[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [ecologia] Benigni, la Costituzione, il PD e il decreto "Salva Ilva"



Se fino ad ora solo un tale che forse pochi conoscono, neanche italiano di nascita, Shel Shapiro, si è fatto vivo sul tema della Costituzione, addirittura prima di un mostro sacro come Benigni, dovremmo incominciare a pensare che, forse, come cittadini, qualcosa in piu' potremmo e dovremmo osare su questo argomento.

Io sono BioIngegnere, ma da qualche anno mi occupo di tematiche Costituzionali, in particolare di quelle collegate con il sistema Fiscale e l'Articolo 53 della Costituzione.
Quindi, se posso farlo io, può farlo chiunque.

Ecco una selezione da una lettera che sto inviando su varie liste. Ho eliminato tutta la parte prettamente politica che , in questa sede, probabilmente mi varrebbe la espulsione..

Buona lettura. Allego i link a dei saggi appena pubblicati per tutti.

CONSIDERAZIONI PER UNA RIFORMA   https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxhcnRpY29sbzUzfGd4OjNjYWNiZThmMGIyNjBlOGI
TRIBUTARIA IN SENSO COSTITUZIONALE

Analisi dell'Articolo 53: Parte I  https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxhcnRpY29sbzUzfGd4OjIwYzgzZTU0NzNkODM2ZDk
(Le Implicazioni del Primo Comma dell’Articolo 53 della
Costituzione)

La figura dell'Onorevole Scoca   https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxhcnRpY29sbzUzfGd4OjYxNTgxNGRmZWUyMGE3N2I
nell'Assemblea Costituente

Proposta di Riforma del Sistema Tributario su base Costituzionale  https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxhcnRpY29sbzUzfGd4OjE0ODcxYzI5MjhlMTQ5NDE



Prima di addentrarmi in altre considerazioni, ecco la parte di una nota che traggo dai miei scritti personali..
"..I Valori che servono oggi, purtroppo, non si trovano al Supermercato, ma solo nelle persone alle quali, per formazione sociale e culturale, è stato consentito nel tempo di esercitare e rafforzare queste doti. Non si può barare per sempre su questi elementi. O li si possiede, e si è in grado di dimostrarli nei fatti della vita, o non li si possiede, per quante parole si possano spendere, per quanti sermoni si possa tenere, e per quanti voti si sia in grado di muovere  Se li si possiede, si è anche in grado di trasmetterli agli altri attraverso l'esempio personale, dando così la possibilità agli altri di appassionarsi e di cercarli a loro volta  Quanti sono infatti gli incolori attori nello scenario sociale, politico, amministrativo?
In particolare, parliamo ora di uno dei valori più importanti e più preziosi, di cui oggi si sente drammaticamente la necessità: la COERENZA. Solo la pratica della morale e della onestà può consolidare nel tempo, o cancellare, una dote fondamentale che si chiama Coerenza. La Coerenza è uno dei fattori che si ritrova sempre nelle persone immuni da contaminazione morale. Ma è anche la caratteristica che più di altre affonda le radici nel territorio, nella educazione, nella famiglia. La Coerenza, unita alla Visione, consente di "mantenere la rotta" quale che sia la difficoltà da affrontare. La Coerenza si misura nei fatti, che devono seguire le parole e vestirle come un guanto.

Troppe parole e pochi fatti, cosi' come tanti fatti ma poco coerenti fra loro sono due aspetti della mancanza di Coerenza o di una scarsa Coerenza, ambedue sintomi abbastanza preoccupanti.
..La Coerenza è sempre accompagnata dal Coraggio, dal momento che chi è Coraggioso non è detto sia Coerente.
Chi è Coerente, invece, ha sempre il Coraggio delle proprie azioni."

Proposte, idee, visioni 

Come ho sempre sostenuto,
  • occorre costruire senza nostalgie, ma con la coscienza delle  idee e dei programmi, che sono certamente molto più  di sogni slogan.
  • occorre disegnare un progetto coerente che abbia obiettivi e proposte precise nel breve  così come idee e analisi nel medio ed una chiara visione nel lungo termine.
Ecco quini un possibile schema.

