[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: R: Lettera aperta a Beppe Grillo



Ci troviamo d'accordo con lei, il che ci fa ribadire ancora maggiormente la posizione espressa nella ns lettera.
 
Saluti.
 
Nestor Viani
 
Gruppo Sociale Progressista
 
 


"T.Bonotto" <bonotto at clopd.univr.it> ha scritto:
Aggiungo che molte persone, a seguito delle coraggiose esternazioni di Beppe Grillo, hanno aumentato la propria consapevolezza dei problemi sociali e cresciuto una maggiore fiducia che possano essere risolti. Questa è la base della democrazia: sviluppare una coscienza sociale nei propri cittadini. E' già un grande risultato.
I nostri politici invece, sembra non vogliano la democrazia, hanno tutto l'interesse a mantenere la gente nella più profonda ignoranza, in modo tale da far percepire che lo sfruttamento, che essi mettono in atto, è parte fisiologica della vita sociale. Grillo e molti altri, ci dicono il contrario. Ed è un bene per il progresso individuale e collettivo.
 
Per cui i politici che criticano questo evento con l'attributo dell'antipolitica, non stanno dicendo la verità, perchè sfugge il problema più importante: la non ereditarietà della poltrona politica e la necesità di integrità morale per coloro che si fanno chiamare leaders.
Ricorda Sarkar, la politica, da oltre 6 mila anni non ha mai aiutato a risolvere i problemi dell'umanità...
 
Anche al di là dei difetti personali attribuiti allo stesso Grillo, ma chi non ne ha di difetti e debolezze? Guardiamo ai lati positivi della vita...
 
Saluti
 
T.Bonotto
---------------
-----Messaggio originale-----
Da: economia-request at peacelink.it [mailto:economia-request at peacelink.it]Per conto di Pietro De Matteis
Inviato: domenica 9 settembre 2007 15.28
A: economia at peacelink.it
Cc: primapagina at rai.it; radioanchio at rai.it; zapping at rai.it; baco at rai.it; segnalazioni at beppegrillo.it; redazione at articolo21.com; info at peacelink.it; redazione at magistraturademocratica.it; redazione at lernesto.it; infosito at gruppoabele.org; info at perlumanita.it; info at nuovimondimedia.it; m.giulianetti at giannimina.it; argomenti at ilpadova.it; lettere at ilfoglio.it; segreteria at ilgiornale.it; lettere at corriere.it; dmag at repubblica.it; rubrica.lettere at repubblica.it; lc.redazione at cappellieditore.it; mattino at mattinopadova.it; direttore at gazzettino.it; ladifesa at diweb.it; redazione at ilmanifesto.it; lettere at lastampa.it; blogservice at notizie2.beppegrillo
Oggetto: Re: Lettera aperta a Beppe Grillo

Fare politica significa condividere problemi, e proporre soluzioni.
In questo senso l'iniziativa di Beppe Grillo, al di la del suo parere, contribuisce a fare politica.
 
 
Cordialmente
 
Pietro De Matteis
 
 


 
Il 09/09/07, aloha1789 <aloha1789 at gmail.com> ha scritto:
Ma quale progressista?
lei sta solo dicendo che si è dato vinto prima di cominciare una battaglia
E questo, se mi permette, è vergognoso
Spero che la guerra per rendere l'Italia un paese migliore si combatta senza di voi
Non è con i disfattisti che si marcia per l'evoluzione
viviana
----- Original Message -----
Sent: Saturday, September 08, 2007 11:31 PM
Subject: Lettera aperta a Beppe Grillo

 
Spett. Redazione,
 
La preghiamo di pubblicare la seguente lettera aperta a Beppe Grillo, relativamente al "Vaff...Day".
 
Grazie fin d'ora e distinti saluti.
 
