[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [ecologia] Re: un po' di confusione? no, grazie :)



Io non mi ritengo una persona maleducate e tantomeno aggressiva, ma se mi posso permettere "hai rotto le palle". Se hai bisogno di sfogare le tue sacrosante paranoie trova un altro mezzo di comunicazione più consono. Qui si vorrebbe parlare e riflettere di ecologia e tutto questo panegirico non ha niente a che vedere con l'ecologia. Cortesemente rispetta l'indole e il desiderio di perfetti sconosciuto di voler confrontarsi su argomenti STRETTAMENTE rilevanti sul''ecologia.

Ti porgo i mie più distinti saluti e ti nvito ad iscriverti ad un'altra newsletter, fermo restando che non risponderò ad alcun a tua email di commento/digressione perchè NON PERTINETE.

Saluti

Claudio Savelli
Il giorno 15/dic/06, alle ore 15:23, <info at diffondilaparola.com> ha scritto:

Danilo D'Antonio,
lei ha espresso un sacco di giudizi senza conoscermi affatto. Ritengo la sua una vera presunzione e in fatto di confusione credo che lei abbia molto da lavorare per chiarirsi le idee e, soprattutto, comprendere il vero significato di parole come religiosità, spiritualità,superstizione o di concetti come fede seriamente vissuta, trasmissioni di valori in cui si crede ecc. La sua è la tipica arroganza di chi si ritiene detentore della verità. Ma quale verità? quella che ha compreso lei documentandosi e leggendo cosa? La fede cristiana ha più di duemila anni di storia ed è stata, e lo è tuttora, pagata con il sangue dei martiri.
BUON NATALE
Gaetano Lastilla
 
P.S. - Ho espresso concetti miei, con parole mie, non ho copiato da nessuna parte.
 
 
----- Original Message -----
From: "Laboratorio Eudemonia" <eulab at hyperlinker.com>
Sent: Friday, December 15, 2006 12:39 PM
Subject: [ecologia] Re: un po' di confusione? no, grazie :)

>
>
>
> On 14/12/06 at 21.44 corrado wrote:
>
>>Concordo la spiritualità è parte essenziale dell'ambientalismo (anche
>>per me che non sono religioso) e ognuno ha diritto di esprimerla come
>>crede, corrado
>
>
>
>
> Gentile Professor Poli,
>
> sono lieto sia intervenuto, ed anzi colgo quest'occasione per complimentarmi per l'uscita del suo ultimo libro.
>
> Saluto e ringrazio molto anche Stefano per il suo intervento moderatore, e lo prego di concedermi alcune altre parole per definire una questione che infine ha a che vedere con l'ambiente, anzi: con l'ecologia.
>
>
> Se permette, Professor Poli, partirei da quest'ultima sua frase:
>
>>ognuno ha diritto di esprimerla come
>>crede
>
> Personalmente penso che ad ogni diritto debba corrispondere un preciso dovere.
>
> In questo caso, è più che giusto che ognuno abbia la possibilità di dir la sua.
>
> E' anche necessario però che ognuno, nel far uso di questo diritto concesso dalla società, restituisca a quest'ultima almeno pari valore di quanto gli è stato concesso, assumendosi il dovere di esprimersi correttamente e soprattutto di essere nel giusto, quindi innanzitutto non riferendo o riportando alla cieca cose sentite o lette, ma esprimendosi in prima persona con parole proprie, dopo aver compiuto ricerche e studi di evidente valore.
>
>
>>non sono religioso
>
> Sinceramente non credo sia così, altrimenti ora non sarebbe qui, insieme a noi ad esporci la sua visione delle cose.
>
> Ad esempio, personalmente, sono persona molto religiosa, legata ed a stretto contatto con gli altri.
>
> Al contrario non sono affatto superstizioso, in quanto invece di arrogarmi un indegno diritto di dir quello che mi pare e piace, senza averci riflettuto nè conosciuto a sufficienza la materia, invece di far da ottuso, passivo megafono alle arcaiche, fatiscenti idee di chissà chi, mi impegno, mi assumo il dovere di conoscere in prima persona ampiamente e profondamente la faccenda che mi interessa, e di esprimere con parole ed idee mie, non con quelle di altri, soprattutto non con quelle di una propaganda superstiziosa, ciò che mi sta a cuore.
>
>
>
>>Concordo la spiritualità è parte essenziale dell'ambientalismo
>
> Professore: la parola "spiritualità" è un termine arcaico e confuso, che non chiarisce ma anzi contribuisce a far confusione, e ad accecare completamente la mente di quelle persone che non hanno ancora coltivato a sufficienza o per nulla il loro intelletto.
>
> Personalmente preferisco esprimere chiaramente, dopo averlo naturalmente approfondito, ciò che intendo dire. Ben vengano allora espressioni come "ecologia profonda", che accenna alla profondità, alla accuratezza, alla stretta prossimità, all'aggrappante contatto, alla compenetrazione che qualsiasi essere vivente non può, semplicemente schiudendo i suoi sensi, non rilevare nei confronti, non solo della natura, ma della realtà tutta.
>
> Ed ancor più ben vengano espressioni fresche, non ripetute, ma di prima mano, esperite e riportate in prima persona, per evitare che anche espressioni di indubbio valore alla fine, ripetute ciecamente, perdano la loro genuinità e forza.
>
>
> Per quanto sopra, sarò grato, profondamente grato, a chiunque, e ne diventerò fratello, contribuirà a fare chiarezza, in quest'epoca di sterminata confusione.
>
>
>
> I migliori saluti ed ossequi.
>
>
> Danilo D'Antonio
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
> --
> Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/ecologia/maillist.html
> Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/ecologia
> Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
>
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
>
>