[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

23 e 24 maggio presidio permanente a Montecitorio



Penso che sarebbe utile accendere i riflettori e attirare l' attenzione dell' opinione pubblica sul voto di questa settimana a Montecitorio sul decreto Omnibus che contiene anche le modifiche alle leggi per impedire il voto sul nucleare. Tra l' altro e' previsto su questo decreto un voto di fiducia. Ricordo anche che e' vero che Tv e media cercano di oscurare i referendum, ma nessuno ci impedisce di parlare alla gente con altri mezzi e magari pubblicizzare in queste ultime settimane i media che appoggiano il voto contro nucleare, privatizzazione dell' acqua e legittimo impedimento.


23 e 24 maggio presidio permanente a Montecitorio

Un presidio permanente davanti a Montecitorio a difesa della democrazia, del diritto al voto e all’informazione. É l’iniziativa lanciata unitariamente dai Comitati referendari “Vota Sì per Fermare il Nucleare” e “2 sì per l’Acqua Bene Comune” per le giornate di lunedì 23 e martedì maggio, parallelamente al voto previsto alla Camera per il decreto Omnibus. “Una norma che prende in giro gli italiani con un finto addio al programma atomico e punta a cancellare il quesito sul nucleare sottraendo ai cittadini  il diritto a scegliere sul  loro futuro”. Allo stesso modo “il governo sta tentando di depotenziare i referendum sull’acqua, proponendo la creazione di fantomatiche autorità garanti”.

La mobilitazione vuole altresì richiamare l’attenzione sulla necessità di garantire il diritto ad una corretta ed adeguata informazione rispetto alla scadenza referendaria. I due comitati denunciano, infatti, la censura che ha colpito i referendum e il silenzio quasi assoluto della tv pubblica, e chiedono sia data ampia visibilità all’appuntamento elettorale del 12 e 13 giugno affinché risulti garantito a tutti i cittadini il diritto al voto libero e informato.

I Comitati referendari rivolgono infine pubblicamente un appello al mondo dello spettacolo, della cultura e della scienza affinché intervengano al presidio del 23 e 24 maggio portando il loro contributo alla causa referendaria. A loro va la richiesta, data l’emergenza democratica sui referendum, di trasferire il loro impegno dalla stampa alla piazza.

Scarica l’appello e il programma

Alle ore 15.30 di lunedì 23 si terrà un incontro con la stampa in piazza Montecitorio.