[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

LA MIA CANDIDATURA



 

 

 

 

24769766 (1).JPGLa mia candidatura a Presidente dalla regione Lazio per la lista civica RETE DEI CITTADINI

 

La scelta di una candidatura è stata compiuta sicuramente con un buona dose di incoscienza mista, però, ad un contagioso entusiasmo collettivo, le stesse premesse che mi hanno spinto ad affrontare le 1000 altre imprese della mia vita.

PERCHÉ?... e perché no? Sono anni che mi adopero per difendere parole altissime quali LEGALITÀ e DEMOCRAZIA, in un contesto politico, purtroppo, incapace di valorizzare i principi, la moralità e il coraggio dei cittadini decisi a difendere il proprio territorio

Nonostante le delusioni ho imparato a non farmi sopraffare dal sentimento di disfatta, così per due mesi di mandato elettorale vorrei provare a sfidare anche gli astensionisti a "rispolverare" la propria tessera elettorale.

Vorrei, attraverso questa esperienza, dare forza a tutte le battaglie sostenute in nome della legalità e della dignità di tutti i cittadini, orfani delle istituzioni afflitte da una pericolosa inerzia.

E' difficile stare a guardare senza reagire.

Il tentativo di rappresentare semplici cittadini può apparire un'impresa impossibile, ma competere con i professionisti della politica non deve farci sentire inadeguati; prendere le distanze dalle false promesse, dalle vuote parole di circostanza pronunciate durante le campagne elettorali, significa dare valore e dignità al singolo cittadino.

In un momento di grave difficoltà sociale e politica, in cui mancano esempi e figure positive e il cittadino si sente sempre più solo, vi sorprendo e chiedo a tutti di votare l'ottimismo che è in noi.

Sostenere questa lista significa favorire l'impegno e la partecipazione di tutti i cittadini, significa attuare una protesta pacifica contro chi non ci rappresenta più, proponendo un programma innovativo, espressione e bisogno di vero cambiamento.

 Uniamo le nostre voci per dare vita ad una politica trasparente e concreta.

Marzia Marzoli

Allegato Rimosso