[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Ecologia] Meno male che ci sono magistrati come Guariniello e Di Lecce.



L'Arpa conferma l'amianto nelle terre del Tav Terzo Valico. Concentrazioni fuorilegge. Come sosteniamo da anni. Il procuratore capo Michele Di Lecce segue l'inchiesta di persona: è una garanzia, fu sempre lui ad avviare il processo Solvay ad Alessandria. Sputtanati i negazionisti: in prima linea i parlamentari Fornaro e Borioli e la presidente della provincia Rossa.

Non si imprigiona Voltaire. Solidarietà a De Luca. E a Bossi? Con lo scrittore Erri De Luca siamo sempre stati d'accordo, mentre con Umberto Bossi praticamente mai. Dunque, per De Luca i PM di Torino (non hanno niente di meglio con cui occupare il tempo?) hanno chiesto 8 mesi di galera per "istigazione a delinquere" avendo in una intervista sostenuto che "la Tav va sabotata". Come avrebbe detto Ghandi. Bossi a sua volta è stato condannato dal tribunale di Bergamo a 18 mesi di galera per vilipendio del presidente della Repubblica: in un comizio gli aveva dato del "terun". Termine a cui ambirebbe qualunque immigrato. Ebbene, due reati di opinione. I magistrati metterebbero in galera anche Voltaire che invano insegnò: "Disapprovo quello che dici ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo".

Solvay ama i cittadini. Alla faccia del bicarbonato di sodio. Solvay ha fatto pubblicare sui giornali questa inserzione pubblicitaria in coincidenza con l’udienza del processo in Corte di Assise affinché i giurati sappiano, proprio mentre stanno per emettere la sentenza, quanto i cittadini amino la multinazionale belga. Perché Solvay ama i cittadini: sentimento reciproco. Lo sanno bene i giurati ad Alessandria che l’hanno appreso in questi anni durante decine e decine di udienze, dai testimoni prima ancora che dalle indagini epidemiologiche sui tumori. E lo sanno bene anche senza cliccare su Google interrogando “Inquinamenti Solvay”: pagine e pagine di disastri e morti in ogni parte del globo. “Alla faccia del bicarbonato di sodio” è l’esclamazione, piuttosto che di Totò, e per chi crede nell’aldilà, che rimbomba nella tomba monumentale di Ernest Solvay.

Indovina indovinello. Che relazione c’è tra gli articoli lecca lecca su Il Piccolo e La Stampa (clicca qui) e l'inserto ripetutamente pubblicato a pagamento su entrambi i giornali? Scegli l’opzione:
a) Solvay ha comprato la pubblicità e in cambio le redazioni hanno fatto la pubblicità occulta.
b) I due giornalisti sono cortigiani motuproprio.
c) Entrambe le cose.
d) E’ solo una coincidenza.

I servizi su Solvay si possono fare senza stare in ginocchio. Questi sono stralci di ben due articoli su La Stampa. Vi risparmiamo il resto. Nonchè Enrico Sozzetti che su Il Piccolo recita: "Elettronica e benessere la nuova frontiera di Solvay". La piaggeria giornalistica supera le veline aziendali.

La testimonianza di un viaggiatore sul trenino al Luna Park della Solvay. Clicca qui sul blog L'Agorà il folkloristico viaggio di Daniele Verzetti.

Fusti e manufatti interrati sotto Fabbricazioni Nucleari a Bosco Marengo. Ne avevamo denunciato la presenza anche con esposto alla Magistratura: clicca qui. Sogin, Arpa, Ispra ci dormono sopra. Non avviata la bonifica.

Migliaia manifestano a Sezzadio contro Tav Terzo valico, discariche e Acna. C'è tutta la Valle Bormida con i Comitati, i 24 sindaci dell'alessandrino e dell'astigiano (ma il comune di Alessandria è assente: chieste le dimissioni di Rita Rossa che è anche presidente della Provincia). Migliaia di palloncini degli studenti con la scritta "No alla discarica". Gli agricoltori con una lunga fila di trattori. Tre NO: alla discarica di Sezzadio, all'amianto del Terzo valico e alla finta bonifica di Enel Syndial per l'Acna. 

Continuano gli sversamenti di benzina Eni a Tortona e Castelnuovo Scrivia. Assenti i sistemi di rilevamento perdite. L'Eni è una irresponsabile: per i danni ambientali ed economici. Centinaia di migliaia di litri di carburante dall'oleodotto nei terreni ad ogni tentativo di furto e a rischio di esplosione. Falde profonde inquinate da settimane, pozzi chiusi, acquedotti a rischio. Debole la voce dei sindaci 

Diossina dalla Piberplast? Tardano le analisi Arpa. L'azienda leader della plastica esclude il coinvolgimento di polimeri clorurati dal gigantesco rogo: è "solo" polipropilene. La nube tossica ha investito Voghera e l'alessandrino, poi la pioggia ha disperso gli inquinanti nei terreni: prescritto lavaggio di frutta e verdura. I Comuni reclamano trasparenza nelle indagini. Misure di sicurezza insufficienti: già nel 1999 si era verificato analogo disastro. 15 squadre di pompieri intervenute.

