[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

la difesa dell'ambiente è spesso contro l'essere umano







Accendere la luce o spegnere la luce?

Se ne parla da tempo, la data è fissata (2016) e siamo tutti tranquilli: le vecchie 
lampadine incandescenti per uso domestico dovranno essere sostituite dalle più moderne 
lampade fluorescenti, dalle alogene di nuova generazione e da led e oled.

Ma le incognite di questa rivoluzione per certi versi epocale sono ancora molte. A 
cominciare da una domanda dai risvolti inquietanti: la sostituzione delle lampadine fa 
bene all’ambiente. Ma all’uomo?

http://www.dig-it.it/luce_luce.html

###






Non c'è dubbio che la difesa dell'ambiente condotta dagli ambientalisti è in gran parte 
contro l'essere umano. Gli ambientalisti se ne impipano letteralmente degli esseri umani. 
Ci hanno rimosso dal loro paesaggio, dal loro scenario, dal territorio naturale. Ci hanno 
tolto la terra da sotto i piedi, ci vogliono privare dell'igiene, degli amici animali 
domestici, misurano di continuo tutto:

"Per l'ambiente, un cane e' peggio di un suv"
"Le patatine hanno un'impronta di carbonio più grande del cemento?"


Gli ambientalisti hanno questo loro approccio ottimizzatore che letteralmente cozza con 
il carattere contraddittorio, complementare, duale della realtà. Gli antichi lo sapevano 
bene ed i semplici lo sanno tuttora: chi risparmia spreca. Inoltre il loro approccio 
coercitivo cozza in modo intollerabile con quella democrazia che tanto sangue ha 
richiesto per essere avvicinata (poiché essendo ancora presenti gli statali non è ancora 
stata realmente conquistata).


Sono così tanti i difetti della logica ambientalista che per riferirli ci si riempiono 
pagine su pagine:

http://www.hyperlinker.com/change/ambientalismo.htm


Bisogna compiere il grande passo: comprendere che un conto è l'AMBIENTE e tutt'altra cosa 
sono gli AMBIENTALISTI. Gli ambientalisti in verità si comportano in gran parte come 
fossero agenti del sistema imperialista tesi a racimolare le ultime briciole di energia 
affinché questo continui come nulla fosse.

Tutto ciò che viene recuperato con pratiche come la raccolta differenziata viene 
assorbito e divorato dal sistema. E con il "porta a porta" i cittadini sono stati 
COARTATI ad un lavoro che non compete loro e per il quale essi non sono affatto pagati 
mentre devono continuare a pagare il cattivo servizio delle aziende monnezzare! Senza 
contare che ciò che i cittadini sono costretti a recuperare in casa loro viene poi 
dissipato dai soliti potenti in meno di un attimo.

Perfino quando parlano di decrescita gli ambientalisti continuano a nascondere ai 
cittadini verità d'incommensurabile grandezza.


I cittadini, le persone, gli esseri umani faranno bene ad occuparsi direttamente 
dell'ambiente e di tutto ciò che li riguarda, riconquistando questo compito civico che 
solo da loro stessi sarà ben svolto.

Gli ambientalisti non sono giusti, come tutti gli specialisti s'appendono dalla loro 
parte, indebolendo quell'altra. Basta con gli "isti" di ogni tipo. L'essere umano si 
liberi di questa tendenza all'esasperazione ed alla coercizione.


Contro il nucleare andiamoci come semplici cittadini che cercano di fare la cosa giusta.

Pussa via invece ogni ambientalista!


Danilo D'Antonio