
commentato che la Aleksandrovskaja è stata tratta in arresto perché nel
corteo si gridava "l'Ucraina non è uno stato".
E' dunque chiarita la natura politica dell'arresto della
Aleksandrovskaja e degli altri compagni.
Di Avakov è utile ricordare che da più parti viene accusato come
mandante del tentato omicidio del sindaco di Kharkov Gennadij Kernes. >>/

Харьков. Ленин пал. Kharkiv. Lenin fell (28/set/2014)
VIDEO 1: http://www.youtube.com/watch?v=U8_780Oak_M
VIDEO 2: http://www.youtube.com/watch?v=VKB2ZoeeUoE

Comunistas arrestados en Kharkov (29/9/2014 - Sub.Castellano)
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=DMo90zQtQhA

Ucraina: a Kharkov è caccia al comunista, abbattuta la statua di Lenin
(Marco Santopadre, 29 Settembre 2014)
http://contropiano.org/internazionale/item/26581-ucraina-a-kharkov-e-caccia-al-comunista-abbattuta-la-statua-di-lenin

Fonte: profilo Facebook "Premio Goebbels per la disinformazione", 9/10/2014
https://www.facebook.com/premiogoebbels/photos/np.99711030.1137191587/1553693021530878/?type=1&ref=notif&notif_t=notify_me
/<< Fino ad un milione di ucraini non potranno ricoprire incarichi in
enti pubblici per almeno dieci anni. Il leader della giunta golpista di
Kiev Petro Poroshenko ha avviato la cosiddetta "lustracija" , firmando
la legge che prevede l’allontanamento dagli uffici pubblici di
funzionari e impiegati ritenuti "compromessi" con il deposto presidente
Viktor Yanukovich. Ovviamente i primi a pagare saranno gli antifascisti,
i russofoni e tutti coloro che non hanno nutrito simpatie nei confronti
del nuovo ordine imposto dagli Usa e dalla Ue. /
/“La lustracija comincerà! Le istituzioni verranno ripulite dagli agenti
del Kgb e dagli alti gradi del Partito delle Regioni dell’ex presidente
Yanukovich”, ha detto l'oligarca del cioccolato.
A essere colpito è chi ha ricoperto un incarico statale almeno per un
anno nel periodo dal 25 febbraio 2010 al 22 febbraio 2014. Non è un caso
che sia stato fissato questo limite temporale... Va ricordato, infatti,
che lo stesso Poroshenko è stato ministro del Commercio e dell'Economia
sotto Yanukovich, anche se per meno di un anno: dal marzo al dicembre
del 2012.
Insomma, la scure del regime nazista "euro-friendly" si abbatte su
centinaia di migliaia di semplici cittadini, impiegati e funzionari che
nella maggior parte dei casi non hanno ricoperto alcun ruolo politico ma
solo burocratico, che ora rischiano il posto di lavoro. E ad impugnare
questa scure sono proprio quei trasformisti e riciclati, buoni per tutte
le stagioni, che facevano parte del precedente governo o erano comunque
tra i più stretti collaboratori di Yanukovich. >>/

PTV News 10 ottobre 2014 – Kiev, democrazia e epurazioni / La linea
ambigua di Ankara / Ecco l’alternativa al gas russo
http://www.pandoratv.it/?p=1985
VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=XSKhQTLkA6U

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista" tramite "Интернет-издание
«Глагол»", 16/10/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/710650329016224
/<< I servizi di sicurezza ucraini (SBU) hanno bloccato il sito web
GLAGOL, popolare fonte di informazione sull'Ucraina, ma anche su altri
paesi dell'ex URSS.
Attivisti e collaboratori del sito hanno spesso subito attacchi da parte
dei fascisti e della polizia: clamoroso è stato l'arresto di
Konstantin Dolgov, principale organizzatore del progetto, che venne
accusato di aver incendiato dei bancomat della Privatbank di Kolomojskij.
GLAGOL ha spesso riportato la notizia delle manifestazioni organizzate
in Italia e nel resto d'Europa, e questo probabilmente è uno dei
motivi per cui l'SBU ha voluto metterlo fuori uso.
Il sito GLAGOL criticava aspramente anche il Partito delle Regioni e il
potere del clan Yanukovitch, ma come per altri siti e
testate giornalistiche, né le forze dell'ordine né altri organi dello
stato avevano, prima del golpe, osato provocazioni nei confronti degli
attivisti. >>/
Vedi:
http://white-book.info/clauses/svidetelstva-ochevidtsev/sbu-zakryla-sayt-internet-izdaniya-glagol/