Situazione attual(breve termine)

Analisi della Situazione Caratterizzata da una situazione da "allarme rosso" dal punto di vista morale, con rare eccezioni puntuali e territoriali.   La politica può essere molto semplice o estremamente complicata,  un interessante cammino comune o, come la vede il politico tradizionale, una battaglia personale, estremamente complicata, solitaria, per sé stesso e contro tutti.

 Nel secondo caso si parla di arte di "galleggiamento", quindi di compromesso a vita.  Fine ultimo è, in questo caso, la sopravvivenza del politico, resa possibile oggi dal numero illimitato di cariche che un politico può assumere nel tempo e dal  valore di mediazione che la persona, una volta entrata nelle stanze del potere,  è in grado di operare.  Si tratta non di una questione di contenuti, ma di mera tecnica lobbistica, per cui chiamare questo "politica" è probabilmente errato.
Il Politico ha certamente, fra le sue caratteristiche quella della mediazione, ma non ha il diritto di indietreggiare, nelle posizioni, sui principi.

 "Chi per libera scelta, esclude qualsiasi deroga ai principi ed ai paletti che si è posto, si deve impegnare a vigilare attentamente nei rapporti con le altre forze della Società Civile in sede di valutazione associativa, affinché non si instaurino legami o contatti  (anche se cagionati di  forze stesse della Società Civile che aderiscono ai progetti....) che possano essere assimilati, consciamente od inconsciamente, a rapporti politici con partiti oggi esistenti, quale che ne sia la natura ed il tipo: diretto , mediato o indiretto

Programmi
Nell’immediato occorre portare definitivamente il paese fuori dalla crisi. Questo non può essere fatto senza interagire con i cittadini. Nessun potere centrale ha il mandato di portare il paese al disastro senza chiedere il consenso di tutti,

 Non possiamo non considerare la classe politica responsabile del fatto che la popolazione ha perso il senso ed il valore della Costituzione (dovrebbe essere considerato “alto tradimento della Costituzione”).  Si impone quindi, per allontanare le incertezze, l’obbligo di affrontare i marosi della crisi armati dell’unico documento che rappresenta lo Stato, il baluardo della democrazia: la Carta Costituzionale. Nessuno può ritrarsi di fronte a questo obbligo,

 Per farlo, nell’immediato, occorre attuare certamente sin da subito il cuore economico, il punto di snodo per la attuazione della Costituzione:  l’Articolo 53. E’ questo,  dal punto di vista della strategia politica che come Società Civile abbiamo, il tassello fondamentale perché rappresenta il cuore economico della Costituzione, perché rappresenta la via maestra per attuarne tutti gli articoli. Ecco quindi che, proponendo la Riforma del Sistema Tributario su base Costituzionale sappiamo di offrire al paese non semplicemente uno strumento di politica finanziaria, ma IL MEZZO PER RICOSTRUIRE IL PAESE DALLE FONDAMENTA.

        Non c’è Democrazia Diretta senza Democrazia.

        Non c’è Democrazia senza i diritti garantiti dalla nostra Costituzione

        Non c’è la Costituzione senza un meccanismo efficace per ATTUARLA

        Per attuare la Costituzione, serve l’Articolo 53.

Nel transitorio
(medio termine)

Analisi della Situazione: Confido che, con l'impegno delle forze sane e democratiche del Paese, sarà possibile definire un nuovo modo di fare politica.
A questo scopo si dovrà mettere mano a delle regole comunemente accettate che, partendo dall'Articolo 49 della Costituzione, pongano nuove basi alla costruzione delle associazioni fra cittadini che sono il fondamento della politica.  Al contempo  auspichiamo che quanti oggi subiscono o lamentano, all'interno degli attuali partiti o forze politiche,  situazioni di assenza di democrazia o che vedono negati i diritti di partecipazione aperta e libera, scevra da interessi personali o da anacronistici protagonismi, possano aderire alla proposta di rinnovamento che stiamo conducendo.

