[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Veronesi e gli OGM e l'importanza di chiamarsi Paolo



Non so se questa mia è in sintonia con la discussione in corso, forse sì e forse no. 
Dovete comunque sapere che sono nato in seguito alla fuga compiuta dai miei nonni dalla 
nicchia ebraica, cioè si sono "convertiti" in tempo utile prima di far la fine del pollo 
arrosto in qualche forno crematorio della grande Germania hitleriana. Sì sono un 
"marrano" il mio cognome era Arpino (una paese della Ciociaria che vanta la nascita di 
Cicerone fra i suoi cittadini nonché il cav. d'Arpino pittore manierista e maestro  del 
Caravaggio. Tempo fa, poco tempo fa, un'amica mi chiede una recensione per una mostra di 
un suo amico su tema di San Paolo, anch'egli, oltre che mio omonimo, ebreo convertito al 
cristianesimo, ma per altre ragioni, immagino... Comunque dopo che scrissi questa 
recensione che potete leggere dabbasso, quel pittore non solo non mi ha ringraziato ma è 
sembrato molto scocciato della mia intromissione e del raffronto culturale da me fatto 
sulla figura di San Paolo. Ogni tanto, a parte questo fatto, qualcuno scoprendo che 
"avrei potuto essere ancora ebreo se i nonni non avessero cambiato idea (e quindi -di 
fatto- sono ebreo- commentano: "lo sapevo, infatti hai proprio la faccia da ebreo ed a me 
gli ebrei sono antipatici.." così mi dicono... e son passate tre generazioni dacchè non 
sono più ebreo, anzi non lo son mai stato... sono stato battezzato cn un nome cristiano 
ed ho fatto pure la comunione, la cresima e tutti i sacramenti comandati dalla chiesa 
(certo ero bambino e non capivo certe cose), ora che sono adulto e laico e non mi 
considero di nessuna religione od etnia c'è ancora qualcuno che mugugna: "Lo sapevo io... 
infatti hai proprio la faccia da ebreo...".  Perchè dico questo e così a lungo? Ovvio, mi 
preparo nel caso qualcuno decidesse di riaprire e camere a gas, annuncio la mia origine 
mai rinnegata mai accettata, ma siccome sono quello che sono che posso farci, alle brutte 
potete mettermi in croce e darmi la colpa di tutte le nefandezze sulla terra, comun¿Ed 
ora ecco la recensione proibita e buona lettura (lo so che molti in questa catena mi 
considera un logorroico, pazienza.. potete sempre leggere a metà, un terzo, oppure 
cancellare la mail oppure cancellarvi dalla mailing list, finchè il server non mi scaccia 
resto anch'io nel mucchio, contenti?
--------------
L’importanza di chiamarsi “Paolo” nella visione di Sergio Favotto. Opere in mostra sino 
al 21 settembre 2008. Chiostri e Sala dell’Immacolata,   Basilica XII Apostoli a Roma.

Già solo a cominciare il discorso un po’ mi vergogno… infatti come posso io, che non sono 
un critico d’arte,  e nemmeno ho visitato questa mostra  delle opere di Sergio Favotto, 
esprimermi sui contenuti pittorici  espressi sul controverso santo Paolo?  Mi è capitato 
di vedere, tramite una lettera ricevuta esplicativa da una cara amica di Roma, alcune di 
queste “opere sanguigne” e ne son rimasto molto toccato, qualcosa si è aperto in me che 
mi spinge a commentare gli aspetti descritti…. Tanto per cominciare ascolto che San Paolo 
era un ebreo che si convertì al cristianesimo -dicono i cristiani- ma strettamente 
parlando non è così, infatti in quegli anni non vi era separazione fa ebrei e cristiani, 
entrambi attingevano alla stessa cultura religiosa e in verità i cristiani erano 
semplicemente una setta ebraica, quindi sarebbe più corretto dire che San Paolo era un 
“seguace” di Cristo, come avrebbe potuto esserlo di Mosè, di Daniele,  o di qualunque  
profeta  che nella tradizione ebraica -di tanto in tanto-  appariva sulla scena.  Allo 
stesso tempo si può affermare che il cristianesimo non sarebbe mai nato senza l’opera 
alacre di San Paolo e quindi San Paolo è realmente un “discepolo” di Cristo. E ciò mi 
piace, infatti l’essere discepolo è una grande condizione psichica, soprattutto avendo 
conosciuto Cristo solo “in spirito”.  
Andando avanti nelle considerazioni vissute dirò che anch’io  mi chiamo Paolo ed anch’io, 
o meglio la mia famiglia, per una serie di circostanze non dipendenti dalla  mia volontà, 
passò dall’ebraismo al cristianesimo… No, non avvenne per conversione vera e propria ma 
avvenne perché altrimenti  i miei nonni sarebbero finiti in un lager nazista… E di ciò 
ringrazio gli eventi,  quindi  –insisto- io non mi sento  un “convertito” ma apprezzo 
l’idea di essere stato toccato da questa grazia indiretta del Cristo. E perché dico ciò?  
Semplicemente perché in seguito a “quel fatto” ora posso considerarmi cittadino del 
mondo, laico, spiritualista e libero da ogni ascendente religioso sia ereditato che 
scelto. 

