[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Perchè il sole e la luna non si incontrano mai?



 



Questo che vi presentiamo

è un libro di intrecci. Parla di volte celesti, pianeti, lune ma anche di colori, poesia, calcoli matematici ed esperienze.

La terra non è piatta ma sferica è un dato scientificamente acquisito ma può diventare anche un racconto e un’esperienza

che i ragazzi possono

fare a scuola e non solo “osservando” semplicemente Con il cielo negli occhi

(pagg. 216 Euro 18,00) perché come recita il sottotitolo si può imparare a guardare lo spazio e il tempo giocando.

Guardare il cielo aperto viene più spontaneo in un paese come Giove (sì è un paese vero, esiste in Umbria e si chiama così), in un promontorio della valle del Tevere, fra ulivi e viti o sulla riva di una spiaggia del salento. Ma anche il maestro che insegna ai ragazzi in città può incoraggiare i suoi allievi a guardare dalla finestra un angolo di cielo e a contare le stelle in una notte limpida e poi... saranno loro, i bambini, che incominceranno a fantasticare.

Solo il maestro? No. Anche i genitori. O gli animatori di gruppi ambientalisti o scout ad esempio. In fondo fermarsi a guardare il cielo è una cosa che i bambini e i ragazzi ci chiedono di fare. La loro curiosità talvolta ci stupisce. Dove va il giorno ad esempio quando viene la notte? E la luna dove si ripara dai raggi del sole? Perché l’orizzonte cammina avanti a noi? O come sono gli  altri pianeti?

Perché le stelle a volte sono tante e a volte non le vediamo affatto? E poi le stelle quante sono?

 

Questo libro non dà delle risposte “preconfezionate” ma suggerisce dei percorsi, dei giochi, delle esperienze da fare con i ragazzi per dar loro modo di capire, semplicemente osservando, dove vanno a finire il sole, la luna o le stelle, perché la terra è tonda e non piatta. E molto altro ancora.

 

Franco Lorenzoni, l’autore del volume, dice anche che “del cielo si può parlare, si possono guardare le figure o costruire modelli, ma se si vuole incontrare davvero un tramonto o la luna piena, dobbiamo imparare ad attendere… arrivare a sentire gli appuntamenti che il cielo suggerisce ai nostri occhi.” Questo libro allora ha anche questa ambizione: non solo aiutare, giocando, a scoprire il cosmo ma anche imparare che la conoscenza non è solo organizzazione e riduzione del mondo ai nostri schemi, ma anche tentativo continuo di ascolto dei più diversi linguaggi del cosmo.

 

Un libro, ricco di storie e miti, da sperimentare in questo che è l’anno internazionale dell’Astronomia. Per i vostri ordini info at lameridiana.it (sconto del 20% per chi ordina il volume entro il 28 febbraio).

Della stessa collana P come gioco ricordiamo la ristampa de L’Officina matematica (pagg. 216, Euro 18,00) di Emma Castelnuovo (sconto del 20% per ordini fino al 28 febbraio).

 

A tutti segnaliamo la nostra offerta di titoli dalla collana Partenze (50,00 Euro per 10 titoli) che trovate sul sito.

 

Il nuovo post nel nostro blog è una riflessione sul nostro non essere razzisti ma... Nell’assaggio di lettura un sostegno alla riflessione. Discutetene con noi