Ucraina/Le gesta di Lyashko, il nazi favorito alle elezioni (foto e video)
/di Franco Fracassi, 23 ottobre 2014 – È stato uno dei capi della
rivolta di Maidan, Lyashko oggi è a capo del famigerato battaglione
nazista Azov. Il suo Partito radicale è in lotta col partito del
presidente Poroshenko per la conquista della maggioranza in parlamento.
Per Amnesty si tratta di un criminale di guerra. «Alle scrofe di Mosca
va tagliata la gola!»…/
http://popoffquotidiano.it/2014/10/23/ucrainale-gesta-di-lyashko-il-nazi-favorito-alle-elezioni-foto-e-video/

Anti-fascist leader recounts Odessa resistance, May 2 massacre (By Greg
Butterfield / WW on October 31, 2014)
http://www.workers.org/articles/2014/10/31/anti-fascist-leader-recounts-odessa-resistance-may-2-massacre/

Squadristi europeisti gettano donna nell'immondizia perché russofona (
Anatoly Shary, 31/ott/2014)
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=Zsyh6ZarQzQ

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 5/11/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/719988484749075
/<< Ieri si è svolta a Mosca una manifestazione, organizzata da diverse
forze politiche e dedicata agli avvenimenti in Ucraina e a sostegno
delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, a cui ha preso parte
una folta rappresentanza del Partito Comunista della Federazione Russa.
Le fotografie del meeting: http://kprf.ru/photoreports/270.html >>/

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 8/11/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/722009531213637
/<< DA VEDERE! Ringraziando Fort Rus per il lavoro di traduzione e
sottotitolatura in italiano, riproponiamo il video della censura in
diretta ai danni del giornalista Gnatiuk, inviato a Donetsk: il
collegamento viene platealmente interrotto dalla giornalista in studio
quando Gnatiuk, dopo aver parlato dell'uccisione dei bambini a causa
del bombardamento sulla scuola n. 63, racconta che a Donetsk la gente
aspetta l'arrivo e la protezione dell'esercito russo. Dopo aver
interrotto il collegamento (le riprese mostrano il cursore del mouse che
chiude la chiamata Skype… min. 2:52), la giornalista commenta: "uhm, è
caduta la linea, che peccato". >>/
Censura dei telegiornali ucraini sulla situazione a Donezk (7/nov/2014)
/Giornalista ucraino fornisce un'informazione contraria alla propaganda
del regime e viene censurato//…/
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=0ThIOO4VwF8

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 9/11/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/722023041212286
/<< "Il governo vuole distruggere il partito comunista e portare alla
ribalta forze di sinistra "malleabili", dichiara il politologo Andrej
Zolotarev a GolosUA.
Approfittando dell'attuale assenza dal parlamento, è iniziata una
campagna atta a screditare il PCU e contestualmente a *sdoganare gruppi
di sinistra, estremamente minoritari*, che puntano nelle loro
dichiarazioni ad essere accreditati da Poroshenko e dalla giunta.
Tra questi, alcuni ex parlamentari del PCU, che usciti dal partito e dal
gruppo parlamentare dopo il golpe ebbero la possibilità dal golpista
Turchinov di formare un gruppo parlamentare, guadagnandosi così
"l'indulgenza" della giunta. /
FONTE:
http://ru.golos.ua/politika/14_11_06_vlast_hochet_razdrobit_kompartiyu_i_vyivesti_na_avanstsenu_ruchnyih_levyih_#
 >>

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 10/11/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/722449917836265
/<< Nell'Ucraina della giunta, basta una denuncia anonima per perdere il
posto. Vitalij Igorevich Lukashuk, decano della Facoltà di sociologia
Karazin di Kharkov è stato rimosso dal suo incarico dopo una denuncia
anonima di un "patriota", inoltrata al Ministero dell'Istruzione e della
Scienza. L'accusa è quella di aver espresso posizione "separatiste"
sulla pagina del social network VKontakte. Tuttavia nel profilo di
Lukashuk (ora rimosso) non apparivano prese di posizione di tal genere,
solo interventi di critica verso la demolizione ad opera di
teppisti nazionalfascisti del monumento a Lenin di Kharkov. >>/
Fonte:
http://glagol.su/2014/11/10/dekana-harkovskogo-universiteta-uvolili-posle-anonimnogo-donosa-natsionalistov/