Anch’io come Paolo ho avuto la mia “illuminazione” ma è quella della non appartenenza 
religiosa e chissà che lo stesso processo, in forma inversa, non sia avvenuto anche nel 
cuore del mio omonimo antesignano? 
Ecco, osservando “le opere sanguigne” di Favotto mi è venuto in mente tutto ciò ed 
improvvisamente mi son sentito vicino a San Paolo come non mai. Nel contempo mi son 
ricordato di Treviso, l’ho rivalutata nella mia mente cancellando l’acquisita immagine 
goliardica di “Amici miei”  e riprendendo invece l’immagine del Politeama e della cultura 
Veneziana aperta e sincretica nella quale Treviso è nata. Per queste ragioni messe 
assieme ho scritto questa “anomala” recensione sulle opere di Sergio Favotto.     

Paolo D'Arpini
www.circolovegetarianocalcata.it
“Roma. A poco più di due mesi dall´apertura ufficiale dell´Anno Paolino, il pittore 
trevigiano  propone una mostra d´Arte Sacra dedicata a San Paolo, l´ebreo ortodosso di 
cultura greca e cittadinanza romana, personaggio chiave della diffusione del Vangelo: 
infaticabile comunicatore, consapevole di possedere un messaggio che ha cambiato il 
mondo, è particolarmente vicino al mondo contemporaneo.
Leggere la sua vita, interpretare la sua carica umana e disegnare le sue vicende 
avventurose è stata una
scommessa che Favotto ha tradotto in venti tavole a sanguigna
lumeggiata a biacca,  esposte dal 6 al 21 settembre nella Basilica dei SS. XII  Apostoli”.

---------- Initial Header -----------

From      : ecologia-request at peacelink.it
To          : ecologia at peacelink.it,"ecologiapolitica" ecologiapolitica at 
yahoogroups.com,"unionvegan" unionvegan at libero.it
Cc          : "coordinamento" coordinamento at climatealliance.it
Date      : Fri, 26 Sep 2008 17:59:52 +0100 (GMT+01:00)
Subject : R: [ecologia] Fwd: Veronesi e gli OGM







