[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

tossici dipendenti






"... Facciamo qualche esempio illuminante. 


Chi è più colpevole? Il dirigente che impone la conquista economica del mondo, la sua 
invasione con le auto, il monopolio delle sementi, l'aggressione farmaceutica, la 
dominazione pubblicitaria, l'informazione addomesticata, la barbara condotta aziendale, o 
coloro che sottostanno a quelle imposizioni e zitti zitti, chiatti chiatti invadono ogni 
angolo di un mondo che ormai può solo chiedere: pietà! sopraffacendo ogni buon senso e 
libertà? 

Chi è più colpevole? Il ricco imprenditore che vuol cementificare l'Universo, che 
organizza la costruzione di condomini/tomba, oppure tutti coloro che li fanno venir su, 
spesso sapendo che presto andranno giù? 

Chi è più colpevole? I pochi padroni della finanza globale o le milioni di persone 
supermasterizzate che ogni giorno fan quel che vogliono dei risparmi altrui? 

Chi è più colpevole? Quei pochi che pagano per inquinare o quei tanti che inquinano 
materialmente? 

Chi è più colpevole? Coloro che dan ordini e distribuiscono soldi per far costruire armi 
o coloro che obbediscono a quegli ordini ed accettano quei soldi e ricercano, progettano 
e costruiscono materialmente quelle armi che poi vanno a massacrare gente in ogni 
disparato angolo del mondo? 

Chi è più colpevole? Il ricco che apre una fabbrica di mine antiuomo/donna/bambino oppure 
le folle di persone comuni che le vanno concretamente ad ideare e produrre a milioni per 
mantenere la loro, di famiglia ..."



Questi son i tossici dipendenti: coloro che accettano senza fiatare, coprendo quasi 
sempre la loro infamia con la giustificazione di dover campare una famiglia, di compiere 
materialmente gli infiniti crimini del mondo che la maggior parte delle volte non sono 
affatto ritenuti tali bensì perfettamente a "norma di legge".



Ed ecco come son nati e continuano a nascere i tossici dipendenti:

http://www.hyperlinker.com/change/prrr_prrr.htm



Danilo D'Antonio