[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Quali nuove sorprese dal mondo politico italiano.



SOCIETA? APERTA.  (www. terza repubblica.it).

Circoli per l?altra Italia
Via della Consulta, 50
00184 ROMA.

Illustrissimo Presidente: Dott. Enrico Cisnetto
e.cisnetto at società-aperta.org

QUALI NUOVE SORPRESE DAL MONDO POLITICO ITALIANO ??

Sembrerebbe che qualcuno ricorrendo alla sfera magica, abbia intravisto che la politica 
italiana sia giunta ad un doloroso capo linea e per l?occasione osa avanzare sin da 
adesso l?idea della ingovernabilità del paese, suggerendo la formazione di una Assemblea 
Costituente.

Mi viene in mente, quello che abbiamo gettato via qualche anno fa definendo oggetto o 
filosofia non più valida, inservibile, con riferimento a tutte quelle democrazie fasulle 
di centro, sinistra e destra, sufficientemente provate e vissute con penose conseguenze, 
ci vengono riproposte per il buco della serratura.

Dal mondo Politico Italiano stiamo assistendo ad uno spettacolo teatrale indecoroso, 
esercitato dall?opposizione di una miriade di Partiti e Partitelli che venderebbero 
l?anima al Diavolo, pur di godere dell?effetto privilegiato del potere ai danni dei 
contribuenti, con un peso  ed un costo esageratamente elevato per lo sviluppo del paese 
che dappoi la fine del Regime Fascista si è trovato impelagato in un altro regime 
pluripartitico molto peggiore, dove furboni con scarsa efficienza scientifica, 
tecnologica e lavorativa, si sono riversati in massa verso filosofie politiche senza 
senso, arrampicandosi ai poteri dello Stato,  esercitando un pericoloso gioco di squadra 
guidato da partiti maggiori che raggruppano chiunque può dare una mano a far trionfare i 
propri interessi, in barba ai problemi reali del paese. 

Nerone, il famoso piromane politico Romano degli anni 37/68 D.C., se fosse presente in 
questo momento, opterebbe per la distruzione di Roma, fin che le ceneri cancellassero 
ogni ricordo di un sistema politico corrotto nel suo insieme, ed i futuri candidati alla 
Politica dovranno presentarsi con una etichetta identica a quella richiesta per i polli, 
con la descrizione di origine del Pensiero, le reali capacità, l?efficienza dei programmi 
e la bontà delle opere compiute.

Democrazia, Socialismo, l?Italia dei Valori, Federalismo, Devolution, Enti ed Istituzioni 
truffaldine tutte di definizioni democratiche, abituate a fare leva sulle persone facili 
da convincere o da corrompere, si sono rivelati prodotti da banco per attirare le masse 
di disinformati, al fine di raccogliere assensi per sostenere furboni ad occupare 
posizioni di comando.

Ad ogni fine legislatura, i cittadini si affannano con la speranza di un reale 
cambiamento, mentre il vero potere nelle mani di Assessori e Garanti, Giunte e 
Consiglieri, Dirigenti di Aziende pubbliche e amici degli amici i quali vanno ad occupare 
le poltrone a diretto contatto con le masse di illusi che poi pagheranno le conseguenze 
di una politica imperniata ad arricchire Monopoli Industriali pubblici e privati, 
Regioni, Province, e Comuni, di entrate aggiuntive che spesso sono il frutto di pure 
speculazioni al di fuori del concetto Democratico del Parlamento e del Senato dello 
Stato. 
Il malessere principale del paese non sembra destare preoccupazioni di nessun genere agli 
alti livelli, essi invecchiano ed ingrassano bene sulle poltrone del potere. Il male si è 
diffuso prepotentemente divenendo tradizione e il tempo ha sugellato il diritto alle 
forzature, agli abusi ed alle speculazioni. 

1)      L?Italia Politica, incosciente, autoritaria ed egoista, attribuendosi il 
privilegio di non persecuzione giuridica, depredando il paese dei beni di sussistenza, 
che hanno causato l?immenso vulcano del debito pubblico, non più risarcibile.

2)      Il freno al progresso, causato dai monopoli Pubblici, Privati e dalla scarsa 
abilità dei Pubblici Amministratori tutti politicizzati, incapaci di applicare programmi 
di riduzione costi sui servizi di prima utilità per il paese.

Dal dopo guerra ai nostri giorni, abbiamo assistito impotenti ad un continuo passamano 
dei poteri dello Stato, con il risultato di trovarci sempre più in coda alle altre 
nazioni idustrializzate. 

La Globalizzazione che doveva migliorarci, ha messo in evidenza le nostre scarse 
capacità: sia Politiche che Industriali concorrenziali, nonostante la indiscussa 
maestranza degli Italiani nell?arte dell?arangiarsi. 
In questo ultimo ventennio, il paese ha assistito alla chiusura di molte industrie ed il 
trasferimento all?estero di tantissime altre, dove regnano maggiori garanzie per i 
capitali e per la produzione in linea con i costi industriali internazionali. 

