[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] La modernizzazione delle bombe nucleari B61




Mentre lo scorso anno la Corea del Nord scavava una galleria in vista del test nucleare dei giorni scorsi, osservata dai satelliti spia statunitensi e criticata dalla comunità internazionale, l'amministrazione del presidente Usa Barack Obama si preparava ad effettuare a sua volta un test nucleare nel deserto del Nevada, in maniera assai più discreta e lontano dalla grancassa dei media. Un velivolo da combattimento F-15, scrive il “New York Times”, si è sollevato in volo e ha sganciato una versione non armata della prima bomba nucleare a guida laser mai sviluppata dagli Usa: evoluzione della B61, una bomba già in dotazione all'arsenale atomico statunitense, e sviluppato con un investimento di 10 miliardi di dollari, l'ordigno è stato concepito proprio per l'impiego contro nemici come Pyongyang, con l'obiettivo di colpire in maniera chirurgica ma devastante infrastrutture sotterranee o pesantemente fortificate. La forza esplosiva della bomba può essere regolata in base alle caratteristiche e alla posizione dell'obiettivo per ridurre i danni collaterali. Il fatto che il dipartimento dell'Energia e il Pentagono abbiano scelto di “pensare in piccolo”, sottolinea il quotidiano, costituisce però un rischio per la causa della non proliferazione mondiale, e non il contrario.La prospettiva di bombe atomiche dalla potenza e dal raggio distruttivo ridotti, infatti, sta già portando molti a Washington ad accarezzare l'inimmaginabile: impiegare la forza dell'atomo contro i nemici del “mondo libero”. Tra questi figurano anche diversi collaboratori dell'amministrazione Obama, che pure ha sempre pubblicizzato l'importanza di un mondo libero da armi nucleari. E così, all'interno dell'amministrazione si è scatenato uno “scontro filosofico” tra chi considera la modernizzazione dell'arsenale atomico e la maggior facilità d'impiego un efficace elemento deterrente per i nemici del paese, e chi invece lo ritiene un pericoloso incentivo all'impiego anche preventivo delle armi atomiche.
http://www.nytimes.com/2016/01/12/science/as-us-modernizes-nuclear-weapons-smaller-leaves-some-uneasy.html