[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

risparmiare energia rispettare l'ambiente



da repubblica.it
 
RISPARMIARE ENERGIA RISPETTARE L'AMBIENTE
 
VINCENZO BORGOMEO
Milano

L' elettronica la fa da padrona ovunque, ora anche nel mondo delle flotte aziendali dove è stato appena lanciato un sistema capace di registrare i comportamenti di chi sta al volante, aiutando a gestire l'auto in modo più razionale e rispettoso dell'ambiente. Il sistema, battezzato "Certi-drive", a dispetto del nome è tutto made in Italy ed è brevettato e distribuito da Via-Com, società del Gruppo Associated Consulting che progetta, realizza e fornisce sistemi elettronici per la gestione automatizzata dei veicoli. Il dispositivo è costituito da una chiave elettronica _ che custodisce i dati del conducente e registra i dati relativi alla guida fino a un massimo di 3200 percorsi, grazie ad una centralina di controllo e a un software specifico.
I vantaggi sono notevoli perché il Certidrive verifica anche le abilitazioni alla guida del conducente ed elabora automaticamente i dati di percorrenza, l'orario di inizio della guida, il carburante immesso, la velocità sostenuta, i chilometri, l'orario di fine percorso. I dati centralizzati ed elaborati grazie al software dedicato consentono così di ottimizzare le percorrenze, abbattere drasticamente le emissioni nel-
l'ambiente, aumentare la sicurezza e ottenere un significativo risparmio energetico. Insomma, una specie di "grande fratello" che controllando l'uso del veicolo rende possibile grandi risparmi: per questo è già stato adottato da numerose aziende e pubbliche amministrazioni per la gestione del parco automezzi.
In ballo infatti non c'è solo il rispetto dell'ambiente, ma anche la sopravvivenza stessa del settore perché in apri-
le, mentre le immatricolazioni a privati hanno toccato quota 149.417 unità con una crescita del 7,42, gli acquisti di auto da parte delle aziende si sono invece attestati su un livello di 38.989 unità, con un calo significativo. La mancanza di misure a sostegno delle imprese si sta facendo sentire, dunque, anche nel comparto dell'auto aziendale che non può usufruire degli incentivi alla rottamazione (non disponendo generalmente di auto di an-
zianità tale da essere rottamate) e soffre della difficoltà di accesso al credito. Non è un caso che il mercato dell'auto aziendale (che aveva chiuso sostanzialmente in pareggio il 2008 mentre quello dell'auto privata aveva accusato una contrazione del 18,42%) vede quindi il bilancio del primo quadrimestre in forte calo.
All'interno del comparto degli acquisti di imprese e società una contrazione inferiore alla media accusano
le immatricolazioni di auto da noleggio a breve e lungo termine, che calano del 27,95%, mentre il numero delle autovetture acquistate direttamente dalle aziende per i propri impieghi subisce una contrazione del31,83%.
In questo scenario quindi il risparmio nella gestione della flotta diventa molto importante, cosi come lo sono anche le alleanze strategiche
fra le varie aziende. _
E' di questi giorni infatti la notizia dell'accordo strategico fra Aid Automotive (gruppo Sociètè Generale) , uno dei principali operatori europei nel settore del noleggio a lungo termine e nella gestione delle flotte auto aziendali, e l'americana Wheels. Due colossi che insieme offriranno soluzio-
ni personalizzate a supporto delle scelte strategiche delle grandi aziende multinazionali.
La partnership si focalizza unicamente sulla gestione di flotte internazionali, ma entrambe le aziende rimarranno finanziariamente indipendenti e manterranno disgiunte le rispettive operazioni. Però la cooperazione farà si che insieme Aid Automotive e Wheels gestiranno più di un milione di veicoli in 40 paesi, con un brand che diventa il più importante del settore. Da subito, il 40% della flotta sarà gestito con un approccio internazionale. E, anche qui, il controllo della gestione di tutto il parco auto, sarà affidato completamente all'elettronica.