[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Ecologia] IL TESTO BASE DA DISCUTERE A NEW YORK PER IL BANDO ONU DEGLI ORDIGNI NUCLEARI



PRONTO IL TESTO BASE DA DISCUTERE A NEW YORK PER IL BANDO ONU DEGLI ORDIGNI NUCLEARI

da parte di Alfonso Navarra (www.disarmistiesigenti.org)

Elayne Whyte Gómez, l'ambasciatrice del Costa Rica che presiede la Conferenza ONU, oggi ha presentato a Ginevra la bozza di un Trattato per il bando delle armi nucleari ai diplomatici ed agli esponenti della società civile. 
La bozza è stata redatta  sulla base della discussione svoltasi durante il primo round di negoziati tenutisi al Palazzo di Vetro di New York dal 27 al 31 marzo, con la partecipone di 132 Stati. 
I negoziati continueranno dal 15 giugno al 7 luglio, con la citata bozza come base.

Per scaricare il testo in discussione del Trattato:
http://www.icanw.org/wp-content/uploads/2017/05/DraftTreaty.pdf

PS - Vi consiglio di darci un occhio. Avete qualcosa di più importante di cui occuparvi? Molta gente sicuramente SI. Anzi, i più. Che so, se il M5S è pro o contro i vaccini. Non c'è forse un polverone mediatico su questo punto? Per l'intanto, io insisto nel battere  sui tre temi che coinvolgono la sopravvivenza dell'Umanità proponendoli e riproponendoli: 1) il sistema militare con la deterrenza nucleare al suo culmine; 2) la crisi ecologica da effetto serra inquinante; 3) la disuguaglianza dell'élite che da economico-sociale tende a trasbordare persino in biologica. Oggi ho diffuso su facebook il seguente post:
PICCOLA GUERRA NUCLEARE LOCALE - GRANDE CATASTROFE GLOBALE
Un gruppo di scienziati statunitensi ha ricostruito con un modello informatico il desolante paesaggio che sarebbe offerto dal nostro pianeta se ci fosse un conflitto nucleare, regionale e limitato: solo 50 missili per parte scambimbiati. Un ambiente distrutto da carestie e freddo gelido con riduzione del nove per cento delle precipitazioni annue. Uno sto precedente,dell’International Physicians for the Prevention of Nuclear War, la federazione globale di medici per la prevenzione delle guerre nucleari, ha stimato che 2 miliardi di persone potrebbero morire di fame a seguito di una guerra tra India e Pakistan che si lanciassero addosso le loro 100 striminzite testate nucleari. Esigiamo il disarmo nucleare totale (e cominciamo con il bando che verrà stabilito a New York il prossimo luglio).
Alla Lega obiettori di coscienza (LOC), il 23 maggio dalle ore 19,in via Pichi 1, (parallela del Naviglio Pavese) di Milano, possiamo confrontarci, a partire dalla discussione del libro "La follia del nucleare", pubblicato dalla Mimesis edizioni, con gli autori Alfonso Navarra e Luigi Mosca.
Per ulteriori informazioni telefonare al 340-0736871
L'evento è stato creato su facebook al seguente link:
https://www.facebook.com/events/462796304056693/acontext=%7B%22ref%22%3A%223%22%2C%22ref_newsfeed_story_type%22%3A%22event_calendar%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D&pnref=stor