[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [Ecologia] [semprecontroguerra] Re: [nowaroma] - Sinistra anticapitalista-No a lista con Bersani-Dalema-Pisapia



Tiziano ho scritto anche troppo su questa assemblea del 18 giugno,

rimango convinto che l' attivismo migliori le cose, non costruendo societa' perfette ma migliori e qualche volta molto migliori di quello che sarebbero senza attivismo.

L' impegno di pochi cambia poco o molto poco, a volte non cambia niente, quasi sempre non cambia niente di visibile. Molto spesso annoia gli altri. Qualche volta chi tenta di fare cose buone, fa anche delle brutte o pessime figure.

Ho vissuto pero' anni dove l' impegno di migliaia di persone ha provocato risultati duraturi e rilevanti.

Un giorno leggero' "La servitu' volontaria" di La Boitie', ma intanto continuo a citarne il titolo. Consapevole che ognuno di noi ha anche una vita privata sua, e che i rapporti sociali non sono tutto.

Il giorno 08/giu/2017 10:17, "tiziano cardosi" <ecologia at peacelink.it> ha scritto:
Caro Marco, ti rispondo di nuovo. Conosco Montanari che è della mia città e ne ho stima immensa. Quello che non condivido, non tanto con lui, ma con la sinistra confusa, è questa smania di unità quando il problema mi paiono soprattutto i programmi. Uno su tutti: il rapporto con l'Europa e l'euro. Non la vedo come una questione ideologica, ma molto pratica: l'euro è nato con lo scopo di fare deflazione salariale e il suo lavoro l'ha fatto egregiamente e lo continua a fare contribuendo, tra l'altro, ad un imperialismo mercantilista di Germania e paesi del nord.
Sento tanti "sinistri" parlare di "disobbedienza all'Europa", "l'euro è solo una moneta", "riformiamo l'Unione Europea"... fino a chi propugna una rivoluzione globale in risposta alla globalizzazione.
Ognuno può credere agli dei che vuole, c'è libertà, ma non ci meravigliamo se i Trump, le Le Pen, i Salvini vincono a mani basse.
Essere sinistra oggi forse vorrebbe dire mettere un attimo da parte le proprie ideologie e molto concretamente difendere il lavoro, pretendere una moneta che difenda i salari, innescare strumenti di redistribuzione della ricchezza e della produttività, fare politiche che blocchino i liberi movimenti di capitali che uccidono il lavoro e fanno esplodere la povertà.
La sinistra che vedo intorno a Montanari non è quella di classe, quella che vuol difendere i propri interessi materiali contro l'ingiustizia sociale dilagante, ma piuttosto quella "classe media riflessiva" che ancora non ha assaggiato il sapore degli sfratti, di lavori sottopagati, che non ha rinunciato ancora a guardare al futuro perché ha delle speranze e ancora una base economica su cui contare. È una sinistra che non sa nemmeno capire la classe media proletarizzata e la guarda dall'alto in basso. È una sinistra che può concedersi il lusso di commuoversi davanti all'olocausto delle migrazioni, ma che non vede i milioni di indigeni ridotti alla povertà.
Prevedo disastro, non tanto elettorale, ma disastro sociale e nessuna prospettiva futura.
Che la terra ci sia lieve.
TC

Il 08/06/2017 07:59, Marco Palombo ha scritto:

Mi hanno risposto sulla lista nowaroma Laura da Pomezia, su semprecontrolaguerra Tiziano di Firenze.

Non ho idea di come andra' questo percorso elettorale della sinistra.

Il 18 giugno ci sara' a Roma una assemblea proposta da Falcone e Montanari a partiti e movimenti per una lista unica. Saranno presenti tutti i piccoli partiti della sinistra, e la rete dei consiglieri comunali "alternativi" non mi ricordo come si chiama

Dalla sinistra non partitica per ora c'e' solo un articolo che annuncia la partecipazione sottoscritto da Agnoletto, Emilio Molinari, Basilio Rizzo, ed altri (tra cui Calamida esponente di Democrazia Proletaria negli anni "80).

Io spero che il 18 giugno sia presente la sinistra dei movimenti, la sinistra sociale, e che intervenga nel dibattito da subito,

il 18 giugno saranno possibili solo alcune decine di interventi, all' assemblea iniziale di Cambiare si puo' nel 2013 le richieste di intervento furono piu' di 200. Ci furono invece solo circa 50 interventi scelti  con criteri che crearono i primi malumori.

La mia previsione e' che ci saranno alla fine due liste che non arriveranno al 5%. Io sono favorevole ad una lista snza Ex Pd e Pisapia, difficilmente arrivera' al 5% ma potrebbe aggregare molta gente su temi importanti e parlare di questi temi a tutta l' Italia.

Ho scritto troppo.
Invito tutti a partecipare al percorso nel modo che preferiscono.

Renzi ha perso il referendum a inizio dicembre, vuole la rinvicita a settembre con le scuole chiuse,, le citta' ancora vuote e le feste Pd e le Tv  nel pieno dell' attivita'-

Andare al mare senza parlare di politica e' piacevole
ma e' anche il regalo piu' grosso che potremmo fargli,

un regalo molto dannoso per milioni di italiani.

Il giorno 07/giu/2017 23:41, "Outlook.com" <laurananni2 at gmail.com> ha scritto:
No a Pisapia, D'Alema, Bersani è stato dato al Congresso anche da Acerbo- segretario del PRC

Laura Nanni
Storia e Filosofia
Liceo classico-scientifico B.Pascal Pomezia
392 68 55 168

Il giorno 7 giugno 2017 21:24, Marco Palombo <palombo.marco57 at gmail.com> ha scritto:

Da Turigliatto il primo No ad una lista unica a sinistra del Pd, che comprende Bersani, Dalema, Pisapia, il resto della sinistra radicale e eventuali movimenti o singoli esponenti della sinistra politica o sociale.

http://comedonchisciotte2.forumup.it/viewtopic.php?t=1968&mforum=comedonchisciotte2

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "nowaroma" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a nowaroma+unsubscribe@googlegroups.com.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "nowaroma" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a nowaroma+unsubscribe@googlegroups.com.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.
--
Hai ricevuto questo messaggio in quanto sei iscritto al gruppo Gruppo "sempre contro la guerra".
Per mandare un messaggio a questo gruppo, invia una email a semprecontrolaguerra@googlegroups.com
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo, invia un'email a semprecontrolaguerra-unsubscribe at googlegroups.com
Per maggiori opzioni, visita questo gruppo all'indirizzo http://groups.google.com/group/semprecontrolaguerra?hl=it
---
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "sempre contro la guerra" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a semprecontrolaguerra+unsubscribe at googlegroups.com.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.



Lista Ecologia
Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:
http://www.peacelink.it/mailing_admin.html