[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: [ecologia] Invio in corso posta elettronica: www.nocoketarquinia.splinder.com



In margine alla lettera di Loris…

Del nucleare.

“l’uomo è davanti ad un bivio. Da una parte, la scomparsa dell’umanità. Dall’altra, la completa disperazione dell’uomo. Speriamo che sappia fare la scelta migliore!” (Woody Allen).  :-)

Abbiamo compromesso l’equilibrio degli ecosistemi ed oggi assistiamo allo sfracellarsi dei modelli di sviluppo  contro il muro dei limiti del pianeta. L’unico sviluppo che noi conosciamo è quello sorto nella seconda metà del Settecento in Inghilterra: dalla rivoluzione industriale. Una guerra economica contro gli uomini e degli uomini contro la natura.  Vorrei tracciare un veloce schema: dal 1970 ad oggi le foreste del pianeta si sono ridotte del 12%; la biodiversità marina di 1/3 e gli ecosistemi basati sull’acqua pulita del 55%.    E’ sufficiente per dire basta? Forse ci stiamo già dimenticando di tutti gli ecocidi, dalla tragedia di Bhopal in India alle tonnellate di petrolio sversate nel Golfo del Messico in questi giorni…

Forse ci siamo già dimenticati della catastrofe ambientale più devastante della storia dell’umanità cioè Chernobyl (1986) in Ucraina,  oppure in Giappone ecc…, oppure a Three Miles Island, in USA, o in Arizona  (USA) dove centinaia  dei componenti una troupe cinematografica si sono ammalati o sono morti come mosche, a seguito delle radiazioni contratte rotolandosi, per le riprese, nelle sabbie di quel deserto. Da John Wayne fino al regista stesso sono finiti male. Il sottosuolo di quei luoghi era il sito per le esplosioni sperimentali nucleari.

Ultimi spunti per un dibattito eventuale.

In Italia c’è stato un referendum  che ha sancito la precisa volontà della società civile italiana in merito al nucleare: dobbiamo dimenticare anche questa importantissima tappa istituzionale?

In italia ampie fasce del territorio è sismico: sarebbe impensabile parlare di “nucleare sicuro”.

Tutto ciò che riguarda il nucleare (anche quello comunemente definito civile) è  di matrice militare.

Per fare funzionare una centrale N. occorre uranio: sul pianeta Terra i giacimenti  di uranio sono stati tutti monitorati in grado di approvvigionare per un max di 40-60 anni. L’uranio contenuto nelle testate nucleari militari oggetto dei trattati di disarmo bilaterali, sono quasi totalmente stati smontati e riciclati nelle centrali N dei rispettivi paesi. Dunque ci si chiede il senso di una programmazione energetica nucleare? Miliardi di investimenti per così pochi anni?

Vi siete mai chiesti perché l’energia solare ha modelli applicativi così bassi?  Forse perché l’azienda più lucrativa al mondo, con bilanci in ampio utile d’esercizio, è l’industria bellica-militare. Forse perché 500.000 cervelli tra i più dotati del mondo, sono stati finanziati per studiare e fare ricerca sul nucleare.  Forse perché nessuno, da 50 anni in qua, ha mai finanziato il solare. Come  può una tecnologia dolce alternativa,  lasciata ai margini delle Università e dei Centri Studi, competere, oggi con lo strapotere del business petrolifero e militare-nucleare???

Io sono per la decrescita come nuovo modello economico che ci aiuti a ricreare la diversità e ad affrancarci dall’omologazione e dall’unicità del pensiero economico  unico dominante.

Gianni

 

 


Da: ecologia-request at peacelink.it [mailto:ecologia-request at peacelink.it] Per conto di Loris Asoli
Inviato: lunedì 17 maggio 2010 8.33
A: ecologia at peacelink.it
Oggetto: Re: [ecologia] Invio in corso posta elettronica: www.nocoketarquinia.splinder.com

 

Buongiorno a tutti,

gradirei che qualcuno della lista rispondesse alle argomentazioni contro il solare, riportate nell'articolo su nocoketarquinia.
Come argomentare che il solare serve anche se di notte non produce?
Al momento si può usare il solare di giorno e si possono spegnere di giorno delle centrali a gas o gasolio e accenderle di notte, ma quando non ci saranno più il petrolio e il gas?  Si produce di giorno idrogeno gassoso con il solare e lo si utilizza di notte?
Quale è il reale costo per unità di energia prodotta?  E' vero che è così caro il solare?
Quali sono le potenzialità del solare? Può produrre in futuro tutta l'energia elettrica necessaria, anche senza nucleare?

Grazie    Loris

On 04/05/2010 07:03, nocoke wrote:

I NUCLEARISTI SONO UNA RAZZA DI SCIENZIATI...IL CUI INTERESSE E' TOTALMENTE ....PERSONALE!!!!
LEGGETE CHE RAZZA DI LETTERA HANNO SCRITTO QUESTO GRUPPO DI NUCLEARISTI CONTRO L'ENERGIA SOLARE......

Il messaggio è pronto per l'invio con i seguenti file o collegamenti allegati:
Collegamento a: http://www.nocoketarquinia.splinder.com/

Nota: per proteggere il computer dai virus, le applicazioni di posta elettronica impediscono l'invio o la ricezione di alcuni tipi di allegati. Per determinare la modalità di gestione degli allegati, controllare le impostazioni di protezione della posta elettronica.

 
 
Allegato Rimosso



__________ Informazione NOD32 5118 (20100516) __________

Questo messaggio è stato controllato dal Sistema Antivirus NOD32
http://www.nod32.it



Sto utilizzando la versione gratuita di SPAMfighter!
29951 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Ottimizzate il vostro PC lento. Scansione gratuita!