[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

almeno 15 anni per una centrale nucleare



da QUALENERGIA

Almeno 15 anni per una centrale nucleare

 Il nucleare non si improvvisa, spiega l'Autorité de sûreté nucléaire francese, i paesi che vogliano adottarlo devono calcolare tempi lunghi, 15 o 20 anni, per dotarsi delle strutture burocratiche, approvare i progetti e, infine, costruire i reattori.
Il nucleare? Non si fa dall’oggi al domani. Ad avvertire è la massima autorità in materia di sicurezza nucleare di uno dei paesi più nuclearizzati al mondo, la Francia. “Parliamo chiaro – si legge sul comunicato rilasciato questa settimana dall’Autorité de sûreté nucléaire (ASN) – per apprendere la sicurezza nel nucleare è necessario un lungo percorso”.

La presa di posizione dell’ASN segue immediatamente la nascita, voluta dal governo francese, di France nucléaire international, un’agenzia che ha il compito di fornire ai paesi che vogliono passare al nucleare l’expertise francese nel campo. Sarkozy già nella primavera scorsa ha infatti firmato patti di collaborazione in proposito con Marocco, Algeria, Tunisia, Libia ed Emirati Arabi.

Innanzitutto, scrive il comitato direttivo dell’ASN, i paesi che non la possiedono devono istituire un’autorità per la sicurezza qualificata e indipendente. Un processo che “non si risolve nell’importare competenze né nel copiare le regole dai modelli esistenti. Servono almeno 5 anni per scrivere una legge, creare un’autorità, renderla operativa mobilitando le competenze adeguate in materia di sicurezza e controllo”.

L’esperienza internazionale, continua il comunicato, ha mostrato poi che l’approvazione della domanda di autorizzazione per la costruzione di un reattore necessita di un iter che va da 2 a 10 anni, dove non esiste ancora nessuna centrale i tempi sono anche più lunghi. Infine, per la fase di costruzione di un reattore, secondo l’ASN, senza contare eventuali ritardi, ci vogliono minimo 5 anni.
 
Il tempo complessivo che - secondo l’agenzia francese - un paese senza centrali deve calcolare prima di avere il primo impianto nucleare in funzione è dunque dai 15 ai 20 anni. Una tempistica, quella indicata dall'ASN, che dovrebbe considerare chi vede il nucleare come una soluzione immediata per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni del 2020 e chi parla di inzio dei lavori entro la fine della legislatura.

GM

20 giugno 2008