[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Hippie!






-----------------
  H i p p i e !
-----------------



Se qualcuno ci chiedesse: "dove e quando sono nati l'ideale ed il movimento della 
decrescita?" non sbaglieremmo a rispondere che in passato vi sono stati diversi fenomeni 
assimilabili a quello odierno e che essi si dividono essenzialmente in due tipologie: 
spontanei, genuinamente sorti dalla sensibilità delle persone "comuni", ed artefatti, 
manovrati ad arte dai centri del potere, alimentati dai suoi tanti agenti presenti nel 
tessuto sociale ed infiltrati nelle sue varie pieghe. Le manifestazioni del primo tipo 
tendono a durare, appunto per la loro autenticità. Le manifestazioni del secondo tipo 
durano giusto il tempo della crisi economica dalla quale provengono.

Di solito il fenomeno spontaneo si ha in occasione di una recrudescenza del consumismo e 
di un ulteriore allontanamento della società dalla natura. Esso nasce da un intimo 
bisogno dei più sensibili. Il Movimento Hippie fu appunto uno di questi veraci, 
appassionati fremiti sociali che miravano a ristabilire un equilibrio. Al contrario il 
fenomeno artefatto si ha in concomitanza di una scivolata economica. Esso nasce da uno 
stato di impedimento del sistema. L'Austerity fu appunto un breve moto, almeno mostrato, 
di ritorno a più miti esigenze, alimentato anche dalla urgenza di mantenere mansueti i 
lavoratori che venivano pagati, proporzionalmente all'aumentato costo della vita, molto 
meno.


Oggi non dovremmo dimenticare il passato se desideriamo conoscere la vera qualità della 
presente propagandata pulsione verso una decrescita dell'economia che s'afferma (guarda 
un po'!) proprio quando questa sta andando giù da sola, per aver infranto ogni regola e 
limite. Non dovremmo tralasciare di osservare con distacco ed atteggiamento d'analisi 
coloro i quali sono i più accesi propalatori di una decrescita che dimentica troppe cose, 
praticamente tutto quel che più conta, e che li lascia del tutto, "miracolosamente" 
salvi: professori e preti, preti e professori. Statali e superstiziosi, superstiziosi e 
statali.

Il potere seleziona, lascia passare e premia, fra i tradizionali suoi numerosi agenti di 
inculturamento, quelli che, a seconda dei tempi, più sono in grado di farlo prosperare o 
sopravvivere. Stavolta è toccato a coloro che sarebbero da lodare per il loro richiamo 
alla sobrietà se non fosse che, proprio come tutti gli altri loro colleghi non sobri, 
continuano a nascondere alla popolazione, allo scopo di non farle decidere un bel nulla 
del proprio destino, allo scopo di continuare a mantenerla in uno stato di sottomissione 
al potere, aspetti fondamentali della nostra epoca cui urge invece dare una democratica 
risposta.


Non possiamo allora non sentirci onorati se un cospicuo dissenso continuerà ancora per un 
po' ad impedire il diffondersi della consapevolezza di quale sia la più naturale, più 
giusta e genuina forma di decrescita:

http://www.hyperlinker.com/change/child-sharing.htm

Nati e vissuti Hippie (Eudemonìa significa: per una vita di felicità segui l'insegnamento 
della natura) continueremo a bearci fino all'ultimo respiro delle gioie che proprio la 
devota osservazione della natura e della realtà tutta ci concede con gran generosità.


Danilo D'Antonio

Laboratorio (artigiano di idee) Eudemonìa
Monti della Laga - Appennino Centrale

tel. 339 5014947
skp. hyper.linker


The Long Movement
http://en.wikipedia.org/wiki/Hippie