[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Meno nero il futuro di Monterotondo



Spett.li Redazioni e operatori,
ci pregiamo mettervi al corrente di interessanti novità circa la "Vicenda
Parco" di Monterotondo.

Contando sulla vs. apprezzata collaborazione per la diffusione delle
informazioni, restiamo a
disposizione per ulteriori aapprofondimenti.

Cordiali saluti.
GEO ____________________________________________________________ Un futuro
meno nero per Monterotondo




In occasione della terza Conferenza sulla Storia della Geotermia in Italia,
svoltasi a Radicondoli (SI) il 18 giugno 2005 per la celebrazione del
centenario della produzione elettrica da geotermia, organizzato da COSVIG e
UGI, si è tenuta anche la presentazione di un libro ed un dibattito aperto
al pubblico. Il volume, realizzato da Fabio Roggiolani, capogruppo Verdi al
Consiglio della Regione Toscana, impegnato da anni nei temi di
ambientalismo, si intitola "Il futuro dell'energia e' tutto rinnovabile";
presenti, oltre all'autore e i collaboratori, anche il Sindaco di
Radicondoli, il presidente del COSVIG e l'Assessore Regionale all'ambiente
Marino Artusa.
Roggiolani ha illustrato la possibilità di rendersi totalmente indipendenti
dalle risorse energetiche fossili utilizzando differenti strategie quali
uso diretto del calore geotermico, biomasse, eolico, fotovoltaico,
miniidrico, e un saggio risparmio energetico in un'ottica di sviluppo
sostenibile.
Dopo gli interventi delle autorità, che per grandi linee hanno appoggiato
queste linee guida, è stata data l'opportunità ai presenti di intervenire.
Il Presidente della Comunità Montana Val di Cecina, Gherardini, ha esposto
le preoccupazioni relative al futuro di un territorio, che abbraccia anche
le Colline Metallifere, per il costante spopolamento, tassi allarmanti di
invecchiamento, fuga dei neolaureati per mancanza di lavoro, trasferimento
di personale qualificato Enel altrove. Ulteriori interventi hanno ribadito
perplessità e istanze su questa tematica.
Un rappresentante del Comitato "GEO - Ambiente & Territorio" di
Monterotondo ha chiesto chiarimenti all'Assessore Artusa circa la posizione
della Regione per la ipotetica realizzazione a Monterotondo di una centrale
a biomassa ed un gruppo di generatori eolici che produrrebbero energia
elettrica con un costo del KW dal doppio a 10 volte rispetto alla
produzione da geotermia, oltre a ulteriore degrado ambientale e
paesaggistico.
L'Assessore ha esordito con: "No, no, Monterotondo ha già dato!" e ha
quindi chiarito che la Regione intende sostenere l'uso di biomasse ed
eolico laddove non esista l'energia geotermica e risultino coerenti queste
alternative; ha poi ribadito che non è giustificato concentrare la
produzione di tutta l'elettricità richiesta su un unico territorio,
diversamente troppo penalizzato.
Queste affermazioni, da questo responsabile regionale, e in quel contesto,
ci confortano e ci trovano in linea; peraltro auspichiamo che gli
amministratori comunali di Monterotondo prendano atto di queste scelte
regionali e provvedano ad adeguare coerentemente i programmi territoriali.
        Comunque Geo assicura la propria disponibilità a progettare uno
sviluppo sostenibile nell'interesse della popolazione.

Monterotondo 25 Giugno 2005
GEO - Ambiente e Territorio
Podere Casetta, 24 - 58025 Monterotondo M.
0566/916414 - geo.monterotondo at libero.it