[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Petizione Vegetariana all'Onu. Presentazione l'8 novembre 2008 durante la tavola rotonda su "Il Ciclo della Vita" - Palazzo Baronale di Calcata. Comunicato stampa



Cari amici vegetariani, ecologisti e spiritualisti laici,
vi sottopongo questa petizione indirizzata all'ONU per combattere la fame nel mondo e 
cercare di aiutare la Terra a risollevarsi dall'inquinamento causato dall'insensato 
utilizzo delle risorse.
Vi prego vivamente di pubblicare questo testo e divulgarlo in tutti i modi, cordiali 
saluti!
Paolo D'Arpini
www.circolovegetarianocalcata.it
------------------
Riferimenti:
http://un.evana.org/index.php?lang=en

Petizione 'FOOD VS FEED'

Al Segretario Generale dell'ONU

Nel 1996, la "Rome Declaration of World Food Security" riaffermò il diritto di tutti ad 
avere a disposizione cibo  sano e nutriente. I firmatari si impegnarono di sradicare la 
fame in tutti i paesi del mondo.

Nel 2008, la cattiva alimentazione e la carenza alimentare in molti parti del mondo è 
vieppiù in aumento, con nuove punte di sofferenza e malattia. Scarsi o devastati 
raccolti, aumento dei prezzi di alimenti primari, sistemi agricoli insostenibili sono tra 
i fattori che rendono la classe popolare vulnerabile ed a rischio di sopravvivenza.

Non è assolutamente accettabile che,  persino in una drammatica situazione che vede 
morire di stenti almeno sei milioni di bambini all'anno, grosse quantità di cibo 
dipsonibile vengono usate per allevare milioni di animali
da macello.


In nome dell'intelligenza e della giustizia umana non è più pensabile che dai 7 ai 16 kg. 
di soya o altri legumi,  che oltre 15.500 litri di acqua pulita, e circa 323 mq. di 
pascolo vengano utilizzati per la semplice produzione di
un kilo di carne (sì avete letto bene 1 kg. di carne) che verrà consumato da chi ha i 
mezzi per concederselo. Mentre le stesse sostanze potrebbero alleggerire notevolmente la 
fame di chi è nel bisogno.


Malauguratamente, anche se gli esperti della FAO considerano che il sistema corrente di 
super produzione alimentare sia una minaccia all'ambiente alcuni di questi "esperti" 
consigliano alternative persino più rischiose (come gli OGM? n.d.t) che promettono di 
creare ulteriori danni al già
devastato ambiente, senza sapere come andrà a finire...

Gli affamati del mondo, molti milioni di vegetariani e la gente che ha preso coscienza di 
questo stato di cose e cerca un'armonia con la natura,  hanno diritto di chiedere ed 
aspettarsi dai governanti e dai detentori del potere economico e scientifico soluzioni 
ecologiche, intelligenti e ragionevoli, come ad esempio il frugivorismo....

Per queste ragioni, noi chiediamo alle Nazioni Unite ed alle sue agenzie di interessarsi 
maggiormente alla "soluzione" vegetariana, studiandone i suoi diversi aspetti: sociali, 
anatomici, ecologici. economici, salutistici, etc.
In vista di ottenere risultati atti a combattere la fame nel mondo e riportare l'uomo in 
buona salute psicofisica.

(Traduzione dall'inglese di Paolo D'Arpini)

Questa petizione si chiude il 20 aprile 2009 e verrà consegnata in occasione della 
Giornata della Terra, il 22 aprile 2009 a New York, Roma e Ginevra.

Per firmare segui  la URL:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/10/29/petition-food-vs-feed-nourrir-la-population-vs-nourrir-les-animaux-cibo-contro-alimentazione-animale/

Grazie per l'attenzione!

P.S. La petizione verrà presentata in occasione dell'incontro del 8 novembre 2008, 
nell'ambito de Il Ciclo della Vita,che si tiene  al Palazzo baronale di Calcata in cui si 
parlerà di "Agricoltura bioregionale, alimentazione naturale e manipolazioni genetiche", 
inizio h. 16. In collaborazione con: European Consumers, Agernova, Rete Bioregionale 
Italiana, Associazione Vegetariana Italiana. 

Partecipano fra gli altri:
Prof. Michele Trimarchi
Dr. Giuseppe Altieri  
Dr. Nico Valerio
Dr. Ciro Aurigemma
Avv. Vittorio Marinelli