Fonte: pagina FB "Con l'Ucraina antifascista", 11/11/2014
https://www.facebook.com/ucrainaantifascista/posts/723122864435637
/<< Nelle ultime udienze del processo contro il Partito Comunista
d'Ucraina è stato evidenziato che i tribunali amministrativi non hanno
la competenza per la messa al bando dell'organizzazione e che la
procedura con cui è stato avviato il processo (su richiesta del
Ministero della Giustizia, a sua volta spronato da Turchinov, allora
presidente ad interim) peccherebbe di "incostituzionalità".
Di fronte alla situazione di stallo, sono arrivate le dichiarazioni del
capo dei Servizi (SBU), Valentin Nalivajchenko, il quale ieri ha
dichiarato che il PCU potrebbe essere messo al bando per motivi di
"sicurezza nazionale ", in quanto sia la struttura centrale che le
organizzazioni territoriali sostengono e collaborano con le milizie
"filorusse" del Donbass. Le dichiarazione di Nalivajchenko, che ha
dichiarato di disporre di nuovo materiale e nuove prove contro i
comunisti, potrebbero portare all'apertura di un nuovo procedimento
contro il PCU, questa volta però da discutere in parlamento: un
parlamento, quello uscito dalle ultime elezioni farsa, in mano ai
nazionalisti e agli oligarchi, dove nessuna forza di sinistra è
rappresentata. >>
/

=== 2 ===

http://www.resistenze.org/sito/os/ep/osepei19-015013.htm
www.resistenze.org <http://www.resistenze.org/> - osservatorio - europa
- politica e società - 19-09-14 - n. 512

*La provocatoria risposta dell'Unione Europea al KKE sulla messa al
bando del Partito Comunista di **Ucraina*

Partito Comunista di Grecia (KKE) | solidnet.org
<http://www.solidnet.org/greece-communist-party-of-greece/cp-of-greece-the-eus-provocative-answer-to-the-kke-regarding-the-attempt-to-outlaw-the-cp-of-ukraine-en>
Traduzione per Resistenze.org <http://www.resistenze.org/> a cura del
Centro di Cultura e Documentazione Popolare

17/09/2014

La risposta dell'Alto rappresentante della politica estera dell'UE
all'interrogazione del gruppo del KKE al parlamento europeo, in
relazione ai tentativi di mettere al bando e rendere illegale il Partito
Comunista di Ucraina è stata provocatoria. Il gruppo parlamentare del
KKE ha espresso la seguente dichiarazione nel suo comunicato stampa:

"Il pieno sostegno dell'Unione Europea al reazionario governo ucraino ed
al suo obiettivo di bandire il Partito Comunista di Ucraina ed
incrementare gli atti di persecuzione contro i comunisti è stato
confermato dal rappresentante della Politica estera dell'Unione Europea
C. Aston, con la sua risposta all'interrogazione del gruppo parlamentare
del KKE, il quale ha denunciato la persecuzione del Partito Comunista di
Ucraina da parte del governo di quel paese.

La Commissione UE etichetta il governo ucraino come "la scelta del
popolo ucraino dopo eque e democratiche elezioni", nascondendo che è
giunto al potere attraverso un colpo di stato, in cui i gruppi
nazi-fascisti armati hanno preso parte, con il pieno sostegno dell'UE e
dei suoi alleati, la NATO e gli Stati Uniti. La Commissione giustifica
l'inaccettabile decisione di sciogliere il gruppo parlamentare del
Partito Comunista di Ucraina, affermando che ciò è avvenuto "per ragioni
procedurali", mentre per quanto riguarda il procedimento giudiziario
avviato dal governo ucraino per dichiarare illegale il Partito Comunista
dell'Ucraina si limita ad affermare che "seguirà da vicino tutti gli
sviluppi riguardanti il caso".

L'ipocrita mero auspicio dell'Alto Rappresentante della UE che
"Qualsiasi azione legale debba (...) garantire la correttezza e il
rispetto delle norme internazionali riconosciute (...) in particolare
per quanto riguarda il rispetto dei diritti politici, civili e umani" e
che "Questi impegni e principi sono sanciti anche nell'accordo
associazione UE-Ucraina che è stato firmato di recente", è provocatorio.

E' provocatorio perché la campagna anti-comunista è un obiettivo
dichiarato del governo ucraino, obiettivo che è accompagnato da
persecuzioni, attacchi, minacce e atti di terrorismo contro i comunisti
da parte dei partiti borghesi e delle bande fasciste del "Pravy Sektor",
ecc., che sostengono il governo. Sono questi i principi stabiliti
nell'accordo di associazione tra Ucraina ed UE, questa è l'attuazione
del proclami dell'UE sulla "democrazia": l'elevazione dell'equazione
anti-storica tra comunismo e fascismo come ideologia ufficiale
dell'Unione Europea, insieme ai divieti sull'attività dei comunisti, i
simboli comunisti e l'ideologia comunista.

