[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Legge popolare



Penso di fare cosa gradita facendo girare questo appello

mauro bonazzi



OGM - appello per una petizione popolare.


L'appello è rivolto a chiunque voglia anche solo semplicemente essere
informato sull'evoluzione degli avvenimenti, partecipare attivamente.

L'appello è rivolto a tutti ed anche agli esperti di diritto, legali,
agronomi, biologi, ecc. persone che pensano di potere mettere la scienza a
disposizione dei bisogni e della comunità pubblica, per potere valutare il
percorso fattibile all'interno dell'intricato intreccio normativo delle
varie competenze (Regioni, Stato, UE, WTO ecc.).



PROPOSTA DI LEGGE POPOLARE

1.             per l'etichettatura obbligatoria di ogni traccia di ogm
negli alimenti (anche importati e anche dei prodotti provenienti da animali
nutriti con mangimi ogm) e il divieto di semina di qualsiasi ogm in Italia,
in applicazione del Principio di Precauzione della Legge Europea;

2.             per l'obbligatorietà dei supermercati di collocare gli
alimenti contenenti ogm, importati nel rispetto del libero scambio, in
spazi specifici su scaffali separati da quelli su cui si trovano gli altri
prodotti (essendo stata giudicata "irricevibile" dalla Commissione Europea
la notifica della repubblica di Cipro del progetto di legge su tale
questione);

3.             per l'emanazione di leggi che salvaguardino la scelta delle
Regioni e dei Comuni che si sono dichiarati ogm-free;

4.             per conservare la soglia di tolleranza <<zero assoluto>> per
le sementi (Decreto ministeriale del 27 novembre 2003), quindi la totale
assenza di organismi geneticamente modificati nelle sementi;

5.             per conservare la soglia di tolleranza <<zero assoluto>> per
il biologico e l'agricoltura di qualità;

6.             per un sistema di controllo della presenza di ogm, senza
limiti di soglia di contaminazione;

7.             per una chiara attribuzione di responsabilità, con rimborso
economico dei danni prodotti da una eventuale contaminazione, individuabile
nella casa produttrice delle sementi OGM e condivisa in seconda istanza
anche dagli agricoltori dei campi OGM più vicini (con obbligo di
assicurazione per chi coltiva piante transgeniche);

8.             responsabilità di rimborso allo Stato per la contaminazione
di specie selvatiche in terreni demaniali a carico del produttore e
dell'utilizzatore di sementi OGM. Tali fondi sono devoluti alla ricerca nel
campo della tutela da contaminazione da OGM;

9.             per l'eliminazione totale degli ogm dalle mense scolastiche
(come da analoga richiesta della Coldiretti: art. 1 del progetto di legge
di iniziativa popolare <<tende a rafforzare il principio di precauzione in
atto in materia di OGM vietando la somministrazione di cibi e bevande
contenenti OGM nella ristorazione collettiva gestita da enti pubblici e
privati).

Per adesioni inviare a
<http://wpop12.libero.it/cgi-bin/webmail.cgi?Act_V_Compo=1&mailto=angela.mamma at 
libero.it&ID=I6q7RGK_vX08lK42dW8wsCQ6lnyV7uihkuKbxgqPvXS&R_Folder=aW5ib3g=&msgID=801&Body=0>angela.mamma
 at libero.it
indicando:

Associazione, gruppo di appartenenza, Cognome, Nome, data di nascita, Via e
numero civico, Città, Provincia (indirizzo di posta elettronica, per
partecipare al gruppo di pressione).

Avvertenze





Questo messaggio viene inviato come "corrispondenza personale", a scopo
esclusivamente informativo, in attuazione dell' Art. 21 della Costituzione
che recita:

"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la
parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione".

In relazione all'art.13 D. L. 196 del 30/6/03 e successive modifiche, il
destinatario può chiedere la propria  la cancellazione come previsto
dall'art.7.

Si precisa che gli indirizzi sono stati registrati o per richieste
esplicite di iscrizione o per contatti personali avuti o per segnalazione
di altri in quanto persone interessate o da elenchi e servizi di pubblico
dominio o pubblicati in Internet e talvolta risultano registrati anche per
errore, causa virus informatici, come mi è stato segnalato.

Nel caso le comunicazioni inviate non interessassero, o fossero pervenute
per errore, sarà possibile la cancellazione dell'indirizzo mediante un
messaggio di Posta Elettronica a
<mailto:mbonazzi2 at libero.it>mbonazzi2 at libero.it specificando l'indirizzo o
gli indirizzi di Posta Elettronica da rimuovere, e avente come oggetto del
messaggio "cancellazione".

Mi scuso, in ogni caso, dell'eventuale disturbo arrecato e ringrazio per la
cortese attenzione