[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

la meridiana edizioni in rete 2/2008



Title: La meridiana edizioni in rete

 

Newsletter 2/2008

 

 

 

“Se noi non possiamo predire il futuro è unicamente perché non abbiamo abbastanza

sensibilità di intelligenza e di conoscenza…

Penso che il problema etico debba essere la lotta permanente contro

la crudeltà umana, cioè contro la barbarie umana.

Penso che un problema etico e politico fondamentale è, e deve essere,

il lottare contro la barbarie.”

 

 

 

La citazione è tratta dall’intervista a Morin al nostro convegno Doppio senso. Relazioni finite. Educare al cambiamento.

Ci piace e ci serve per legare gli eventi e gli appuntamenti che segnaliamo all’inizio di questa news letter.

 

Forse non tutti o non tanti hanno letto e approfondito il pensiero di Hannah Arendt. La sua affermazione “la banalità del male” è però sicuramente nota. A partire dalle riflessioni del processo al nazista Otto Adolf Eichmann, Paola Bigatto porta in scena lo spettacolo “La banalità del male”. L’appuntamento è il 21 febbraio alle 21,00 al Teatro Kismet OperÀ di Bari. Prima dello spettacolo, alle ore 19,00, in collaborazione con il Teatro Kismet e l’Università di Bari, promuoviamo, come casa editrice, un confronto tra Francesco Fistetti, Francesca R.Recchia Luciani, Giovanna Leone per approfondire una domanda: ”Come si può educare a un pensiero che non banalizzi il male fino a farci credere che esso stesso sia banale?. Il male estremo, rappresentato nel caso di Eichmann dal Nazismo non resta relegato – ci dice la Arendt - nei responsabili dei massacri e dell’organizzazione, ma appare come una realtà sempre presente, in agguato nella pigrizia mentale, nell’inattività sociale e politica, nel delegare le scelte di vita ad altri da noi, nell’usare la mediocrità come alibi morale. Coloro che sono sfuggiti a questo meccanismo dimostrano che la capacità di giudizio, che ci esime dal commettere il male, non deriva da una particolare cultura, bensì dalla capacità di pensare. E dove questa capacità è assente, là si trova la “banalità del male”. Chi può, non manchi. L’invito è soprattutto rivolto agli insegnanti e agli educatori e agli studenti. Al botteghino del Kismet, chi porterà copia della nostra news letter, godrà della riduzione “socio Kismet” per lo spettacolo. L’incontro è invece aperto a tutti.

 

Il 15 marzo a Bari si celebrerà la XIII giornata della memoria e dell’impegno promossa da Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. La giornata è dedicata a tutte le vittime della mafia. Dai nomi più famosi a quei semplici cittadini, magistrati, giornalisti, operatori delle forze dell’ordine, imprenditori, sindacalisti, sacerdoti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere. Farne memoria per ricordare che siamo una comunità che vive nel coerente rispetto di tutti di regole e valori. Per informazioni e adesioni www.liberapuglia.it

 

A proposito di regole e come strumento di preparazione per le scuole, i gruppi che parteciperanno alla Giornata della memoria, ricordiamo e suggeriamo il nostro volume Le regole del gioco. Manuale per educare al senso delle regole. Il libro, di recente ristampato e dunque nuovamente disponibile, è uno strumento utile e intelligente perché propone attività che non solo aiutano a capire l’importanza di condividere regole e principi ma soprattutto a cambiarle, se necessario, insieme. Insomma un libro utile per educare a un’etica della responsabilità e della cittadinanza.

 

Tra i diversi appuntamenti segnaliamo che l’8 marzo a Bologna, Maurizio Stupiggia, presenterà il volume Il corpo violato, mentre Monique Pistolato sarà a San Donà di Piave a parlare di giovani e scelte di vita, Nicola Iannaccone a Mede con Né vittime, né prepotenti e Christian Crocetta a Merano con SMS Se mi senti.

 

Sempre l’8 marzo, ma questa volta a Milano, segnaliamo l’incontro promosso dall’associazione Noi siamo Chiesa: La Chiesa e le violenze sulle donne. Forse non c’è momento migliore per affrontare questo tema e approfondirlo anche attraverso la lettura del testo di John Wijngaards, Né Eva, nemmeno Maria.

 

Tra gli eventi anche Il Festival della matematica a Roma dal 13 al 16 marzo. La seconda edizione del Festival della Matematica, organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, sarà dedicata alle applicazioni della Matematica ai diversi campi della conoscenza. Chi volesse giocare con la matematica, ricordiamo il nostro libro Matemagica

 

Per buttarsi in rete:

-         Per segnalare iniziative o esperienze da mettere in rete, per proporre temi su cui aprire riflessioni inviate una mail a informazione at lameridiana.it

 

-         Se credete che alcune segnalazioni di questa news possano interessare altre persone, rigiratela al loro indirizzo e a info at lameridiana.it

 

-         Ci aiutate ad allargare la rete? Segnalateci persone o indirizzi a cui inviare la nostra prossima newsletter.

 

A presto

A norma del D.Lgs 196/2003 abbiamo reperito la tua e-mail direttamente da un messaggio che ci avevi precedentemente inviato, su tua esplicita comunicazione, navigando in rete o da un messaggio che ha  reso pubblico il tuo indirizzo di posta elettronica. Sul sito www.lameridiana.it è possibile scaricare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessi ricevere ulteriori comunicazioni, ti preghiamo di inviare una e-mail a info at lameridiana.it con in oggetto il messaggio: Cancella. Grazie.

 

 

 

Allegato Rimosso
Allegato Rimosso
Allegato Rimosso