Incredibile o scandaloso. Proprio a Casale da trentanni "dimenticata" una polveriera di amianto. Nei capannoni ci lavoravano artigiani e operai, a fianco: centro ricreativo e parco pubblico.

In disaccordo con papa Francesco. Solo su un punto. Quando si preoccupa che "La distruzione dell'ambiente mette in pericolo l'esistenza stessa della specie umana". L'estinzione della specie umana sarebbe invece auspicabile per tutti gli esseri viventi della Terra, la quale si rigenererebbe dalla distruzione dell'ambiente causata dalla presenza dell'uomo. La prossima conferenza sul clima a Parigi fallirà così come le precedenti di Durban, Copenhagen ecc. Nel mondo, 2 persone su 10 soffrono la fame, 5 bambini su 100 muoiono appena nati, 1 persona su 100 non ha accesso all'acqua potabile, 20 su 100 non ha accesso all'energia elettrica, ridotto l'accesso alle cure e ai medicinali, le distanze fra ricchi e poveri aumentano ovunque, aumentano le spese militari, le guerre, i profughi, la finanza domina. L'uomo sfrutta l'ambiente come sfrutta l'uomo. Il papa non lo dice ma lo pensa: senza sfruttamento verso i Paesi poveri non esisterebbero i Paesi ricchi. Per non essere accusato di essere "comunista". 

Renzi sta allontanando i cittadini dal Servizio sanitario nazionale spingendoli verso prestazioni private e forme di sanità integrativa. I tagli alle visite, esami, farmaci e persino interventi chirurgici. Clicca qui il comunicato stampa di Medicina democratica riportato su Quotidiano sanità.

Ci hanno "accusato" di aver nascosto il colore dei politici. Nel post sui tagli alla sanità alessandrina (clicca qui). Invece avevamo dato per scontato che fosse risaputo che i sindaci compiacenti ai tagli ospedalieri fossero quasi tutti dello stesso partito di Renzi e Chiamparino.

Animalisti nazisti ci sono anche dalle nostre parti. In rete c'è un filmato: a Parigi un gruppo di animalisti strappano dalle mani di un barbone il suo cagnolino. Il pover'uomo cerca invano di abbracciare la povera bestia che guaisce e scalcia terrorizzata. I sequestratori si vantano su Facebook: "Abbiamo portato via il cane ad un nomade che chiedeva l'elemosina. La polizia non ha agito, noi sì". Un crimine contro due esseri viventi che non davano fastidio a nessuno se non ai fanatici.

Assemblea nazionale contro le devastazioni ambientali e sociali. Movimenti/comitati/associazioni che si occupano di ambiente e di territorio e che stanno combattendo le scelte che il Governo vuole imporre ai territori in tutte le regioni italiane, dagli inceneritori alle trivelle, dalla TAV ai grandi elettrodotti, in generale, quelle grandi opere che devastano l'ambiente e uccidono la democrazia e la partecipazione. Clicca qui.

In cammino contro le atrofie muscolari spinali. Si conclude il 3 e 4 ottobre nelle piazze italiane l’iniziativa “Un aquilone per un bambino”. (continua...)

Abilitando a Bosco Marengo. Due giorni densi di convegni, laboratori, workshop ed eventi artistici che hanno al centro il rapporto tra nuove tecnologie, disabilità e inserimento nel mondo del lavoro e della scuola. Clicca qui.  

Nasce il Museo delle Tecnologie per Disabilità Visive. Inaugurato il 26 settembre a Genova: strumenti alle persone cieche e ipovedenti per conoscere il mondo. (continua...)

Messaggio di pace e salute inviato a 13.115 destinatari da Lino Balza

Via Dante 86 15121 Alessandria Tel. 3470182679 linobalzamedicinadem at gmail.com - medicinademocraticalinobalza at hotmail.com

MEDICINA DEMOCRATICA - MOVIMENTO DI LOTTA PER LA SALUTE onlus 
Via dei Carracci 2 20100 Milano
Sito web
5 x mille 97349700159
Sottoscrizione (Socio+Rivista) ordinaria 35€ o sostenitrice 50€
b/b IBAN IT48U0558401708000000018273
bollettino postale CCP1016620211-IBAN POSTE IT02K0760110800001016620211
entrambi intestati a Medicina Democratica ONLUS
Sezione provinciale: movimentodilottaperlasalute@medicinademocraticaalessandria.it   
Blog
Pagina facebook
Youtube
Allegato Rimosso