[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

I GRANDI AFFARI NELLE ECONOMIE DISUMANE.



I GRANDI AFFARI NELLE ECONOMIE DISUMANE.

Le Economie nei grandi interessi Politici studiati a tavolino, specialmente nella 
Pubblica Amministrazione, promuovono i grandi affari Regionali, Provinciali, Comunali, 
giocando volentieri con le vite umane, mentre alcuni esseri imbambolati dalle lusinghe di 
provetti ciarlatani, applaudono auspicando un ritorno al passato.

Le varie realtà che si scoprono a distanza di tempo a discapito dell’intero paese, sono 
sufficienti per mettere al bando tutte quelle filosofie politiche passate che hanno 
diffuso ingiustizie, infelicità e morte al popolo Italiano.

C’ è da riempire più di una prigione di Amministratori e servitori Pubblici Comunali, 
Regionali, Partiti Politici e tira piedi simpatizzanti, i quali hanno approfittato della 
poltrona autoritaria per riempirsi le tasche, benché sono stati rimunerati largamente 
oltre i meriti professionali.

Mi riferisco in modo specifico ai recenti fatti accaduti in Abruzzo, 293 vite perdute, 
oltre 1900 feriti e 40.000 famiglie sfollate nel recente terremoto, sottolineando che il 
movimento tellurico più forte è stato soltanto del 5, 4 grado della scala Mercalli, dove 
centinaia di abitazioni si sono ridotte ad un ammasso di polvere come fossero costruite 
con fango e cartone.

293 vite stroncate per l’incapacità o l’inerzia di chi di dovere, che aveva il compito di 
controllare sulle costruzioni oltre a valutare con più serietà l’allarme pervenuto da 
esperti in materia, i quali provengono da una scuola diversa dalle lobby politiche 
tradizionali che hanno in pugno il destino dei cittadini.

Non soltanto le colpe di chi ha progettato, costruito, unitamente alle responsabilità di 
chi di dovere al controllo nella Regione e nei Comuni, in aggiunta allo sciame sismico 
persistente da oltre 3 mesi e all’allarme lanciato dall’Astro-Fisico Gianpiero Giuliani, 
ma vorrei fare un ulteriore riferimento alla lettera inviata dal sottoscritto in data 27 
Maggio 2008 all’attenzione del Presidente del Parlamento Onorevole Gianfranco Fini 
sull’oggetto: “La Legalità che non c’è più a vantaggio dell’Illegalità dei Furbetti” dove 
riportava alcuni fatti completamente trascurati dalle Autorità, in merito allo scandaloso 
comportamento alquanto negativo di alcune Istituzioni tra le quali le Case Popolari 
IACP/ALER di Milano.

Un paragrafo di quella lettera riportava chiaramente quanto segue:

Da noi si pensa soltanto a imbrogliare, rubare, con forzature e illegalità da parte di 
quel Potere Intermedio a diretto contatto con le masse di cittadini, non curanti degli 
insegnamenti della fede, fraintesa da taluni come un’arma che agisce soltanto sugli 
stolti, e su coloro che adoperano la coscienza, a diretto vantaggio di chi non sa cosa 
sia.

La lettera faceva esplicito riferimento ad un imminente terremoto di proporzioni 
disastrose in linea fra il Lazio e l’Abruzzo:- 
Recentemente ho incontrato a Milano un Angelo Negro che ha a cuore il destino del mondo 
tormentato da esseri infami senza coscienza. 

.
Un uomo di colore che avevo conosciuto nei miei diversi viaggi di lavoro in Medio 
Oriente, mi ha riconosciuto e si è fermato, mi fece presente le tante ingiustizie del 
mondo Occidentale, come se fosse un sogno premonitore dove venivo informato che gli Dei 
hanno abbandonato il nostro paese posseduto da un esercito di Diavoli presenti nella 
Giustizia, nella Politica a vari livelli e nel Potere Finanziario, e per punizione 
avrebbero ordinato un terremoto devastante che avrebbe spazzato gran parte dell’Italia 
Centrale e Settentrionale fra l’Abruzzo e il Lazio.
 