La attuazione della Costituzione e, con questa, il rafforzamento dei metodi della democrazia diretta a tutti i livelli (territoriale e nazionale) sono gli elementi chiave della strategia politica che può aiutare l'Italia ad uscire nel medio termine dal pantano morale in cui in questo momento giace .

A regime
(lungo termine)

Riteniamo che si debba  ridare valore alle cose che afferiscono alla "Persona",  alla sintesi ed all'equilibrio che derivano da un lato dalla necessità di progresso, che non necessariamente deve presagire una crescita infinita ed un capitalismo senza limiti, e dall'altro dalla necessità che l'uomo ha di non devastare in alcun modo il sistema naturale di cui non solo non è padrone, ma alle cui leggi supreme è, suo malgrado, soggetto. 

Occorre rimediare, dove possibile, ad una devastazione che ha un costo umano, sociale ed energetico superiore alla devastazione stessa. Pertanto auspichiamo che, a regime, la “devastazione ambientale” vada  riconosciuta finalmente come nuova fattispecie di "crimine contro l'umanità", in modo che possa essere condannato e sanzionato chi attenta all'ambiente e si possa porre un freno alle nazioni che sfruttano oltre misura (predazione) le risorse naturali (animali o altro..)

Occorre, quindi, modificare, con uno sforzo che l'intera società mondiale dovrà compiere, la aspettativa del genere umano da "POSSESSO" a "UTILIZZO" delle risorse.  Questo è un dovere planetario e va al di là delle leggi umane, dei codici e delle regole dei mercati finanziari.  
La politica e la finanza, in poche parole il "POTERE UMANO", stanno cambiando le relazioni tra le persone ed i rapporti di forza tra i paesi. 
Questo è sotto gli occhi di tutti. Ma nulla e nessuno, neanche i poteri forti o la criminalità, o  la scienza  potranno mai cambiare il rapporto tra uomo e natura, dal momento che, in forma immutabile, la dipendenza del primo dalla seconda è da ritenersi non trattabile in nessuna sede umana.
Come tale, obiettivo nel lungo termine dovrà essere quello di ripristinare l'equilibrio fra le cose, impedendo che sia la natura stessa a dover fare giustizia delle cose umane.


Infine, riporto la parte "Pochi, maledetti e subito"

Documento completo:  http://www.facebook.com/note.php?note_id=107249342628018
di Claudio Mazzoccoli
“..Una operazione di altissima qualità non è in linea con le esigenze di chi vuole vedere subito un ritorno di
immagine. Quanti hanno fretta, ovviamente la morale devono metterla da parte e l'azione cui ricorrono è la
acquisizione sul territorio di candidati con pacchetti di voti belli e pronti. Questo garantisce un vantaggio
immediatamente spendibile nel breve. Si evitano gli sforzi necessari per conquistare gli elettori....etc...
Potete immaginare gli effetti nel medio-lungo termine di questa operazione ? Non occorre immaginarli. Li
avete sotto gli occhi quotidianamente. Come notiamo, la morale di fondo è la collettività che paga i costi di
questi comportamenti. I partiti in genere preferiscono una base elettorale indistinta e succube, facilmente
permeabile a slogan, inni, canzoncine, simboli facilmente spendibili. Una base acritica, che fornisca loro la
VISIBILITA', valore effimero che si tende a gabellare spesso come CREDIBILITA', valore ben più
importante, duraturo, legato ad una fondamentale azione: l'insegnamento dei valori e dei principi attraverso
la TESTIMONIANZA, l'ESEMPIO e la COERENZA .Per fare presto, subito e senza intoppi, le voci fuori dal
coro devono essere isolate e successivamente eliminate. Tutto deve funzionare in armonia, come una
unica orchestra ben intonata....."”






