[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Osservatorio settimanale sulle tendenze della questione energetica. N.6



Osservatorio settimanale sulle tendenze della questione energetica. N.6
 
Prezzo petrolio
La scorsa settimana scrivevo che il prezzo del greggio nel medio periodo era destinato a salire soprattutto per le conseguenze del disastro del Golfo del Messico sull' industria estrattiva.Questa settimana il prezzo e' cresciuto nei primi tre giorni e si e' stabilizzato a fine settimana. Questa la serie settimanale.
 
       11/6                          12/6                                 18/6                          19/6
 
74.95 $/barile              74.33 $/barile                   76.28 $/barile              76.85 $/barile
 
 Altri indicatori della congiuntura economica
 
                                                       12/6                                     19/6
 
Cambio euro/dollaro                     1 E= 1,213                            1 E= 1,237
 
Indice Mib Milano                            19880                                    20752
 
L' euro si e' leggermente rafforzato e la Borsa e' salita nonostante le prospettive economiche in Italia non siano poi molto promettenti. Complessivamente pero' il quadro, con il prezzo del greggio che ha ricominciato a salire mentre le aspettative sulla congiuntura economica  non hanno ancora smesso di scendere, e' preoccupante.
Il pericolo e' che l' economia europea si fermi mentre i paesi emergenti vanno avanti e il prezzo del petrolio cresce. L' Europa e' in uno stallo pericoloso la politica neoliberista fallimentare viene sempre sostenuta dalla politica di centrodestra e di centrosinistra.
 
Industria dell' auto
Sono stati pubblicati dati sul calo delle immatricolazioni auto a maggio, ma la tendenza era gia' nota da una decina di giorni. L''industria dell' auto e' in grossa difficolta' ma questo viene negato.
 
Fotovoltaico
Il nuovo conto energia per il fotovoltaico e' sempre da definire ufficialmente e in settimane di tagli selvaggi c'e' poco da stare tranquilli. Nel mio blog Energiaoggiedomani un intervista al sottosegretario Scaglia.
 
Il fotovoltaico parte anche in Inghilterra, da qualenergia.it
"...Dal 1° aprile 2010, dunque, anche la Gran Bretagna si è dotata di una tariffa feed-in per il fotovoltaico sul modello del nostro conto energia: il cosiddetto Clean Energy Cashback . Un incentivo molto generoso che, ad esempio per gli impianti sotto i 4 kW su edifici già esistenti, arriva a riconoscere per 25 anni 46 centesimi di euro per ogni chilowattora prodotto, a cui si vanno ad aggiungere – oltre al risparmio in bolletta – circa 3,3 centesimi per ogni kWh prodotto, ma non consumato. Tradotto: il fotovoltaico diventa un investimento appetitoso anche sotto il pallidino sole britannico...."
 
Solare termico
Il solare termico in Europa nel 2009 ha diminuito le installazioni rispetto al 2008, anno in cui era cresciuto del 60%. Questa la serie della nuova potenza installata  negli ultimi tre anni.
 
                          2007                            2008                                2009
 
                    2,1 GWth                         3,3 GWth                        3,0 GWth
 
La potenza totale installata in Europa e' 22 GWth
 
 
In Italia la serie della nuova potenza installata negli ultimi anni e'
 
                           2006                          2008                              2009
 
                        130 MWth                  300 MWth                      285 MWth
 
Nel 2009 il nostro paese e' il secondo in Europa dopo la Germania per nuova potenza installata. La potenza totale installata  in Italia e' 1,5 GWth.