Yvan Rettore

Gruppo Sociale Progressista
 
"Lettera aperta a Beppe Grillo
 
Oggi, siamo venuti ad uno dei tanti tavolini allestiti in occasione del "Vaff...day".
Riteniamo che, pur essendoci sicuramente buona fede ed impegno nello svolgere simili attività, queste risultanto assolutamente inutili sul piano politico e sociale.
Infatti, al di fuori di un certo impatto mediatico e di una certa sensibilizzazione (comunque marginale) nei confronti di alcune tematiche del nostro tempo, non provoca, né potrà mai provocare quei cambiamenti politici e sociali che la gente comune richiede in silenzio da tanto, troppo tempo.
Passata la giornata odierna, fatta di tante chiacchiere, cosa resterà?! Una bella esperienza e nulla più!
Lo stesso dicasi della raccolta firme relativa alla vostra proposta di legge, i cui contenuti sono senz'altro condivisibili, ma che oltre a non provocare un radicale miglioramento delle condizioni di vita delle gente comune, non sarà manco considerata da questa classe politica. Ammesso e non concesso che riuscirete a raggiungere il fatidico traguardo delle firme necessarie alla sua presentazione, cosa crede che succederà poi? Una bella kermesse mediatica davanti ai palazzi del potere (cosa peraltro nemmeno scontata!) e poi questa bella proposta finirà ad ammuffire negli archivi sotterranei dell'ente preposto, col disinteresse totale di coloro che dovrebbero rappresentare il popolo sovrano.
Un esempio? La proposta di legge sulla responsabilità politica presentata dal Partito Umanista nel secolo scorso è finita dimenticata in uno di questi archivi. E se non lo sa già, ve lo diciamo noi, che si tratta di una proposta che andrebbe a modificare in senso sicuramente più profondo e rivoluzionario il modo stesso di fare politica in questo paese per il solo fatto che permetterebbe al popolo sovrano di licenziare i propri rappresentanti in caso di mancato rispetto dei propri impegni assunti in campagna elettorale o di inadempienza nel proprio operato.
Lei fu invitato già in quel periodo ad adoperarsi per incitare la classe politica ad avviare quantomeno una discussione su questa proposta di legge e come lei anche diversi altri esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo, Quale fu la risposta? Silenzio assoluto!
Al di là di tutto questo, ribadiamo che ciò che state facendo, non è fare politica, perché il tutto si risolve in un puro fenomeno mediatico senza alcuna ripercussione sul piano sociale e politico.
Fare politica, Signor Grillo, è attivarsi concretamente in un gruppo costituito da persone di buona volontà, partendo dalla gente comune (quella che lavora, che fa sacrifici ogni giorno e che fatica a far quadrare i conti ogni mese!), lavorando sulle loro problematiche reali e cercando di unire le loro singole aspirazioni in un movimento fatto di azioni forti e coinvolgenti che permettano di cominciare a dare una svolta ed una tendenza diverse in questa società in cui il precariato e l'eliminazione crescente dei diritti di ognuno di noi stanno diventando una regola oltre che una pratica costante ed apparentemente inarrestabile.
Perciò, se vuole fare davvero politica, la invitiamo Signor Grillo a contattarci quanto prima, perché noi è proprio in questa direzione che vogliamo andare.
Altrimenti, tutto ciò che avrà realizzato finora e che continuerà a fare in futuro, pur se in buona fede, rischierà non soltanto di rimanere effimero, ma anche di diventare un elemento di folclore mediatico e nulla più. Ne vale la pena secondo lei?
 
Auguri di ogni bene.
 
Yvan Rettore
 
Gruppo Sociale Progressista


L'email della prossima generazione? Puoi averla con la nuova Yahoo! Mail



--
Pietro De Matteis

Permanent address:
via Ramazzotti 24
20052 Monza -Milan-
Italy
EUROPE

Tel Italy (mobile): +39 338 1610497
Tel Germany (mobile): +49 1634 128 044
Tel Belgium (mobile): +32 486 463 102  

E-mail: pietrodematteis at gmail.com
Skype: pietrodematteis
MSN Messenger: urmad55 at hotmail.com
CV: http://pietrodematteis.googlepages.com


Scopri la community di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli... e la tua opinione!