L'anticomunismo accompagna e sostiene la linea politica antipopolare, il
nazionalismo, l'abolizione dei diritti democratici e delle libertà del
popolo, che vengono imposte dal governo ucraino per servire gli
interessi affaristici locali che esso rappresenta, così come gli
interessi dei gruppi monopolistici di UE ed USA che stanno consolidando
la loro posizione in questo paese e in tutta la regione, massacrando il
popolo, nel loro scontro contro i capitalisti russi.

Il KKE rafforzerà la sua solidarietà con i comunisti ed i lavoratori
dell'Ucraina, al fine di rafforzare la loro lotta affinché i lavoratori
possano lasciare il loro segno sugli sviluppi del conflitto con i
capitalisti, il loro potere e le loro unioni imperialiste.


=== 3 ===

Fonte: pagina FB "Premio Goebbels per la disinformazione", 18/10/2014
https://www.facebook.com/premiogoebbels/posts/1557645857802261

Sette quotidiani ed undici riviste sono stati messi al bando dal regime
golpista ucraino di Poroshenko. Non si tratta soltanto di
organi d'informazione politici, ma finanche di magazines di musica e
letteratura. La loro colpa è di essere scritti in lingua russa. Per
tutti l'accusa è di "fomentare il separatismo". Qualcuno vuole farlo
notare ai tipi di Amnesty e "Reporter senza frontiere" ed ai sinistrati
che urlano contro i "regimi liberticidi, che opprimono la libertà di
stampa"?

http://www.rogerannis.com/ukraine-has-banned-18-newspapers-and-magazines/


    Ukraine has banned 18 newspapers and magazines


October 16, 2014
<http://www.rogerannis.com/ukraine-has-banned-18-newspapers-and-magazines/>
/ roger <http://www.rogerannis.com/author/roger/> / No comments
<http://www.rogerannis.com/ukraine-has-banned-18-newspapers-and-magazines/#respond>
*
*
*The registration of seven newspapers and 11 magazines withdrawn for
‘advocating ‘separatism’*
Korrespondent.net, Oct 16, 2014
<http://korrespondent.net/ukraine/3432436-v-ukrayne-zapretyly-18-hazet-y-zhurnalov> (Google
translation of Russian original)

The State Committee for Television and Radio Broadcasting of Ukraine has
withdrawn the certificate of state registration of seven newspapers and
11  magazines within the national information space. This is stated in
the press service of the State Committee.

“State Committee of Ukraine in cooperation with law enforcement
agencies, the State Registration Service of Ukraine, /Ukrpochtoy/ and
with the support of the public take steps to clean up the national
information space of the separatist press,” it said in a statement.

In particular, the State Registration Service recognized as null and
void the certificate of registration of the following print media:
Collection of Ukraine, Pivdennyy regіon; Novorossiysk Calendar;
newspapers Novorossiysk Courier, Russian World of Ukraine, Russian
Culture in Ukraine, Russian Blok.Ukraina, Chervona Zirka, and Red Star;
as well as magazines Rosіyska mova lіteratura,  Navchalnih, Russian
language, literature and culture in schools and universities, Rosіysky
profіl (Russian Profile), Rosіysky rock (Russian rock), Russian
Personalities.

Earlier, it was reported that the National Council of Ukraine on
Television and Radio Broadcasting at its meeting on October 15 decided
to ban the broadcasting of Russian TV channel
<http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&rurl=translate.google.com&sl=auto&tl=en&u=http://korrespondent.net/ukraine/3431896-v-ukrayne-zapretyly-veschanye-esche-odnoho-rossyiskoho-telekanala&usg=ALkJrhhgj21SHZFi4beSALF0KHAVnD9m0g> 365
Days and Belarus TV Channel 24.