Le cause di questo sostanziale arretramento sono diverse, ma tutte rivolte maggiormente 
all?inefficienza nel senso più ampio del sistema Italia, dove vengono additate in primo 
luogo le disfunzioni Amministrative dei Governi locali, il ruolo dei Garanti, le 
speculazioni di alcune Istituzioni con il consenso al furto, il sistema Bancario, il 
Monopolismo a difesa di tecnologie superate ed il costo della vita che annullano la 
volontà e l?espansione della imprenditoria privata Italiana. 

Una delle maggiori esposizioni al crescente aumento dei costi nel paese, è dovuto 
all?Energia. Quell?Energia monopolizzata a condizioni di sfruttamento, che ha indotto il 
paese alla perdita di concorrenza industriale, per gli alti costi del sistema. 

La natura ci ha regalato uno fra i beni più preziosi per migliorare la qualità della 
vita:  <l?Energia Gravitazionale>, illimitata, continua, purissima e per giunta gratuita.
Sfruttando l?energia gravitazionale si possono costruire impianti di potenza piccoli e 
grandi per generare energia elettrica a costi molto più contenuti, risparmiando circa 
l?80% sulle nostre bollette energetiche, riducendo considerevolmente l?inquinamento e 
migliorando le condizioni ambientali a beneficio della nostra salute e dei cicli naturali 
riproduttivi, in sostituzione dei combustibili solidi, liquidi e gassosi tanto dannosi 
all?umanità.

L?Autorità preposta, non curante delle soluzioni più convenienti disponibili sul mercato 
dell?Energia, sembra favorire l?aumento incondizionato dei prezzi dell?Elettricità e del 
Gas, per indurre la cittadinanza ad accettare lo sviluppo del Nucleare, già respinto in 
occasione di un referendum Nazionale, ed oggi risulterebbe più improprio di allora.
Gli interessi economici che si celano dietro alla soluzione <Nucleare>, non tengono conto 
dell?insieme di funzioni che rendono il Nucleare pericoloso ed inconveniente agli 
interessi del paese.
Per convincere la cittadinanza allo sviluppo di tali impianti, gli interessati hanno 
incaricato Opinionisti senza scrupoli con lo scopo di forzare l?opinione pubblica, 
considerando soltanto il lato favorevole che francamente non esiste e trascurando la 
parte più importante del progetto relativo ai costi totali compreso il problema delle 
scorie e della sicurezza.

Se fossi Presidente di questa Repubblica ormai sorpassata da diversi Stati del vecchio 
terzo mondo, istituirei un Tribunale Militare, per restituire tutti i soldi sottratti al 
paese dai vari regimi antecedenti, i quali hanno causato la voragine del debito pubblico 
che si suppone sia finito nelle tasche di molti politici ed amici.

Creerei una comissione di indagine per le troppe libertà del Potere Politico a danno del 
paese.

Dagli anni 1970 ai nostri giorni, i costi delle case e degli affitti sono esplosi a 
11500% in più, creando enorme disagio alle famiglie ed al paese, mentre l?inflazione 
sostenuta dall?ISTAT, viaggia su percentuali irreali.

I costi dei medicinali nel nostro paese sono del 35/50% superiori a quelli degli altri 
paesi, prendendo come esempio di calcolo i paesi più favorevoli.

Le case popolari sono divenute un prodotto di grave speculazione, propriamente definiti 
furti ai danni delle famiglie ed utenti malcapitati.
Le lamentele di migliaia di famiglie utenti dell?Istituto, a nulla servono neanche in 
campagna elettorale dove i partiti sembrano contare i peli nel fondo schiena 
dell?aversario politico.

Gli ex-vigili urbani non più vigili ma poliziotti armati, con il compito primario di 
rastrellare soldi dalle vetture parcheggiate in una città abbandonata dai programmi di 
espansione urbana.

I costi dello Stato, sono di gran lunga superiori ai costi degli altri paesi, prendendo 
come base di calcolo le Nazioni più favorevoli.

Tutti i mezzi di informazione appartengono a gruppi politici di parte, e non vi è nessun 
mezzo di comunicazione popolare, per denunciare la gravità della situazione che da 
diversi anni sfugge di mano ai Governi, in merito alle migliaia di irregolarità ed 
ingiustizie che vedono implicate in prima persona le Istituzioni dello Stato.

Molti cittadini responsabili, si sono già resi conto che non si può tornare indietro per 
continuare ad auspicare soluzioni politiche, formulate da persone che hanno già dato 
sufficiente dimostrazione di incapacità in 60 anni di potere.

La soluzione per una ripresa della macchina Italia, risiede nello sviluppo dell?Energia a 
condizioni più vantaggiose, in modo che il costo della vita ritorni entro parametri più 
accettabili per un adeguato sviluppo del paese.

Un?altra Italia, ipotizzata da una Società Aperta è una realtà molto lontana nel tempo, a 
causa di tradizioni centenarie dure a morire fondate sull?abuso del potere, a meno chè 
nasca improvvisamente una Organizzazione capace di contrastare il potere politico e 
giuridico imponendo una linea di condotta impostata sul rispetto dei suoi sudditi.

FORZA ITALIA ANDIAMO AVANTI.

Anthony