[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Ecologia] Treia - Programma del 31 ottobre 2014 - Riciclaggio della Memoria






Presentazione/comunicato 


Nel sottotitolo del libro “Riciclaggio della Memoria” che viene presentato a Treia, nella Sala Consiliare, il 31 ottobre 2014 alle h. 17, è scritto: “Appunti, tracce e storie di bioregionalismo, ecologia profonda e spiritualità laica”

A questo punto una domanda sorge spontanea: Chi può definirsi bioregionalista?

Questo termine non denota una appartenenza etnica bensì la capacità di rapportarsi con il luogo in cui si risiede considerandolo come la propria casa, come una espansione di sé. La definizione diviene appropriata nel momento in cui si vive in sintonia con il territorio e con gli elementi vitali che lo compongono. Infatti chiunque può essere bioregionalista indipendentemente dalla provenienza originaria se si riconosce nel territorio e nella comunità in cui vive. L’approccio bioregionale comprende la visione dell’ecologia profonda e della spiritualità della natura (o laica). Questi tre aspetti sono inseparabili. L’ecologia profonda è il riconoscimento dell’inscindibilità della vita ed il bioregionalismo non è altro che la descrizione dei vari processi vitali e delle forme visibili della vita e della materia nella consapevolezza di tale inscindibilità. La spiritualità laica (o naturale) è l’intelligenza- coscienza che pervade la vita, è il suo profumo. Questa spiritualità -o senso di presenza- si manifesta nella consapevole pratica, sincera ed onesta, del condurre la nostra esistenza considerando che noi tutti siamo presenti in ogni aspetto del processo vitale. Quindi l’ecologia profonda, il bioregionalismo, la spiritualità naturale (o laica) sono espressioni del vivere consapevole, amorevole, gentile e solidale sulla Terra.

Per fornire un esempio concreto di ciò, durante la giornata del 31 ottobre 2014 a Treia, vivremo insieme varie esperienze significative, come l'escursione erboristica mattutina alla ricerca di erbe spontanee commestibili ed officinali. Una condivisione del cibo vegetale reperito. Una passeggiata nel centro storico per conoscerne l'architettura e le persone che lo abitano. E poi godremo di alcuni esempi di musica popolare e spirituale, delle opere d'arte e d'artigianato locale, delle testimonianze di vita armonica portate da diversi relatori, ed altro ancora che potrete scoprire partecipando a questa iniziativa di libera partecipazione, organizzata dal Circolo Vegetariano VV.TT. di Treia

Paolo D'Arpini



"Riciclaggio della Memoria"

Treia - 31 ottobre 2014

Con il patrocinio morale del Comune e della Proloco di Treia


Programma:


h. 10.00 – Escursione erboristica con Sonia Baldoni, sibilla delle erbe. Partenza dal Circolo vegetariano VV.TT. Vicolo Sacchette 15/a – Treia

h. 13.00 – Ritorno al Circolo e convivio con le erbe raccolte ed il cibo vegetariano da ognuno portato

h. 15.00 – Passeggiata turistica nel Centro Storico


h. 17.00 – Sala Consiliare del Comune, Piazza della Repubblica 

Benvenuto del Sindaco e del Presidente della Proloco di Treia


Tavola Rotonda: “Riciclaggio della Memoria”, presentazione del libro

Moderatore: Michele Meomartino - Interventi: Enzo Catani, Amerigo Costantini, Lucilla Pavoni, Alberto Spurio Pompili, Caterina Regazzi. Conclusioni: Paolo D'Arpini, autore del testo.


Alle pareti - Opere di Domenico Fratini e Rolando Sanpaolesi
Interventi musicali – Esecuzione di Aria di Stelle
Proiezione diapositive - Nazareno Crispiani 
Esposizione agricola bioregionale – Produzione di Gigliola Rosciani


h. 19.30 – Ritorno al Circolo e celebrazione della Vigilia di Ognissanti

 

Nota aggiuntiva: 

Ricordo a tutti che la mattina del 31 ottobre alle 10 circa partiremo per una passeggiata erboristica con Sonia. Appuntamento in Via Sacchette 15/a al Circolo Vegetariano VV.TT..  Magari cominciamo dall'orto che sta sotto il Circolo che è pieno di erbe selvatiche commestibili. Con quanto raccolto ci faremo un pappone per il pranzo (lasciando anche qualcosa per la cena), se ognuno porta qualche pietanza vegetariana saremo tutti felici e contenti. Se il tempo è bello pranziamo nell'orto se è bruttino staremo al Circolo. Portare con sé suppellettili (piatti e posate e tovaglioli), al termine si farà la conta per il lavaggio delle pentole e riordino dei locali.  

Il pomeriggio verso le 15 andiamo a zonzo a visitare la bella Treia.

Alle 17 circa saremo nella sala consiliare del Comune  per la Tavola Rotonda, la mostra, le poesie, gli interventi musicali, etc. la manifestazione termina con una degustazione di prodotti bioregionali preparati ed apparecchiati da Gigliola. Al termine una addetta della Pro Loco ci accompagnerà a visitare la pinacoteca che si trova sullo stesso piano della Sala Consiliare.  Conclusi gli aspetti culturali e ludici torniamo al Circolo dove ci saranno dei canti serali per celebrare la Vigilia di Ognissanti. 

Chi partecipa venendo da lontano può fermarsi a dormire (gratuitamente) al Circolo, in modo spartano, portandosi sacco a pelo ed asciugamani. 

Oppure potrà alloggiare (a proprie spese)  nell'Hotel Grimaldi che si trova vicino al Comune. Prenotazioni:  Tel. 0733/210009



Per ogni altra informazione chiamate al 333.6023090 - 0733/216293 oppure scrivere a circolo.vegetariano at libero.it