=== 4 ===

http://www.marx21.it/internazionale/area-ex-urss/24671-qfermare-i-crimini-barbarici-nel-donbass-giu-le-mani-dal-partito-comunista-di-ucraina.html

*"Fermare i crimini barbari nel Donbass! Giù le mani dal Partito
Comunista di Ucraina!”
*
25 Ottobre 2014

*Dichiarazione del Comitato Centrale del Partito Comunista della
Federazione Russa*

da kprf.ru <http://kprf.ru/party-live/cknews/135798.html>
Traduzione dal russo di Mauro Gemma*

*Sono due gli autori della tragedia in Ucraina: l'oligarchia del paese,
che ha instaurato la sua dittatura, e l'imperialismo occidentale, che
aspira alla dominazione del mondo. La storia insegna: quando il grande
capitale ha bisogno di consolidare il suo potere, nutre volentieri le
falangi degli autori di pogrom nazisti. I magnati ucraini hanno imparato
a trasformare il potere in denaro, e il denaro in potere. E' con la loro
benedizione che contro i civili sono usate armi proibite. E mentre
raccolgono la loro sanguinosa mietitura, Washington e Bruxelles si
fregano le mani.

Si continua a dividere l'Ucraina. Una guerra feroce è scatenata nei
mezzi di informazione di massa. Sono definite terroriste le persone che
difendono le proprie case, il proprio diritto a vivere secondo i costumi
degli antenati e a parlare nella lingua madre. Con il denaro sottratto
ai cittadini, vengono costruite bugie mostruose e vili indirizzate
contro i fratelli slavi. Poiché incontra una strenua resistenza in
Novorossya, la giunta di Kiev cerca di dividere i popoli della Russia e
dell'Ucraina con fossati anticarro e filo spinato.

In questo contesto, i giovinastri fascisti sono in prima fila nelle
aggressioni ai comunisti. I nostri compagni del Partito Comunista di
Ucraina e del Komsomol sono attaccati e perseguitati per le loro
convinzioni. Il 2 maggio tra i morti nella Khatyn di Odessa c'erano i
nostri compagni. Sul partito incombe la minaccia della messa al bando.
Il feroce anticomunismo è il segno distintivo dell'isteria delle forze
di ultradestra.

La crisi in Ucraina è un'enorme tragedia per il suo popolo. Per il suo
superamento la posizione della Russia dovrebbe distinguersi per coerenza
e determinazione. Il PCFR è convinto della necessità di riconoscere le
repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, di stabilire con esse
relazioni tra stati.

Il Donbass ha bisogno di aiuto immediato e massiccio. Ma i convogli di
aiuti umanitari di carattere governativo sono ancora insufficienti. Il
ritardo sull'accordo per il loro passaggio alla frontiera mette in
pericolo la salute e persino la vita di molte persone. Il PCFR, da parte
sua, conduce un lavoro sistematico per la spedizione in Novorossya di
carichi con generi di prima necessità.

Questo ci impongono il dovere di essere solidali, i principi di
umanesimo e la convinzione che la vittoria sugli eredi di Bandera è
possibile e necessaria. I veri patrioti dell'Ucraina sono sostenitori
della sua unità con la Bielorussia e la Russia. Essi devono poter
contare su un sostegno quotidiano.

Il nostro partito esprime la convinzione che al primo posto della
politica estera della Russia debbano stare gli interessi
dell'avvicinamento tra i popoli che facevano parte dell'Unione
Sovietica. E' arrivato il momento di correggere gli errori compiuti, di
rafforzare con determinazione i legami con gli amici, ristabilire quelli
del passato e acquisirne di nuovi.

Il PCFR dichiara: gli eredi prepotenti dell'UPA e dell'UNA-UNSO vanno
fermati senza indugio! Facciamo appello a tutte le forze progressiste
del mondo alla mobilitazione per lottare contro la guerra, il nazismo e
l'imperialismo. Il capitale continua a seminare odio e inimicizia tra le
persone.

*I crimini dei barbari devono essere fermati!
**Giù le mani dal Partito Comunista di Ucraina!
**Pace al Donbass!
**Per la fratellanza tra i popoli slavi!

*/Il Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa/


=== 5 ===

http://www.secoursrouge.org/Ukraine-Pas-d-echange-pour-les

7 novembre 2014


    Ukraine : Pas d’échange pour les deux prisonniers communistes

Le 15 septembre, deux militants communistes qui ont été arrêtés à Odessa
par les forces spéciales ukrainiennes dans le cadre de l’enquête contre
le groupe clandestin "Armée Rouge Ukrainienne". Vladislav Wojciechowski
et Nicolas Popov sont accusés de "création d’une organisation
terroriste". Deux pistolets automatiques et des explosifs auraient été
découverts lors de l’arrestation. Vladislav Wojciechowski, un des
membres fondateurs de Borotba, avait été gravement blessé par les
fascistes lors de l’assaut et l’incendie de la maison des syndicats le 2
mai derniers, à Odessa, où 38 antifascistes avaient été tués.

