[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

convegno su conseguenze cernobyl a pinsk



per red. cronaca - attualità

Si invia comunicato su convegno medico internazionale che si svolgerà
lunedì 19 dicembre a Pinsk in Bielorussia.

Si prega di dare la notizia.

cordiali saluti,

simonetta grechi
Legambiente

per comunicazioni: simonetta grechi 339-1201079
------------------------------------------------
Grosseto, 17 dicembre 2005
        Comunicato stampa

ASPETTANDO IL VENTENNALE DI CERNOBYL:
LEGAMBIENTE PRESENTA UNO STUDIO SULLE PATOLOGIE TIROIDEE

A PINSK IN BIELORUSSIA IL PROSSIMO 19 DICEMBRE UN CONVEGNO
INTERNAZIONALE ORGANIZZATO  DALL'ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA
PRESENTA I DATI DELL'AMBULATORIO MOBILE

14.000 ecografie, oltre 450 esami citologici e 96 pazienti sottoposti a
cure per tumore tiroideo

A pochi mesi dal ventennale di Cernobyl, Legambiente rinnova il suo impegno
a favore delle popolazioni colpite dal disastro nucleare avvenuto in
Ucraina nel 1986. E lo fa con un convegno medico internazionale organizzato
proprio dall'associazione ambientalista a Pinsk, nella regione di Brest in
Bielorussia, dove lunedì 19 dicembre si incontreranno alcuni dei medici più
autorevoli di Bielorussia e Italia che hanno collaborato al progetto
dell'Ambulatorio Mobile.

"Venti anni dopo Cernobyl: esperienze di cooperazione internazionale" è il
titolo dell'incontro che vedrà la partecipazione dell'USL 9 di Grosseto e
del Policlinico di Modena che hanno dato da sempre il loro supporto
medico-scientifico all'iniziativa: una vera e propria postazione medica che
ha monitorato la situazione sanitaria nella provincia di Luninets in
Bielorussia, un'area poco studiata dal punto di vista sanitario e rimasta
ai margini degli aiuti umanitari. In questo lungo periodo il dr. Massimo
Tosti Balducci, che opera presso l'Ospedale Misericordia di Grosseto, in
collaborazione con l'equipe del Prof. Carani del Policlinico di Modena, ha
elaborato una serie di dati trasmessi dai medici che hanno lavorato in
Bielorussia nell'Ambulatorio mobile messa a disposizione da Legambiente. I
risultati raggiunti saranno resi noti durante il prossimo convegno medico:
tre anni di intenso lavoro che hanno permesso di eseguire 14.000 ecografie
di cui 6000 su bambini e 450 esami citologici effettuati tramite
agoaspirazione: dati che hanno confermato che l'area studiata è una zona di
moderata carenza iodica che presenta però una prevalenza di gozzo nel 60%
della popolazione sottoposta ad esami. Un altro importante risultato è
stato quello che ha permesso l'identificazione di 96 pazienti affetti da
tumore alla tiroide (lo 0,7% delle persone esaminate) che altrimenti
sarebbero rimasti senza cure.

"Quello realizzato attraverso l'Ambulatorio Mobile - afferma Massimo Tosti
Balducci, che parteciperà al convegno di Pinsk in rappresentanza dell'USL
di Grosseto insieme ad Angelo Gentili di Legambiente - è uno screening
tiroideo di importante valenza scientifica che si inserisce in un momento
cruciale per le valutazioni sull'impatto dell'incidente nella popolazione
colpita" .

"L'ambulatorio mobile - conclude Angelo Gentili, della Segreteria Nazionale
di Legambiente - sarà donato da Legambiente con tutta l'attrezzatura finora
utilizzata alle autorità sanitarie bielorusse che hanno partecipato allo
studio e pertanto potrà proseguire anche in futuro nella sua azione di
monitoraggio della popolazione".