[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

per una ecologia della mente





--------------------------------
    -- Conosci te stesso! --
  per una ecologia della mente
--------------------------------


Non c'è antico o moderno saggio che non ci suggerisca di continuo di impegnarci a 
conoscere noi stessi. Quale n'è il motivo? E possibile che avendo già vissuto parecchi 
anni non ci si conosca già a sufficienza? 

Il motivo dell'esortazione, in verità, consiste nel fatto che ognuno di noi è 
contemporaneamente strumento di rilevazione e misura, nonché di interazione, con la 
realtà tutta. Ora: non conoscendo bene uno strumento, il suo utilizzo non potrà che 
essere approssimativo e rozzo, con inevitabili scarni risultati. Ed è proprio questo che 
avviene infatti generalmente con noi stessi. 

Perché non solo è possibile che, pur vivendo già da un po', non si sia ancora raggiunta 
una buona conoscenza di noi, e quindi della realtà, ma è propriamente impossibile questo 
sia accaduto, a meno di aver studiato e praticato per un tempo sufficiente conoscenze, 
metodi e tecniche mentali specifiche, del tutto sconosciute agli odierni programmi 
scolastici, senza le quali non è possibile far l'ingresso in noi stessi, immergerci 
efficacemente nella nostra interiorità, illuminarla con la nostra stessa coscienza, e 
vederla quindi potenziata di conseguenza. 

Senza considerare il fatto che tuttora la società effettua un continuo acculturamento, un 
vero e proprio ammaestramento dell'individuo, fin dal suo primo vagito, trasformandoci 
tutti nel tempo in veri e propri burattini, marionette che non si accorgono di essere 
attaccate a dei fili che li guidano in ogni loro pensiero od azione. Accalappiati da 
questa trappola culturale, riteniamo di essere genuinamente noi stessi, mentre in realtà 
altro non siamo che pura e semplice espressione altrui. Ognuno di noi, senza aver 
attivato un processo in grado di fargli prendere coscienza di tutto ciò, senza essersi 
affrancato da questa ipnosi di massa, non avendo ancora avuto la gioia di scoprire chi 
sia realmente, quale sia la sua propria personalità. 

Senza considerare il fatto che tuttora la nostra civiltà è completamente focalizzata 
sugli artificiali principi da essa concepiti, sulle leggi da essa stessa emesse, mancando 
invece di segnalarci l'esistenza e di indicarci anche i più potenti, perché ampi ed 
immutabili, principi naturali che governano il cosmo e la stessa nostra realtà 
quotidiana. Le regole sociali cercando, e questo sì è un bene, di mitigare le crude leggi 
di natura, ma non potendo certo nemmeno pensare di annullarne l'influsso, e per questo 
motivo dovendo noi sempre tenerle presenti. Le continue tragedie vissute dalle nostre 
società derivano appunto in massima parte da queste due sue azioni di addottrinamento e 
mistificazione. Non essendo nemmeno pensabile che chi voglia intervenire in un modo 
realmente positivo sulla società possa derogare da un prioritario, sistematico intervento 
su di sè, teso a de-ipnotizzarsi ed a restituire piena energia alle sue sensibilità 
originarie. 


Due anni: tanto è necessario, al meno, ad avviare un processo che successivamente, col 
tempo, ci condurrà ad accrescere così tanto le nostre percezioni e capacità quant'è la 
differenza che intercorre tra la potenza del Saturno 5, che portò tre uomini sulla Luna, 
ed una qualsiasi auto, che ci scorazza in città. Quali che siano le nostre aspirazioni, i 
nostri desideri, i nostri obiettivi, le nostre necessità, saremo comunque aiutati ad 
esaudirli ed a soddisfarle, con l'unica condizione che il più elevato livello di 
consapevolezza che avremo raggiunto ci renderà impossibile, perché divenuto per noi 
stessi ingiustificabile, insopportabile, intollerabile, comportarci malamente. 


Chi volesse provare a verificare che queste non son vuote parole bensì paventanti una 
concreta e più che appetibile possibilità di evoluzione personale, e quindi infine 
sociale, non ha che da mettersi alla ricerca dei testi giusti, esplorando a fondo 
biblioteche e librerie e soprattutto, dopo aver ringraziato la buona sorte di averla, 
Internet. La ricerca sarà difficile, perché tali testi sono sepolti sotto valanghe di 
inutili best seller, se non addirittura nascosti in qualche magazzino. 

Ma a chi cerca e non s'arrende la vita serba sempre dolci sorprese. 

Chi volesse avviare fin da questo istante il suo percorso di liberazione e scoperta dei 
suoi propri sogni, può avvicinarsi a questo nuovo mondo anche accedendo at: 

http://path.hyperlinker.org 

dove troverà i primi rudimenti. 


I migliori saluti e buona cerca, 

dan_hyperlinker 

Laboratorio Eudemonia
eulab.hyperlinker.org


CTS/V1.0 - 28/01/38