[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Ecologia] Il drammatico servizio delle Iene e il Quarantennale di Seveso e Medicina democratica.



Alessadrini, guardatevi questo drammatico servizio delle Iene su Mediaset. Clicca qui il servizio delle Iene. La Sezione di Medicina democratica di Alessandria è stata la prima in Italia a condurre una campagna nazionale per la messa al bando del PFOA (perfuorurato) scaricato in Bormida fino alla foce del Po (clicca qui intervista a Lino Balza), denunciando anche ai massimi livelli sanitari la presenza del veleno nel sangue dei lavoratori, a loro volta addirittura donatori di sangue. Sul nostro blog (sezione Argomenti, clicca qui) sono archiviati almeno 63 interventi sulle questioni sollevate. Il libro “Ambiente Delitto Perfetto” ne parla diffusamente.
Medicina democratica ha denunciato, oltre al PFOA, la presenza nel sangue dei lavoratori Solvay di Spinetta Marengo (Alessandria) di ADV e C6O4, a vario titolo sostanze tossiche/ cancerogene/ mutagene/ teratogene, e ha rivendicato l'intervento dell’ASL e della Sindaco a tutela dei lavoratori nonchè dei cittadini tutti. Inoltre ha chiesto al direttore generale ASL Alessandria, all'assessore Regione Piemonte alla Sanità e a Beatrice Lorenzin Ministro della salute, di impedire su tutto il territorio nazionale trasfusioni di sangue contenenti tali veleni. Il documento è stato inviato alla Procura, a tutti i sindaci della provincia, a tutti gli ospedali, Arpa, Avis ecc.
A tutt’oggi nel territorio alessandrino non hanno riscontro in ambito Asl e Arpa analisi e interventi ispettivi che invece si stanno svolgendo in Veneto (vedi il video delle Iene). Di contro, l’inerzia e il silenzio di Asl e Arpa alessandrini ai nostri esposti rappresentano uno scandalo che colpisce la salute della cittadinanza: immaginiamo di quale entità. Altrettanto responsabile è la sindaco di Alessandria peraltro già insolvente del Referto epidemiologico e dell’Indagine epidemiologica della Fraschetta.

“Come ridurre i rischi di disastri sanitari-ambientali ed economici nel Mediterraneo”. “Da Seveso a Spinetta Marengo: quali differenze” relazione di Lino Balza. (Clicca) Una riflessione del professor Salvatore Palidda dopo il Convegno all'Università di Genova: clicca qui

La Fondazione Micheletti di Brescia segnala il libro dedicato a Giorgio Nebbia per i suoi 90 anni. E' in corso di stampa, è possibile prenotarlo e riceverlo con una sottoscrizione minima di 10 euro. In copertina i nomi di coloro hanno offerto il loro contributo all'evento che si è tenuto in Senato a Roma il 10 maggio scorso, tra cui Barbara Tartaglione. Richiedetelo a questo indirizzo e-mail: micheletti at fondazionemicheletti.it

L'inquinamento dell'aria sottrae anni di vita anche ad Alessandria. Ma il GUP non ha neppure avviato il processo dopo la nostra denuncia (clicca qui) malgrado tutte le dimostrazioni della letteratura scientifica. L'indagine epidemiologica dell'Arpa Piemonte ha calcolato gli effetti a lungo termine.

Assemblea del Comitato Vivere a Predosa.

Convegno smaltimento amianto organizzato dal Movimento 5 stelle. Clicca qui la locandina dei lavori.

Processo ILVA. Non può essere una fiera di avvocati. Serve la partecipazione diretta al processo , serve un processo popolare.Clicca qui Cobas Taranto, Centro Salute Ambiente Puglia, Sindaco Taranto

Diamo voce alla pace. Decine di migliaia di persone, famiglie, studenti, scuole, associazioni ed Enti Locali danno vita ad una straordinaria Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità. Clicca qui

Non usare strumentalmente l’epilessia per giustificare casi come quello di Stefano Cucchi, in cui si è preso atto di lesioni frutto di percosse! Basta parlare a sproposito di epilessia, sbatterla in prima pagina invece di denunciare che manca una legge attesa da anni. (continua...)