corrado penna - fisico ha scritto:
benigni ha detto che l’introduzione dell’euro (che ci ha reso sempre piu’ poveri, in balìa di FMI e BCE) è stata una bella cosa
peggio di così ...
ha anche elogiato la comunità europea
ah che bella la nostro comunità europea legata ai progetti bellici della NATO
 
Benigni fa il panegirico del nuovo ordine mondiale
chi fa spettacolo in televisione non può non essere legato al potere
 
Sent: Wednesday, December 19, 2012 8:41 PM
Subject: R: [ecologia] Benigni, la Costituzione, il PD e il decreto "Salva Ilva"
 

Ciao Laura, sono completamente d'accordo con te......
----Messaggio originale----
Da: laura.sanfelici79 at libero.it
Data: 18/12/2012 10.36
A: <ecologia at peacelink.it>, <news at peacelink.it>
Ogg: R: [ecologia] Benigni, la Costituzione, il PD e il decreto &quot;Salva Ilva&quot;

Scusate lo sfogo ma Benigni avrebbe dovuto leggerla anche sul palco delle feste
del PD.
Laura

>----Messaggio originale----
>Da: a.marescotti at peacelink.it
>Data: 18/12/2012 0.38
>A: <news at peacelink.it>
>Cc: <ecologia at peacelink.it>
>Ogg: [ecologia] Benigni, la Costituzione, il PD e il decreto &quot;Salva
Ilva&quot;
>
>COMUNICATO
>
>Roberto Benigni ha letto in TV la Costituzione. Ma fra poche ore i
>deputati la potrebbero violare convertendo il legge il decreto 207/2012
>che ha lo scopo di dissequestrare gli impianti dell'Ilva sequestrati dalla
>magistratura di Taranto. E' una GRAVE limitazione delle prerogative della
>magistratura.
>
>Per questo molti utenti di Facebook, in queste ore, stanno scrivendo sulla
>bacheca del Partito Democratico in difesa della Costituzione e della
>magistrastura:
>
>http://www.facebook.com/partitodemocratico.it
>
>E' la "prosecuzione digitale" di quel corteo di protesta di ventimila
>persone che ha sfilato il 15 dicembre a Taranto contro il decreto legge
>incostituzionale che in molti ormai definiscono "Salva Ilva".
>
>Il decreto che il ministro Clini ha ideato per "fermare" la magistratura
>di Taranto - colpevole di voler mettere in sicurezza gli impianti che
>emettono sostanze cancerogene e genotossiche - è un decreto
>incostituzionale che tuttavia riceve il plauso sia di Bersani sia di
>Berlusconi.
>
>In questo momento si avverte chiaramente che Clini gode del sostegno
>determinante del Partito Democratico.
>
>La Procura di Taranto sta indagando non solo per disastro ambientale ma
>anche per associazione a delinquere. E ha posto i sigilli sull'area a
>caldo dell'Ilva
>
>Vari esponenti politici sono stati intercettati telefonicamente dalla
>Procura a parlare con alcuni dirigenti dell'Ilva, preoccupati delle
>iniziative del movimento ambientalista tarantino. Fra questi spicca il
>deputato tarantino del Partito Democratico on. Ludovico Vico.
>
>I post sulla pagina Facebook del PD ricordano a Bersani che la
>Costituzione - di cui ha parlato Benigni in TV - garantisce la salute e
>l'autonomia della magistratura.
>
>
>Alessandro Marescotti
>Presidente di PeaceLink
>http://www.peacelink.it
>
>--
>
>
>Sostieni PeaceLink, versa un contributo sul c.c.p. 13403746 intestato ad
>Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto (TA)
>
>--
>Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
>Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
>Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/ecologia
>Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/ecologia
>Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
>http://web.peacelink.it/policy.html
>
>



--
Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://web.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/ecologia
Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/ecologia
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html





Invita i tuoi amici e Tiscali ti premia! Il consiglio di un amico vale più di uno spot in TV. Per ogni nuovo abbonato 30 € di premio per te e per lui! Un amico al mese e parli e navighi sempre gratis: http://freelosophy.tiscali.it/