[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

ANCHE NELL'ECONOMIA..............



ANCHE NELL’ECONOMIA MONDIALE L’OMBRA DI AL-QAEDA.

Oramai è diventata la Star sul piedistallo del mondo. 
Ad ogni starnuto si coinvolge Al-Qaeda.

Non si parla di ignoranza ed egoismo Politico, di incompetenza 
Amministrativa, di libere speculazioni, di furti Istituzionalizzati, di 
imposizioni sbagliate, di diritti negati, ma per ogni conseguenza negativa, si 
cerca di coinvolgere Al-Qaeda.

Al-Qaeda, si sta facendo della buona pubblicità gratuita, e nulla di strano 
se un giorno proprio Al-Qaeda dovesse diventare un partito politico per 
riordinare il mondo devastato dai bianchi.

Il pianeta è in subbuglio per l’incapacità dei Governanti a seguire la strada 
maestra che è quella dell’onestà, del rispetto, del diritto alla vita di ogni 
singolo essere vivente.

Chi beneficia dell’autorità temporanea, non conosce il significato di “Human 
Rights”, che tradotto in Italiano significa i Diritti Umani, i Diritti di 
ciascun cittadino.

I vari Governi hanno invece creato i nuclei anti sommossa da sfoderare per 
ogni occasione di forzatura in difesa degli interessi di parte, mentre i 
cittadini del mondo si difendono con le mani, con i sassi o con qualche 
molotov, dimostrando i primi gravi segnali di opposizione al sistema il quale 
denuncia una possibile fine della Democrazia.

Uno scalino più in giù, troviamo le varie Organizzazioni Terroristiche che 
operano con disponibilità maggiori nel difendere i propri interessi, e 
apparentemente godono di continui nuovi associati, nonostante i grandi sforzi 
compiuti con le guerre in atto.

Ho sempre considerato il Terrorismo come una palla di gomma che viene 
lanciata da Istituzioni malsane di uno Stato senza l’intervento istantaneo dei 
Governi e quando rimbalza colpisce nel mucchio per farsi sentire e far pesare 
in modo più costoso, rispetto alla ingiustizia originale subita.

Persino Sua Santità Benedetto XVI, richiamando all’ordine dell’umanità i vari 
Governi per svegliarli dall’indifferenza alla sofferenza che essi stessi hanno 
creato con il potere della Finanza speculativa, che a breve e molto peggio nel 
lungo termine colpirà anche i più audaci ed incoscienti affaristi.

Il Santo Padre fa particolare riferimento alla crisi alimentare, ma le 
ingiustizie Istituzionalizzate sono presenti in quasi tutti i settori anche nei 
paesi evoluti. 
Un po’ ovunque si incomincia a notare l’insofferenza delle varie comunità 
internazionali che si aggregano per sconfiggere il grande male che si protrae 
ormai da lungo tempo contro i più deboli.

In Italia nel pieno di una recessione che si sentirà maggiormente dal 2009 al 
2015, anziché ridurre le spese dello Stato per livellarle al resto della 
Comunità Europea, qui si aumentano i costi di tutti i servizi dello Stato, 
considerando fra l’altro che i nostri Politici hanno rimunerazioni al doppio 
degli altri Paesi Europei.
Essere Italiani incomincia a pesare, nonostante i continui cambiamenti 
Politici.
Anthony Ceresa