[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il Giornaletto di Saul del 25 ottobre 2009 - No al pizzo, né carne né pesce, divinazioni, Pippa Bacca, movimenti..



http://saul-arpino.blogspot.com/2009/10/il-giornaletto-di-saul-del-25-ottobre.html

Care, cari,

scrive Salvatore Amura: "Addio Pizzo: una ragione diversa di consumo critico. Cosciente 
della gravità, della complessità e della capillare 
diffusione del fenomeno del racket delle estorsioni nella realtà  economica e produttiva 
siciliana, ritengo che tutto il tessuto  sociale, economico e culturale nel quale 
agiscono gli operatori  economici può e deve esercitare un ruolo attivo nella lotta 
contro il  pizzo; pertanto, in quanto cittadino e consumatore consapevole del mio potere  
e della mia responsabilità, mi impegno a scegliere prodotti e servizi  forniti da 
imprenditori, esercenti e professionisti che non paghino il  pizzo o che, essendo stati 
vittime di richieste estorsive, ne abbiano  fatto denuncia.
Chiedo altresì che le istituzioni e gli organi di polizia rinnovino 
l'azione a tutela della sicurezza e dell'attività economica di chi ha 
avuto il coraggio di denunciare.."

Mi scrive Antonella: "Analisi della data di domani 26-10-2009: C'è l'inizio di qualcosa 
di "nuovo", probabilmente una nascita importante (a livello mondiale); leggo anche 
pienezza e abbondanza, come se, per ringraziare della nascita, fosse elargita tanta 
ricchezza. Insomma una data legata anche a dei festeggiamenti, con tanto di benedizioni". 
Piccole "visioni" da parte di una visionaria ottimista che legge nei numeri la saggezza 
del tempo!"

Mi scrive Angelina: "Sto periodo ho un po' la testa impicciata, ma volevo dirti che ho 
letto delle notizie sconvolgenti, tipo che in un circo russo i cavalli vengono presi a 
pugni, tipo che gli elefanti africani rischiano di estinguersi per le loro zanne, tipo 
che mi è venuto in mente l'articolo che feci per un esame di pubblic speaking sugli orsi 
bruni canadesi che rischiano di estinguersi pure loro per mantenere viva in compenso la 
secolare tradizione dei colbacchi delle guardie di Sua Maestà, tipo che inquina più 
produrre bistecche che viaggiare in aereo ma si continua a sventrare sti poveri animali 
anche in modo del tutto innaturale, tipo che un ragazzo in Australia  per divertimento 
tirava frecce sui canguri solo per vederli morire. Chissà perchè, quando sono stata al 
Castello Orsini a Catania e ho visto i reperti esposti risalenti al IV Secolo a.c. ho 
pensato che alla lunga li abbiamo traditi! Chissà perchè da un orecchio non ci sento...."

Mi scrive Emanuele: "Benissimo... ti faccio sapere con precisione al più presto i miei 
movimenti, grazie per le indicazioni il sito l'ho visto, mi ci sono imbattuto da un pò di 
tempo e ci ricapito volontariamente di tanto in tanto, sia perché ho notato che sei 
promotore di eventi e incontri frequenti su temi  che meritano attenzione, sia perché vi 
ho trovato articoli e spunti sempre ispiranti. Ed è già da un po' che meditavo una visita 
nel luogo in cui abitate, per conoscervi e soprattutto spinto dal desiderio di osservare 
da vicino e vedere i frutti che la terra ci offre, visto che mi ritrovo a 21 anni con 
questo senso di ignoranza verso ciò che mi ha sempre nutrito" 

Nel sito del Circolo vegetariano ho inserito un articolo sui "vegetariani d'assalto", che 
non mangiano la carne ma mangiano il pesce:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/10/24/%e2%80%9cvegetariani-dassalto%e2%80%9d-ovvero-la-guerra-del-mare%e2%80%a6-come-distruggere-la-vita-acquatica-per-sport-tanto-non-e-carne-ma-e-pesce%e2%80%a6/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho inserito una memoria su Pippa Bacca ed una 
poesia a lei dedicata da Antonella Pedicelli:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/10/la-memoria-di-pippa-bacca-in-atti.html

Ed ora vi lascio meditare sulle notizie inviate, baci a tutti, Saul/Paolo
 
..................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Un Angelo "sopra Berlino"

Mi fermo ad osservare...
solo un alito di vento
e il motore
di un'elica
che si spegne lento
come l'ultima stella
della notte.
Cerco di raccontare
a me stesso
"chi sono"
in una breve trappola
di tempo
scelta per essere
uomo
e "Destino"insieme,
messaggero di Dio,
gettato nel
Mondo e nei suoi
confini.
Berlino
è solo
un'ombra
che chiude
silenziosa
le ali
del suo stesso
cielo.
Ah, se potessi
dipingere ancora
queste nubi
di fumo,
scioglierei
in esse
i colori della
saggezza
e renderei
questa terra
genitrice
di una nuova
Speranza,
lavando da essa
il pensiero
del nulla,
acerbo e immaturo
frutto
in attesa
di vita e
Perdono.

Antonella Pedicelli