[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Non uccidete M13



Cari amici 
vi inoltro la mail che ho inviato al consigliere di stato grigionese Cavigelli che domani potrebbe decidere l'abbattimento del noto orso M13:
la vicenda può essere seguita sul gruppo Facebook https://www.facebook.com/OrsoM13
Un riferimento agli ultimi fatti che hanno scatenato reazioni controverse lo trovate qui
http://info.rsi.ch/home/channels/informazione/ticinoegrigioni/info_on_line/2012/11/15-Si_mette_male_per_lorso_M13
Un locale rappresentante WWF ha dichiarato
"M13 è un orso che è entrato in una cascina perchè non c'erano persone dentro. Non sarebbe entrato se ce ne fossero state.
Un orso così, pur opportunista che sia, ha sempre paura dell'essere umano. Questa paura può diventare indifferenza se ripetutamente fa l'esperienza che vicino agli umani c'è cibo che vale lo sforzo, e contemporaneamente gli umani non sono poi così orribili. Questo comportamento è ancora lontanissimo da un orso pericoloso. 
Quindi non è realistico dire "per fortuna non c'era gente". E' il contrario, non sarebbe entrato se ce ne fosse stata."

Per ulteriori informazioni basta cercare su Google "orso M13"


---------- Messaggio inoltrato ----------
Date: 15 novembre 2012 20:15
Oggetto: Non uccidete M13
A: mario.cavigelli at bvfd.gr.ch


Gentilissimo Consigliere,
leggo con perplessità che nelle prossime ore M13 potrebbe essere classificato come orso pericoloso e di conseguenza abbattuto.
Non starò a ripeterLe le motivazioni, con forti evidenze scientifiche, di quanti in queste ultime ore si sono appellati a Lei per evitare una così drastica soluzione. 
Le chiedo solo di ponderare con la massima serenità i fatti e di considerare l'opportunità di reimpostare un differente rapporto, anche a livello di opinione pubblica, con un animale tanto esuberante quanto schivo nei confronti della nostra razza. Esistono molteplici modalità di dissuasione (basti pensare alle varie esperienze in Abruzzo) con non contemplano affatto l'eliminazione fisica dell'animale.

Con rispetto,

Maurizio Giovanetti
dalla vicina Valtellina