[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il Giornaletto di Saul del 24 agosto 2009 - Poesia futurista, culto dei successori, altalena degli eventi, conservare il necessario e disfarsi del superfluo...



http://saul-arpino.blogspot.com/

Care, cari,

inizio con una poesia "futurista" inviata da Anna Ganga a Gianni Donaudi e ritrasmessa a 
tutti noi: "...MA PERKE' NON LE HAI KIESTE A LA GANGA/ME  KE SONO SURCLASSATA:::DALLE 
MUTAMDE:::DALLE:::LAVANDE:::DALLE FARANDE::DI GIANNI :::KE HA LA PIU' BELLA TERRAZZA DI 
IMPERIA.... TELEFONATEMI...3408792180.....KE GLI/LI' FACCIAMO UNA BELLA FESTA ANKE XKE' 
E' VICINO AL CIRCOLO ARCI KE SI MANGIA E SI BEVE E FACCIAMO SHAMBALA....E COMINCIAMO A 
RIDERE...KE CON I DOLLARI...FACCIAMO ORIGAMI...KE NOI SIAMO SCESI DA 
CAVALLO:::::DIGGGGIA'..."

Segue la comunicazione di Puoidirloqui una news-letter di annunci privati nella quale 
sovente trovo anche belle poesie: "PUOIDIRLOQUI non è un sito internet in attesa di 
visitatori, ma una lettera che, gratuitamente, dal 2005, con semplicità ed efficacia 
arriva ad oltre 50.000 persone. Potrai leggervi di tutto.. o meglio.. tutto ciò che 
scatena passione in coloro mi inviano i messaggi e gli annunci da inserirvi. E.. magari.. 
prima o poi.. dipende solo da te.. tra chi scrive  potresti esserci anche tu:  
puoidirloqui at libero.it" 

Al proposito dei danni acustici morali ed ambientali dei rave party nella Tuscia Alba 
Montori scrive: "Domanda irriverente: perché finché qualcosa non ci rompe mostruosamente 
(!) non c'è mai reazione di difesa?Naturalmente so benissimo perché! 
Se nel 1997 i viterbesi e dintorni Cimini avessero avuto i timpani e il resto scassati 
per un tempo sufficiente forse il Monte Fogliano sarebbe ancora parte della natura e non 
base per ponti radio. Baci, Alba Montori" 

Stralcio di una lettera spirituale ed archetipale di Angelina: "Negli ultimi tempi mi 
sono imbattuta, usando archetipi a te cari e ben noti, con un cavallo e un drago, e non 
so chi si sia dovuto leccare di più le ferite; so solo che, a distanza di tempo, mi sono 
resa conto che loro sono stati "maestri" per me, molto severi... ma dai quali ho imparato 
diverse "lezioni", mentre non mi sono mai soffermata a pensare a come mi abbiano 
"vissuta" e quindi "percepita" loro... Ma ognuno di noi ha qualcosa da lasciare 
all'altro, anche perché non si smette mai di imparare, e quando si ha la stupenda 
illusione di essere arrivati.... spesso ci si rende conto che sta per cominciare un nuovo 
"viaggio" perché se è vero che la vita è viva, allora ci deve sempre essere 
cambiamento..."

Stralcio di mia risposta spirituale/archetipale: "Non ci sono lezioni, solo indicazioni 
di percorso, che accompagnano la nostra vita in forma di suggestioni. Poi dall'interno 
sorgono delle propensioni a muoversi in un certo modo.. tutto ciò in funzione del 
compimento del nostro destino.
Non siamo messi alla prova, in realtà è solo un gioco, un divertente gioco che ci 
consente di piangere e ridere, di sentire il gusto della vittoria e della sconfitta, 
della speranza e della disperazione. Ma  se continua di sottofondo a manifestarsi l'amore 
 che importa questa altalena? Non c'è pericolo di cadere dalla vita che essa stessa è 
dondolio continuo...  E quando giunge il momento in cui ci si risveglia alla propria 
natura, in cui ci viene devoluto il vero senso dell'Io,  tutto questo altalenare negli 
eventi  scompare in un soffice e continuo flusso di presente...".

Sul fronte degli articoli pubblicati vi segnalo una cosetta religiosa  che ho scritto sul 
"culto dei successori", sì avete letto bene, non quello degli antenati e dell'aldilà ma 
quello dell'aldiqua e delle generazioni future, sta nel sito del Circolo Vegetariano: 

http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/08/24/%e2%80%9cinstaurare-il-culto-dei-successori-per-contrastare-i-buoni-affari-dei-mercanti-del-tempio%e2%80%9d-%e2%80%93-quando-la-spiritualita-passa-dall%e2%80%99aldiqua-all%e2%80%99aldila-e-dall/

Sul blog "Altra Calcata... altro mondo ho invece inserito un saggio invito a non 
soccombere alla stitichezza, in senso fisico e morale, con un commento di Caterina 
Regazzi, da poco rientrata in quel di Spilamberto:

http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/

Credo di aver terminato anche per oggi e vi abbraccio con affetto, vostro Paolo/Saul