[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

inceneritore di Acerra



Alle associazioni e comitati della Campania


Sto leggendomi i dati riportati da ENEA sull'ultimo rapporto sul recupero energetico da rifiuti urbani, e trovo la taglia dell'inceneritre di Acerra. Poi vado sul sito di A2A. A2A dice sul suo portale che da 600.000 t/a di rifiuti in ingresso ricaverà 600 milioni di kWh di energia elettrica capace di servire 200.000 famiglie. Peccato che il rendimento medio degli inceneritori tenuto conto anche degli autoconsumi elettrici dia 450 kWh per tonnellata e non 1000 come ci vogliono far credere; dal sito del commissario all'emergenza reicavo poi questi dati:

   * *N° linee di termovalorizzazione: 3

     Combustibile alimentato alle tre linee: 1.950 t/g, corrispondenti
     a 600.000 ton/a (autorizzazione del D.L. 90/08)

     Capacità termica totale (PCI =15.000 kJ/kg): 340 MWt

     *

Attenzione alla solita bufala dei bresciani: il potere calorifico ipotizzato per stare nei limiti autorizzati (600.000 t/a) non esiste da nessuna parte, tranne ove si sia arrivati al 80% di raccolta differenziata. Con un PCI realistico di 2700-3000 kcal/kg l'impianto di Acerra brucerà almeno 800.000 t anno! Il carico termico risulta superiore addirittura a quello dell'inceneritore di Brescia, quindi scordiamoci le 600.000 t.
Vorresi sbagliare e spero che qualcuno mi contraddica

massimo