Al governo non far sapere la malasanità del Pronto Soccorso. Nel rapporto del Tribunale dei diritti del malato: i tempi di attesa per un ricovero possono arrivare anche a 7 giorni; per un codice giallo (già grave) i tempi di attesa medi sono di 2 ore; le linee guida per la terapia del dolore sono presenti solo nel 47%delle strutture nei dipartimenti di emergenza il personale solo nel 55% dei casi sa se esistono posti letto nei reparti mentre sono stati spesi centinaia di milioni per l'informatizzazione; i disabili nel 20% dei casi hanno bagni inaccessibili per barriere architettoniche; metà dei servizi igienici non ha nemmeno il sapone per lavarsi le mani; il diritto alla privacy non è garantito in una struttura su tre; gli spazi riservati per i malati terminali sono previsti solo nel 30% dei casi; gli stessi responsabili dei dipartimenti nel 39% assegnano una insufficienza piena ai propri servizi di emergenza e al loro rapporto con il territorio.   

Un italiano su tre non avrà più il medico di famiglia. In Piemonte nei prossimi sette anni lasceranno lo studio 1173 medici. Ogni 4 che lasciano c'è solo 1 che subentra. 433.200 pazienti resteranno senza medico di famiglia. Cause sono il numero scarso delle borse di studio delle Regioni e le basse retribuzioni, e soprattutto i tagli governativi alla Sanità e il modello di assistenza territoriale che punta appunto a risparmiare riducendo il numero dei medici.

Far rinascere la tiflologia, formare i tiflologi soprattutto per gli studenti. Fondamentale è la nascita del “Network per l’Inclusione Scolastica” (NIS), voluto dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti». (continua...)

Ore di sostegno agli alunni con disabilità: il Dirigente Scolastico non può ridurle. Per nessun motivo, tanto meno quello legato ai vincoli di bilancio. (continua...)

Eliminare le barriere dev’essere una priorità pubblica. Nonostante le leggi, nonostante i regolamenti, nonostante i corsi di formazione, nonostante le denunce, nonostante la promozione di una cultura dell’accessibilità, la stupidità umana non è stata ancora debellata completamente. (continua...)

Videosorveglianza negli asili nido, nelle scuole d’infanzia e nelle strutture sanitarie e sociosanitarie destinate a persone anziane o con disabilità. Pseudo-soluzione eclatante e demagogica? (continua...)

Undicesima Giornata Nazionale del Cane Guida per Ciechi. All’attenzione il tema dell’accesso dei cani guida nei luoghi aperti al pubblico, diritto umano basilare che, pur essendo garantito dalla Legge, non sempre viene rispettato. (continua...)

Facta lex inventa fraus - Fatta la legge, trovato l'inganno. Facta non verba - ci vogliono fatti, non parole! Il governo non ha emanato i decreti attuativi della Legge in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. (continua...)

A dieci anni dalla scomparsa di Piergiorgio Welby, l'irriducibile. La sua determinazione nel rivendicare il diritto al rispetto della propria volontà e a non subire accanimenti terapeutici, è una conquista per tutti, un vero capolavoro. (continua...)

Messaggio di pace e salute inviato a 15.678 destinatari da Barbara Tartaglione

Via Dante 86 - 15121 Alessandria Tel. 3382793381

Sezione provinciale di Medicina democratica Movimento di Lotta per la salute: 

movimentodilottaperlasalute@medicinademocraticaalessandria.it

b.tartaglione at tiscali.it  - balza.lino@odgpiemonte.postecert.it – barbara.tartaglione at pec.it

Blog: http://medicinademocraticaalessandria.blogspot.it

Gruppo Facebookhttps://www.facebook.com/groups/299522750179490/?ref=bookmarks

Pagina Facebookhttps://www.facebook.com/MedicinaDemocraticaAlessandria/

Youtubehttps://www.youtube.com/channel/UCnZUw47SmylGsO-ufEi5KVg

Twitter: @MedicinaDemAl

Sottoscrizioni a favore No Tav e Ricerca cura mesotelioma: IBAN IT18 Y033 5901 6001 0000 0140 862

Sede Legale  Via dei Carracci 2 20100 Milano
5 x mille 97349700159
Sottoscrizione (Socio+Rivista) ordinaria 35€ o sostenitrice 50€ b/b IBAN IT48U0558401708000000018273