[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] Treia e Spilamberto - 12 settembre 2015 - Simbolica marcia pacifista in memoria di Aldo Capitini e per la pace nel mondo






Il 12 settembre ricorre la nascita dell'Associazione Vegetariana Italiana, il primo sodalizio di questo genere, che fu fondata dal filosofo Aldo Capitini, e di cui il Circolo Vegetariano VV.TT.  è  sostenitore.  La fondazione avvenne il 12 settembre 1952, in un momento in cui parlare di non violenza e di vegetarismo sembrava  un’utopia.  Il mondo era appena reduce da una guerra mondiale e si viveva in piena guerra fredda, mentre il messaggio  della bistecca facile cominciava ad imporsi come nuovo modello alimentare e sociale. 

Aldo Capitini maturò la sua esperienza vegetariana e non violenta  attraverso lo studio e l’esempio di Gandhi, il liberatore pacifico dell’India dal giogo coloniale inglese. Capitini fu un accademico famoso e stimato ma allorché si oppose alla conquista dell’Etiopia da parte del governo di Benito Mussolini fu ostracizzato e messo in disparte. 

Purtroppo anche dopo la caduta del fascismo non fu riabilitato come sarebbe stato giusto (infatti l’Italia era caduta sotto l’influenza americana, che non è  propriamente una potenza pacifista). 

Capitini fu anche l'iniziatore della Marcia Pacifista Perugia / Assisi ed in memoria di ciò, vista la violenza sempre più virulenta che si sta manifestando nel mondo con il rischio di una nuova guerra, nelle nostre due sedi di Spilamberto e Treia invitiamo gli aderenti e simpatizzanti a partecipare ad una breve marcia commemorativa. 


12 settembre 2015 - Programma:

A Spilamberto partenza alle ore 18 da Via Gibellini con prosecuzione lungo il Percorso Natura sino al fiume Panaro (Info. 333.6023090). 

A Treia partenza alle ore 19 dalla Cattedrale ed arrivo ai giardini di San Marco, ove sosteremo in meditazione. Info. 0733/216293. 

Circolo Vegetariano VV.TT.
Caterina Regazzi e Paolo D'Arpini



Luogo di partenza di Treia (Davanti alla Cattedrale)



Luogo di arrivo di  Spilamberto (Fiume Panaro)