> evita l'antisemitismo della prima frase e tutto diventa più 
> accettabile 
> 
> ----Messaggio originale----
> Da: agernova at libero.it
> Data: 
> 26-set-2008 13.02
> A: <ecologia at peacelink.it>, "ecologiapolitica"
> <ecologiapolitica at yahoogroups.com>, "unionvegan"<unionvegan at libero.it>
> Cc: "coordinamento"<coordinamento at climatealliance.it>
> Ogg: [ecologia] 
> Fwd: Veronesi e gli OGM
> 
> 
> Veronesi e gli OGM
> 
> Non si tratta di 
> Incongruenze
> Veronesi... il cui cognome che dice molto... (alcuni ceppi 
> di coloro  
> che si autoproclamano "popolo eletto" e che nelle feste 
> nazionali  
> hanno gli anniversari degli Stermini di altri popoli...
> ..
> prendevano i cognomi delle città in cui si insediavano)
> sa benissimo 
> quali sono i danni degli OGM
> Proprio per questo mangia Macrobiotico e 
> Vegetariano...oltre che  
> Biologico - Biodinamico
> anche la Mensa della 
> Monsanto è Biologica...
> Chi fabbrica armi di distruzione di massa...
> mica le punta su se stesso, o no?
> Il piano della Monsanto - Rockefeller 
> e di altri Banchieri-  
> Multinazionali ad essi collegati è quello di
> distruggere tutti i semi naturali del mondo attraverso Ibridi che  
> fanno perdere le caratteristiche alle varietà locali una volta  
> impollinate
> e OGM con Geni terminator che sterilizzano le varietà 
> locali e si  
> atosterilizzano, con azione dominante...
> Intanto loro si 
> son costruiti la banca del germoplasma naturale sotto  
> terra alle 
> Isole Svalbard...
> e le loro OASI BIOLOGICHE, rigorosamente OGM Free...
> difese dagli eserciti...
> la Casta si appresta alo sterminio di massa
> un 
> Olocausto premeditato e ripetuto da almeno 50 anni (cominciando con  
> pesticidi ed ogni altra porcheria immessa nei cibi... dopo gli  
> esperimenti preliminari nei campi di sterminio...)
> Un olocausto per il 
> quale il Dr. Giuseppe Nacci al Convegno recente  
> tenutosi al SANA di 
> Bologna , contro gli ogm, ha chiesto una seconda  
> Norimberga
> per 
> quelle Multinazionali che ieri si coalizzarono per far scoppiare  
> la 
> seconda guerra mondiale
> e che ora vogliono tenersi stretto l'affare del 
> Secolo... il Cancro
> ...infatti uno degli scopi principali degli OGM, se 
> non il prioritario,
> oltre a quello di indurre mutazioni artificiali e , 
> pertanto effetti  
> teratogeni e canccerogeni...
> è quello di rendere 
> impossibile le terapie naturali contro il Cancro
> (es. Terapia Gerson) 
> che si basano sull'evitare una dieta che contenga  
> contemporaneamente 
> tutti gli aminoacidi essenziali
> ion modo da togliere al cancro ...
> l'alimentazione
> e sull'apporto di migliaia di vitamine naturali il cui 
> ruolo è quello  
> di provocare la morte delle cellule cancerogene e 
> riparare il DNA  
> umano..
> Gli ogm dal momento che vengono modificati 
> con batteri e virus
> producono tutti gli aminoacidi essenziali...
> e 
> vengono prodotti vegetali con fortissima riduzione delle  
> vitamine...
> semplicemente per renderli conservabili più a lungo dal  
> momento che 
> le vitamine si ossidano precocemente)
> 
> Fermiamo gli OGM !!
> Il nostro 
> comitato si Propone immediatamente
> 1. Richiesta di un decreto Uregente 
> che mantenga la tolleranza zero  
> OGM nei prodotti biologici, 
> altrimenti il 1 gennaio 2009 tutto sarà  
> contaminabile da ogm (ed a 
> quel punto potranno essere ammesse le  
> coltivazioni con inquinamento 
> irreversibile)
> 2. Ricorso immediato in corte di Giustizia UE sulla 
> nuova normativa  
> europea del Bioogico, al vine di rispettare il 
> Principio di  
> Precauzione del Trattato di Maastricht e i criteri di 
> libera scelta  
> dei consumatori che non vogliono alimentarsi con OGM e 
> che oggi  
> possono farlo scegliendo prosotti biologici
> 3. Ricorso in 
> Corte Costituzionale in quanto in materia di salute le  
> norme Europee 
> non possono prevaricare le norme nazionali
> 4. Referendum Contro gli OGM 
> , già depositato in Cassazione, su cui e  
> necessario attivare la 
> raccolta di Firme
> 
> mandate le adesioni
> cari saluti
> Giuseppe Altieri
> Accademia Mediterranea per l'Agroecologia e la Vita
> tel 075-8947433
> www.
> mangiacomeparli.net
> www.agernova.it
> 
> Il giorno 25/set/08, alle ore 14:
> 41, circolo.vegetariano at libero.it ha  
> scritto:
> 
> ciao Paolo, purtroppo 
> è vero. Molte persone iniziano a riflettere  
> sulla qualità dei cibi 
> che introduciamo, ma le pressioni mediatiche  
> sono molte.
> Una mia 
> amica lavora fianco a fianco con la figlia di Veronesi (il  
> quale, non 
> è un segreto, possiede una consistente quota della  
> Monsanto) e mi 
> parla di incongruenze continue, per esempio sono  
> vegetariani e 
> promuovono studi
> sull'alimentazione macrobiotica, poi difendono a spada 
> tratta gli ogm.  
