[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [ecologia] riscaldamento globale



Alcuni approfondimenti su quello che il biossido di carbonio sta realmente facendo o non facendo

Articolo di Geoff Duffy, Professore di Ingegneria Chimica

 

Titolo e link originale  al sito dell'autore (dove trovate tutte le immagini): “Some insights into Carbon Dioxide

 

Alcuni approfondimenti su quello che il biossido di carbonio sta realmente facendo o non facendo

1 - Il livello di CO2 nell’atmosfera si è innalzato lentamente dal 1870 al 1970 (passando da 290 parti per milione, a 320 parti per milione). Quindi è aumentato di altre 70ppm raggiungendo le 390ppm nel 2010. Ma mentre la CO2 stava lentamente aumentando in tutto questo periodo, la temperatura globale media è diminuita due volte in quel periodo periodo (dal 1870 al 1915, e dal 1940 al 1970). La temperatura è aumentata rapidamente nel periodo tra il 1915 e il 1940 quando il livello di CO2 è cambiato molto lentamente. Solo in un periodo (1970-2010) la CO2 e la temperatura sono aumentate contemporaneamente. Con 3 periodi su 4 in cui i due trend non corrispondevano,  non è illogico concludere che c’è una corrispondenza tra CO2 e temperatura? Questi andamenti sono mostrati nella figura qui sotto. Possiamo solo concludere che c’è una scarsa correlazione tra  i  livelli di CO2 e la temperatura terrestre.

 

 

2 - Adesso se guardiamo alla correlazione tra la temperatura e l’irraggiamento solare totale vediamo una relazione molto più precisa e scopriamo che la CO2 non è il fattore decisivo! È l’attività del sole che influisce sulla radiazione che arriva sulla terra (macchie solari e brillamenti solari modificano anche la radiazione proveniente dallo spazio attraverso i cambiamenti nel vento solare e nel flusso magnetico). Il sole influenza pure la copertura delle nuvole!

 

3 - Approssimativamente l’1% dell’atmosfera è fatta dei cosiddetti “greenhouse gas" (GHG) che per il 90-95% sono costituiti di vapore acqueo. La CO2 costituisce approssimativamente lo 0.05% dell’atmosfera. Ma solo il 5% di quel 5% è di origine umana! Se la CO2 nell’atmosfera è aumentata da circa 290 a 390ppm in circa 100 anni (e questo è sicuro), e se solo il 5% di tutti i greenhouse gas è di origine umana (antropogenico), allora solo il 5% di quei 100ppm in più possono essere stati causati dall’uomo. Ciò vuol dire solo 5ppm in 100 anni. Ma se fossimo generosi e dicessimo che addirittura il 10% [di tali 100 ppm] è di origine umana, siamo ancora ad appena 10ppm in 100 anni, e allora l’altro cambiamento è dovuto ai 90ppm di CO2 prodotta naturalmente-

 

E aggiungiamo che, se l’IPCC afferma che ci sarà un riscaldamento di 3-5 0C nei prossimi 50 anni circa, allora l’umanità contribuirà per appena il 10% di esso, ovvero per solo 0.3 - 0.5 0C. Le argomentazioni dell’ IPCC gli si ritorcono contro. Ovviamente essi non considerano il principale greenhouse gas, l’acqua … essi semplicemente accusano il biossido di carbonio (il 5% del 5% dell’ 1% dell’atmosfera, ovvero lo 0.0025%). C’è qualcosa di anche solo lontanamente logico in questo?

 

   fine della prima parte

 
From: eeeconews
Sent: Monday, November 19, 2012 10:05 AM
To: Undisclosed-Recipient:;
Subject: [ecologia] riscaldamento globale
 

Quattro anni di  CONTROinformazione, ECOlogia,  ECOpolitica, ECO urbanistica >>>   http://www.eco-news.it

 

Inesorabile, sale il livello del mare: circa 1 metro in questo secolo (1 cm/anno) … è il riscaldamento globale

(Eco-new 19/11/2012 Controinformazione)

Finalmente qualcuno comincia a studiare, scientificamente, il problema (la rivista scientifica Global and Planetary Change e l’ Università di Trento):che fine faranno porti, città, industrie ed agricolture litoranee ? ….. (Amsterdam, Londra, Venezia, Napoli, Ilcairo, Newyork, Riodejianeiro, ecc.). E’ prossimo lo sconvolgimento di ambienti e paesaggi costieri.

Comtinua >>>   http://www.eco-news.it