[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fiera delle Utopie Concrete 2005



Cari amici,

invio di seguito il comunicato stampa della Fiera delle Utopie Concrete
2005. Quest'anno il tema della Fiera, che si svolgerà a Città di Castello
(PG) dal 13 al 16 ottobre prossimo, sarà: "Ponti per un Futuro Amico".

Per qualsiasi ulteriore informazione potete rivolgervi a :

Agenzia  Utopie Concrete
via Marconi, 8 - 06012 Città di Castello (PG)
tel/fax: (+39) 0758 554 321
segreteria at utopieconcrete.it
URL: www.utopieconcrete.it

Cordiali saluti,
Maria Odoni

Comunicato stampa

Comune di Città di Castello - Regione dell'Umbria - Provincia di Perugia -
Camera di Commercio di Perugia - Comunità Montana Altotevere Umbro

FIERA DELLE UTOPIE CONCRETE

Città di Castello (Pg) - 13/16 ottobre 2005

Tre appuntamenti per il Seminario della Fiera delle Utopie Concrete


L'edizione 2005 della Fiera delle Utopie Concrete "Ponti per un futuro
amico" ricorda il fondatore dell'iniziativa Alexander Langer, partendo da
due immagini, parti integranti del suo pensiero, "i costruttori di ponti" e
"un futuro amico". I ponti da costruire per un futuro amico erano per
Langer ponti di convivenza tra le etnie, le religioni, le culture, le
lingue e le nazioni. Come si costruiscono? Quali sono i materiali e perché
è così difficile farli reggere? Questi interrogativi saranno al centro del
Seminario della Fiera delle Utopie Concrete, che si sviluppa in tre
sessioni pomeridiane di giovedì 13, venerdì 14 e sabato 15 ottobre
prossimo. Si parlerà dei ponti reali e di quelli metaforici, degli elementi
per la costruzione dei ponti di convivenza, dei ponti da costruire e da non
costruire, con una particolare attenzione ai ponti da costruire per il
futuro. Il ponte fisico, quello di Mostar, sarà il tema centrale del primo
appuntamento seminariale di giovedì 14 ottobre "Il ponte di Mostar come
simbolo di convivenza e di conflitto". La storia di questo famoso
manufatto, la sua barbarica distruzione e la sua difficile ricostruzione
riflettono il simbolico valore dei ponti di convivenza e le reali
difficoltà storiche di costruirli. L'appuntamento, coordinato da Peter
Kammerer, vedrà l'intervento dell'architetto Gilles Péqueux su "La storia
di un ponte, la storia di un popolo". Pedrag Matvejevic, ordinario di
Slavistica dell'Università "la Sapienza" di Roma parlerà de "Il ponte sul
fiume Neretva, il ponte tra Mostar est e Mostar ovest", mentre Andrea
Rossini dell'Osservatorio sui Balcani relazionerà su "Il nuovo Ponte
vecchio di Mostar". In un momento in cui il nostro futuro sembra poco
amichevole e abbondano le configurazioni di visioni e prospettive
catastrofiche, partendo dalle guerre, dalla miseria, dal degrado
ambientale, dagli eventi calamitosi del nostro tempo, parleremo di un
futuro amico, un futuro migliore che dia senso alla vita, nell'appuntamento
di venerdì 15 "Un futuro amico, un futuro nemico". L'incontro, che vedrà
come moderatore Angelo Di Carlo dell'Università di Perugia, sarà aperto dal
teologo Carlo Molari, che relazionerà su "Ancora 40 giorni e Ninive sarà
distrutta - I profeti, il popolo e il futuro", mentre Ugo Leone
dell'Università "Federico II" di Napoli presenterà una "Mappa dei rischi
ambientali, sociali e politici all'inizio del secolo". Il terzo
appuntamento "Elementi per costruire i ponti di convivenza" riprenderà il
tema dei ponti, parlando degli elementi ed esperienze di costruzione della
società civica in situazioni conflittuali e postconflittuali con Tom
Koenigs, Commissario per i diritti umani e l'aiuto umanitario del Ministero
tedesco degli Esteri, che relazionerà su "Ricostruire la società civica, la
democrazia e far valere i diritti umani". "Il ponte del dialogo" sarà
invece al centro dell'intervento di Irfanka Pasagic, psichiatra e
portatrice del Premio Alexander Langer 2005 e promotrice dell'associazione
Tuzlanska Amica, mentre Alessandro Preti, Presidente dell'associazione "Un
ponte per?" affronterà il tema "Sopravvivenza e convivenza".
La Fiera delle Utopie Concrete nata a Città di Castello nel 1987 su impulso
di Alexander Langer, presenta ogni anno esperienze e soluzioni di
conversione ecologica dell'economia e della società. La Fiera ha ad oggi
presentato tre cicli: il primo "Elementi classici" con i temi Acqua (1988),
Terra (1989), Fuoco (1990) e Aria (1991); il secondo "Ricerche di fine
secolo" con le edizioni Ricchezze e povertà (1993) e Lavoro e conversione
ecologica (1995); il terzo sui cinque sensi "Quali sensi per la conversione
ecologica e la convivenza" con gli appuntamenti L'Udito e l'ascolto (1997),
Il Gusto (1998), Olfatto e memoria (1999), Tatto e contatto. Rischio e
fiducia (2000) e Occhio vista e visione (2001). L'edizione 2002 ha avuto
come tema "Dopo Johannesburg; strategie per lo sviluppo locale sostenibile
e un mondo migliore", mentre l'edizione 2004 è stata dedicata al tema della
mobilità sostenibile "La mobilità cambia movimento: vivibilità e
sostenibilità nei centri urbani". La Fiera delle Utopie Concrete di
quest'anno vuole ricordare Alexander Langer con due delle sue immagini
centrali, quella dei "costruttori dei ponti" e quella di un "futuro amico".
Che lui abbia parlato dei "costruttori dei ponti" è immediatamente
plausibile per una persona che per tutta la sua vita si è impegnata per la
convivenza tra gruppi etnici, religiosi e sociali. L'immagine di un futuro
amico sembra oggi di particolare attualità di fronte a un movimento sociale
ed ambientale che sta vivendo una crisi profonda anche perché congiura da
tre, quattro decenni un futuro nemico. "Ponti per un Futuro Amico" sarà
dunque il tema dell'edizione 2005 della Fiera, che si svolgerà a Città di
Castello dal 13 al 16 ottobre prossimo.

Per il programma completo e ulteriori informazioni :
Agenzia Utopie Concrete
Via Marconi 8 o 06012 Città di Castello [PG]
Tel./Fax: +39 0758 554 321
segreteria at utopieconcrete.it
In Intenet: www.utopieconcrete.it