[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] SIPRI, il mondo spende 1,7 mld di dollari in armi




Corre al rialzo la spesa militare mondiale, fino a toccare la spaventosa cifra di quasi 1.7 miliardi di dollari nel 2015, con un incremento dell’1% dal 2014. Il dato è stato pubblicato ieri dall’International Peace Research Institute di Stoccolma (SIPRI) in concomitanza con l’inizio del Forum sulla sicurezza e lo sviluppo che si tiene nella capitale svedese.

L’aggiornamento 2016 annuale del SIPRI Military Expenditure Database accerta così che la spesa militare mondiale aumenta per la prima volta dal 2011. Ma se la spesa cresce in Asia e Oceania, Europa centrale e orientale, e in alcuni stati del Medio Oriente; in Occidente si assiste a una sua stabilizzazione; mentre diminuisce in Africa e America Latina e nei Caraibi. Con li Stati Uniti che rimangono di gran lunga i top spender del mondo nel 2015, nonostante un calo di spesa del 2,4%, staccando un assegno da 596 miliardi di dollari. Spiccano poi la Cina (+7,4%, 215 miliardi), l’Arabia Saudita (+5,7%, 87,2 miliardi), la Russia (+7,5%, 66,4 miliardi).

Merito della ripresa del mercato, ricorda SIPRI, è anche del calo dei prezzi del petrolio, che frena i tagli alla spesa militare. Anche se ciò non è valso per molti Paesi le cui casse dipendono proprio dallo sfruttamento dell’oro nero, e così per loro ulteriori tagli alla spesa sono attesi nel 2016: nel 2015 Venezuela (-64%) e l’Angola (-42%) erano quelli ad aver sofferto di più questo andamento, ma riduzioni si sono registrate anche, tra gli altri, Bahrain, Brunei, Chad, Ecuador, Kazakistan, Oman e in Sud Sudan.

http://www.valori.it/internazionale/sipri-il-mondo-spende-17-mld-di-dollari-in-armi-12516.html