Vladislav Wojciechowski et Nicolas Popov ont été enregistrés il y a un
mois sur une liste pour l’échange de prisonniers entre les républiques
populaires de Lougansk et Donesk d’une part, et l’Ukraine d’autre part.
Mais le SBU (la sécurité d’état ukrainienne) met son véto à l’échange.
Les deux prisonniers bénéficient d’un soutien clandestin en Ukraine,
beaucoup de tags les soutenant ont été peints nuitemment à Kharkov,
Odessa et Kiev.


__._,_.___

------------------------------------------------------------------------
Inviato da: "Coord. Naz. per la Jugoslavia" <jugocoord at tiscali.it>
------------------------------------------------------------------------

Rispondi post su web
<https://it.groups.yahoo.com/neo/groups/aa-info/conversations/messages/16422;_ylc=X3oDMTJwMWZhODlpBF9TAzk3NDkwNDg3BGdycElkAzIwMDI1ODkEZ3Jwc3BJZAM1NTkwMDMzMTQEbXNnSWQDMTY0MjIEc2VjA2Z0cgRzbGsDcnBseQRzdGltZQMxNDE1NzIwMTgz?act=reply&messageNum=16422>
        •        Rispondi a mittente
<mailto:jugocoord at tiscali.it?subject=Ogg%3A%20Negazione%20dei%20diritti%20politici%20in%20Ucraina>
        •        Rispondi a gruppo
<mailto:aa-info at yahoogroups.com?subject=Ogg%3A%20Negazione%20dei%20diritti%20politici%20in%20Ucraina>
        •        Crea nuovo argomento
<https://it.groups.yahoo.com/neo/groups/aa-info/conversations/newtopic;_ylc=X3oDMTJkdDY4cmtpBF9TAzk3NDkwNDg3BGdycElkAzIwMDI1ODkEZ3Jwc3BJZAM1NTkwMDMzMTQEc2VjA2Z0cgRzbGsDbnRwYwRzdGltZQMxNDE1NzIwMTgz>
        •        Messaggi sullo stesso tema
<https://it.groups.yahoo.com/neo/groups/aa-info/conversations/topics/16422;_ylc=X3oDMTM1MzJjYnZoBF9TAzk3NDkwNDg3BGdycElkAzIwMDI1ODkEZ3Jwc3BJZAM1NTkwMDMzMTQEbXNnSWQDMTY0MjIEc2VjA2Z0cgRzbGsDdnRwYwRzdGltZQMxNDE1NzIwMTgzBHRwY0lkAzE2NDIy>
(1)

-----------------------------------------------
Lista INFORMAZIONE dell'Assemblea Antimperialista
http://www.tuttinlotta.org - posta at tuttinlotta.org
(ex Coordinamento Nazionale "La Jugoslavia Vivra'")

--> Web/Archivio/Opzioni http://groups.yahoo.com/group/aa-info/
--> Moderatore: <aa-info-owner at yahoogroups.com>
--> Iscrizione via e-mail: <aa-info-subscribe at yahoogroups.com>
--> Cancellazione: <aa-info-unsubscribe at yahoogroups.com>

(vedi anche lista DISCUSSIONE dell'A. Antimperialista su:
http://groups.yahoo.com/group/aa-forum/ )
-----------------------------------------------
Visita il tuo gruppo
<https://it.groups.yahoo.com/neo/groups/aa-info/info;_ylc=X3oDMTJkMGV0dXM3BF9TAzk3NDkwNDg3BGdycElkAzIwMDI1ODkEZ3Jwc3BJZAM1NTkwMDMzMTQEc2VjA3Z0bARzbGsDdmdocARzdGltZQMxNDE1NzIwMTgz>


Yahoo! Gruppi
<https://it.groups.yahoo.com/neo;_ylc=X3oDMTJjOTYxMnF0BF9TAzk3NDkwNDg1BGdycElkAzIwMDI1ODkEZ3Jwc3BJZAM1NTkwMDMzMTQEc2VjA2Z0cgRzbGsDZ2ZwBHN0aW1lAzE0MTU3MjAxODM->

• Privacy <https://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/groups/details.html>
• Annulla iscrizione
<mailto:aa-info-unsubscribe at yahoogroups.com?subject=Annulla iscrizione>
• Condizioni generali di utilizzo del servizio
<https://info.yahoo.com/legal/it/yahoo/tos.html>

.

__,_._,___