L’Angelo di colore mi disse:-
La terra tremerà a lungo, causando migliaia di morti ed epidemie destinate a cancellare 
una buona fetta del paese dalle Carte Geografiche, dove la parte peninsulare verrebbe 
occupata dagli Arabi già presenti abbondantemente sul territorio, mentre il Nord Est 
andrebbe all’Austria e il Nord Ovest alla Francia, come punizione degli Dei per 
incapacità degli Italiani a gestire la Giustizia, le Politiche Sociali ed Umanitarie 
secondo gli insegnamenti Divini, o secondo Natura per i non credenti. 

Qualcuno penserà ad un brutto incubo in una notte particolare con qualche risatina, ma 
francamente non sono riuscito a captare il giorno e l’ora dell’evento.

Stando alle parole dell’Angelo di colore, suppongo:- 
Ciò che è accaduto recentemente in Abruzzo possa essere soltanto l’inizio di un evento 
ben più grave, sappiamo però che le più grandi scoperte naturali, come pure le grandi 
filosofie di pensiero appartengono indiscutibilmente all’Oriente.

I terremoti sono causati da ragioni molto diverse e secondo alcuni esperti non si 
preannunciano in tempi utili da poter difendere i malcapitati, mentre in verità in verità 
vi dico che per ogni evento naturale c’è sempre una logica e il suo sviluppo è graduale 
quasi segnalando in anticipo, badate che sto arrivando con l’effetto determinante, ma le 
varie politiche filosofiche che prevalgono sulla scienza, frenano qualsiasi 
approfondimento in favore degli interessi di parte.

Il Radon Gas scoperto verso la fine del 1800, è presente in quantità molto diffuse sulla 
crosta terrestre, quel gas che secondo l’Astro-Fisico Giuliani è il segno premonitore dei 
terremoti. 
In sostanza è soltanto uno dei vari segnali che pre-annunciano lo sviluppo di un 
movimento tellurico, conseguente alla pressione esercitata nel sottosuolo, ma la causa 
concatenante in superficie dipende dalla conformazione dello strato roccioso ed 
impermeabile della crosta terrestre in concomitanza con i fenomeni meteorologici.

Anticamente, ritenevano che la luna fosse la causa di molte avventure amorose e di 
altrettante avventure di terrore, ma la Mala-Politica, una funzione basata su filosofie 
di interessi più personali che Nazionali, ha preso il sopravvento sulla scienza, sulla 
Sociologia e sull’Umanesimo disseminando ingiustizie e morte.

L’Onorevole Presidente del Parlamento Gianfranco Fini non ha mai dato seguito al mio 
messaggio, la politica vive su dimensioni e forze di potere molto diverse dai comuni 
cittadini. 

.
Soltanto il Presidente Silvio Berlusconi fa eccezione al tradizionale comportamento della 
maggioranza degli Onorevoli, i quali non hanno ancora capito che sono semplici servitori 
pubblici e anch’essi sono soggetti alla sofferenza e alla morte.

Facendo un conto Economico relativo al fatto accaduto in Abruzzo, 289 vite umane che 
potevano essere salvate, delle quali 160 pensionati che hanno arricchito di colpo le 
casse dell’INPS e della Sanità pubblica.  

Oltre due miliardi e mezzo di risparmio all’anno in pensioni e cure mediche. Una bella 
cifra che dimostra la disgustosa autorevolezza della politica di interesse sulla scienza. 

Sembrerebbe che per taluni, il concetto si basa “Ben vengano i terremoti che generano 
lavoro, danno la possibilità di risparmiare sui nostri pensionati e raccogliere fondi 
addizionali da tutto il mondo, per incamerarli nella funzione degli interessi politici ed 
economici di parte”.

Siamo in attesa di vedere quanti servitori pubblici responsabili dei grandi imbrogli 
centrati dal sistema politico del passato e quanti di questi finiranno in cella.

Un accorato abbraccio agli Abruzzesi e a tutti coloro che per varie ragioni si sono 
trovati in questa dolorosa situazione, mentre i diretti colpevoli hanno goduto la Santa 
Pasqua in compagnia dei loro cari.