> Ma soprattutto sfruttano il loro potenziale 
> carismatico per ridurre a  
> imbecilli chi pensa il contrario.
> Penso 
> anche io che si debba coinvolgere le persone che ci stanno  
> intorno, 
> ma spesso è difficile perchè il metro di misura ancora una   
> volta 
> sono il denaro e le fatiche che ormai sono ritenute inutili. Un  
> caro 
> saluto. Laura
> 
> 
> -----Messaggio originale-----
> Da: circolo.
> vegetariano at libero.it [mailto:circolo.vegetariano at libero.it]
> Inviato: 
> giovedì 25 settembre 2008 11.31
> A: calcata2008
> Oggetto: Disinformazione 
> sugli OGM, la gente non sa i rischi che corre
> la vita con tali 
> manipolazioni. Una lettera a riprova della infingardia
> giornalistica 
> sul merito. Comunicare la verità oltre la gabbia in cui
> siamo finiti.
> 
> 
> Cari amici, avevo scritto tempo addietro che occorre portare avanti
> l'informazione sul rischio per la salute e per l'ambiente causato  
> dagli OGM.
> Alcuni di voi avevano dichiarato che tale informazione è 
> ormai inutile  
> in
> quanto "il 75 per cento della popolazione è già al 
> corrente di queste  
> cose"
> (Altieri). Ho ribattuto e ribatto ora che è 
> esattamente il contrario  
> ovvero
> che nemmeno il 10 per cento della 
> popolazione è al corrente dei rischi
> connessi all'OGM. A riprova di ciò 
> vi invio la lettera ricevuta  
> stamattina
> da una amica, docente di 
> scuola superiore, che mi parla proprio di  
> questo
> argomento.
> Dobbiamo 
> uscire fuori da questo ghetto di internet o delle conferenze  
> ad hoc
> per addetti ai lavori in cui ce la cantiamo e ce la suoniamo fra di  
> noi...
> Bisogna cominciare  a parlare con la gente per strada, con i  
> contadini, con
> chiunque abbia un minimo di intelligenza a capire una 
> verità che  
> ancora non
> si conosce o  viene negata o  "travisata" come 
> "diritto alla ricerca
> scientifica" e in questo mi riferisco alla 
> posizione di parecchi amici
> radicali e laici che poco capiscono di 
> queste cose...
> 
> Paolo  D'Arpini
> www.circolovegetarianocalcata.it
> -------------------------
> Ecco qui dabbasso la corrispondenza 
> intercorsa:
> 
> 
> Ciao Paolo, felice giornata...sto uscendo di corsa per 
> andare a  
> "scuola", ma
> ti scrivo due righe per raccontarti il sogno di 
> questa notte! Leggevi
> l'articolo che ti ho inviato ieri sera, circa 
> l'alluvione in varie zone
> dell'India e mi scrivevi che, però, al 
> momento, i tuoi pensieri sono
> concentrati sul discorso del 
> bioregionalismo, perchè questione, ora,
> fondamentale! Parlavamo poi 
> degli Ogm...
> Stamane all'alba accendo la televisione e un giornalista 
> stava proprio
> leggendo alcuni articoli sui quotidiani di oggi! Pagina 
> tre del Corriera
> della sera (credo): IL PROFESS.
> VERONESI, loda gli 
> OGM, dicendo che sono un buoni alleati per la nostra
> salute.... sono 
> sconvolta!!!!
> Scappo..è tardiiii!!! A dopo, un abbraccio
> Antonella
> 
> ------------------------------
> Cara Antonella, hai letto sul nostro 
> sito la relazione del Prof. Nacci  
> sugli
> OGM?
> 
> 
> http://www.
> circolovegetarianocalcata.it/2008/09/19/relazione-del-dr-giuseppe
> -
> nacci-al-convegno-sana-bologna-2008-13-settembre-promosso-da-aam- 
> terra-nuov
> a-coordinamento-scientifico-studio-agernova/
> 
> 
> 
> E' evidente 
> che Veronesi è in malafede..... il motivo per cui loda gli  
> OGM
> mi 
> sembra tangibilmente posto nell'ambito d'interesse privato.
> Comunque 
> comunicherò  con gli amici che si stanno occupando  
> dell'emergenza
> OGM 
> e poi ti faccio sapere.
> Stai tranquilla che le bugie hanno le gambe 
> corte!
> Ciao, Paolo
> ---------------------------
> 
> Vi prego di inviare 
> commenti su questa lettera e vi ricordo che il 4  
> ottobre
> a Faleria 
> (Vt) il dr. Ciro Aurigemma parlera di queste cose,  
> soprattutto in
> chiave alimentare ed etica, durante l'incontro "Città Regione  
> Bioregione" in
> Via San Giuliano all'ex Lazzaretto alle h. 15.30. Non 
> mancate di  
> informare
> amici e parenti!
> 
> 
> 
> 
> 
> __________ Informazione 
> NOD32 3460 (20080922) __________
> 
> Questo messaggio  è stato controllato 
> dal Sistema Antivirus NOD32
> http://www.nod32.it
> 
> 
> 
> 
> 
> 
> 
> --
> Mailing list 
> Ecologia dell'associazione PeaceLink.
> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: 
> http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi: http:
> //lists.peacelink.it/ecologia
> Area tematica collegata: http://italy.
> peacelink.org/ecologia
> Si sottintende l'accettazione della Policy 
> Generale:
> http://web.peacelink.it/policy.html
> 
> 
> 
> 
> 
> --
> Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/ecologia
> Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/ecologia
> Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
> http://web.peacelink.it/policy.html
> 
>