[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Ecologia] Il dovere degli ecologi, innamorati della natura







On 04/20/2016 11:58 AM, Laboratorio Eudemonia eulab at sapo.pt wrote:

Necessita dunque un FERMO BIOLOGICO ED IDEOLOGICO DELLE NASCITE.





Nella storia dell'essere umano chissà quante volte saranno stati lanciati inviti simili. 
Questo stesso mio invito risale a tanti anni fa, forse qualcuno lo ricorderà.

Ma è ancora giusto e razionale, oggi, continuare a porre il tema demografico ed in genere 
ambientale, paesaggistico, territoriale al centro della propria attenzione?

La risposta non è così scontata. Oggi, al contrario di tanti anni fa, quando ci incontrammo e conoscemmo, il tema 
ambientale ha fatto molta strada. Molta brutta strada. La natura è passata dall'essere quell'oggetto di amore e di 
attenzione di noi gente per bene a pretesto a perenne disposizione dei CARRIERISTI PUBBLICI per fare il peggio cui venga 
loro in mente. Onestamente spero che tra voi vi siano persone sgamate, persone non di primo pelo, con un buon occhio, che 
abbia notato che a redarre le leggi non sono i politici. Ogni politico ha il suo CODAZZO di CARRIERISTI PUBBLICI ai quali 
lascia il noioso ma borioso compito di scrivere leggi che vengono metodicamente scritte non nell'interesse collettivo 
bensì ponendo al centro dell'Universo, immoto come quell'aberrazione etica e fisica che è, il "loro" 
POSTO FISSO e CARRIERA.

E con un mondo proveniente da una simile aberrante visione, contro natura e contro la scienza, 
è chiaro che cricche, elite, lobby e mafie vanno a gozzovigliare.

Questo è il salto evolutivo, questa è la presa di coscienza che dappertutto sulla Terra 
urge: accorgersi che il politico ha ben altro da fare che mettersi a scrivere leggi. Quasi sempre 
sono i CARRIERISTI PUBBLICI a concepire quelle aberrazioni che poi ci ritroviamo davanti come LEGGE 
inoppugnabile: IMPOSTE con le ARMI in PUGNO.

Senza contare che non di rado gli stessi CARRIERISTI PUBBLICI, non paghi del potere che già 
hanno, si danno alla politica ed occupano pure ruoli di Governo. Senza contare infine che la 
cultura che occupa la nostra mente e quella dei politici è la cultura che i CARRIERISTI 
PUBBLICI hanno concepito espressamente per mantenersi al potere.


In verità il CARRIERISMO PUBBLICO andava soppresso con l'avvento della Democrazia. S'è mantenuto 
solo per via che i PADRONI & SOVRANI dei Pubblici Apparati, i CARRIERISTI PUBBLICI, hanno agito 
sapientemente, usando le loro competenze scientifiche non per il bene del Paese, non per servire la 
REPUBBLICA, bensì per conservare i privilegi.


Ora: con organizzazioni sociali che prevalentemente non sono in mano a politici regolarmente eletti bensì a quello 
STATO FASCISTA NELLO STATO DEMOCRATICO che sono i CARRIERISTI PUBBLICI (assunti a vita secondo il MODELLO ISTITUZIONALE 
TIRANNO) persone per bene e cui ancora girano gli elettroni cosa devono fare? Dovremmo comportarci come immaturi, 
ponendo l'ambiente al centro dell'attenzione popolare o non è più saggio dire: alto là 
all'ambientalismo, al fascismo dell'ambiente! Prima la Democrazia, prima si rende democratico il Paese, l'Unione 
Europea, il mondo, poi si torna a parlare di ambiente! Il mondo è ancora sottomesso ad organizzazioni tiranniche 
ed io, persona per bene ed in gamba, che faccio? ME NE FREGO e pongo sul tavolo della pollitica un tema con 
ripercussioni così pericolose come ambiente e sovrappopolazione?


No, io sono davvero una persona per bene ed in gamba. Non sono una schifezza di scienziato che si nasconde 
dietro la propria specializzazione. Chi ha un tal cervello capace di qualificarlo come SCIENZIATO, è 
perfettamente in grado di capire che non è possibile, è CRIMINALE! porre sul tavolo da gioco temi 
così seri lasciando Italia, Europa e Terra in situazioni istituzionali che sono rimaste quasi immutate 
dai tempi in cui fascismo e nazismo presero il sopravvento e fecero tutto quello che vollero!

Amo la natura, amo tutto quello che c'è da amare. Appunto per questo non mi comporto da 
stronzo e, accantonato un momento l'ambiente, m'impegno a democratizzare il mondo!


Attenzione! Non è fuori tema quanto detto sopra. I truffatori del mondo si servono 
proprio della SPECIALIZZAZIONE per tenere divise ed impotenti consapevolezze e persone.


Danilo D'Antonio
+39 339 5014947

Civilmente, legalmente, pacificamente,
democratizziamo il PUBBLICO IMPIEGO!

http://BANCA-del-PUBBLICO-IMPIEGO.tk/