[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re[2]: Armonica Ridistribuzione Sociale





Caro gio,

ti ringrazio molto per il cortesissimo feedback.


On 06/29/2008 at 13:07 gio wrote:

>così a leggere il virgolettato mi ritornano alla mente Mao, gli anarchici
>alla Chomsky, e l'umanesimo.
>c'è qualche riferimento a loro?


da quanto personalmente rilevo esiste una filosofia, un sapere universale che qualcuno ha 
chiamato appunto "philosophia perennis":

http://en.wikipedia.org/wiki/Perennial_philosophy

penso che ogni persona che indaghi onestamente la realtà, non volendo affermare sue 
convinzioni personali o di gruppo bensì semplicemente desiderando scoprire la realtà 
della cose, possa accedere a questa conoscenza con profitto

per quanto riguarda il tipo di approccio, si tratta di un metodo d'intervento sociale che 
chiamo "sociosintesi", mutuando il termine da "psicosintesi"


a mio avviso a questo punto noi progressisti dovremmo cominciare a porci domande come 
queste:

davvero vogliamo un cambiamento degno?
quando prevediamo esso avverrà?
QUANDO?
fra dieci, cento, mille anni o mai?
o subito, oggi stesso?

continuando con le analisi senza mai giungere alla sintesi il cambiamento non avverrà mai

con la sintesi giusta il cambiamento inizierà immediatamente

l'analisi, le meditazioni infinite, sono un po' il male stesso che si perpetua

la sintesi è il rimedio, non un semplice medicamento, bensì è il mutamento stesso

ecco, penso che ora dovremmo iniziare a giocare con la sintesi, con la sociosintesi


se ti interessa mi spiego

la psicosintesi, ed altre discipline psichiche correlate, dicono:

non conta tanto ciò che tu hai in testa in questo momento

non conta tanto ciò che tu sei oggi

ciò che conta, se vuoi star bene, è come sarebbe bene tu fossi

che t'importa di come sei oggi e di come sei stato finora?

ciò che conta è come ti conviene diventare, come ti conviene essere

perché vi sono delle regole fondamentali (di filosofia perenne) che ti conducono a star 
bene

ed altre a star male

con la psicoanalisi le persone stanno in cura per anni ed appena la smettono i loro guai 
ricominciano

con la psicosintesi le persone apprendono un metodo che migliorerà la loro vita 
costantemente giorno dopo giorno


ecco: con la socioanalisi la società non guarirà mai davvero, giocherà sempre di risposta 
agli attacchi del sistema (avete presente tutta l'inutile fatica per contrastare un 
qualsiasi bolkenstein? inutile perché non risolve niente per davvero ma prova solo a 
parare l'ennesimo attacco)

con la sociosintesi la società apprende un metodo che migliorerà la sua vita 
costantemente giorno dopo giorno

guarigione immediata: questo ci dobbiamo proporre

ecco perché a chi non lo conoscesse già raccomando la lettura di questo libro:

Principi e metodi della Psicosintesi Terapeutica
Roberto Assagioli - Astrolabio 

perché lo introdurrà ai principi della guarigione totale e veloce

non è che l'inizio, ma in verità è un ottimo inizio


sto preparando un intervento proprio su questo
te ne recapiterò il link



>Ho dato un'occhiata alla pagine segnalata e chiaramente c'è molta filosofia
>e messianismo. Non che ci sia qualcosa di male.
>L'unica cosa che mi lascia perplesso è la citazione da wikipedia:
>
>"Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della
>singolare capacità di trasformarsi in qualunque altro tipo di cellula del
>corpo. Molti ricercatori sostengono che le cellule staminali potranno
>potenzialmente rivoluzionare la medicina, permettendo ai medici di riparare
>specifici tessuti o di riprodurre organi ..."
>
>Sempre stando a wikipedia (scusami ma io di biologia non ci capisco nulla)
>le cellule staminali adulte sono cellule non specializzate capaci di
>trasformarsi in vari tipi di cellule specializzate (globuli rossi, cellule
>epatiche, neurali ecc).
>Ma mi pare di capire che una volta specializzatesi non possano più tornare
>indietro. Un globulo rosso rimane quello che è, non diventa cellula epatica
>ecc. quindi ad occhio e croce la citazione non funziona.


ti ringrazio per l'osservazione

ho già provveduto ad aggiungere un avverbio: reiteratamente

in questa prima visione d'insieme dovrebbe bastare

(noi umani siamo qualcosa di più di una cellula e penso possiamo apprendere il suo metodo 
ripetendolo ogni qual volta ci dovesse servire)



grazie ancora per l'attenzione, un caro saluto, ciao, danilo



p.s.: se hai qualcosa da segnalarmi fallo pure quando ti pare