[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

UNA PAGELLA PER LA COMUNITA' EUROPEA.



UNA PAGELLA PER LA COMUNITA’ EUROPEA.

Una ricerca estesa oltre i confini del nostro Paese, sull’attuale utilità e continuità della Comunità Europea, con l’adesione imposta dai vari Governi dell’Unione senza l’assenso dei cittadini, rivela un generale disappunto  per non adempiere i compiti per i quali fu istituita.

Basti pensare che presso il Tribunale Europeo di Strasburgo, giacciano in una posizione di stallo, migliaia di ricorsi da parte di cittadini degli Stati membri e riguardano in primo luogo, l’inosservanza dei Diritti Umani da parte delle Istituzioni degli Stati, con l’Italia apparentemente definita Cristiana e Democratica in testa alla classifica anti sociale e anti umana.

Non dimentichiamo che la Comunità Europea come Organizzazione Politica ed Economica di controllo sul comportamento degli Stati Membri, assorbe miliardi in cambio del nulla, nessuna garanzia e nessuna difesa a protezione dei cittadini.

A distanza di tanti anni di adesione alla suddetta Organizzazione, possiamo concederci il diritto delle critiche rivolte ai vari Governi, per aver finanziato di prepotenza con i soldi dei lavoratori, una Organizzazione dalle apparenze inutili, presentata come un riordinamento qualitativo delle Politiche Europee, mentre nella realtà dei fatti, risulta essere una addizionale protezione del Potere Politico interno a ciascuno Stato, in cambio del supporto al Potere Economico Europeo rappresentato dall’EURO <Franco/Tedesco>, programmato per la realizzazione del grande sogno utopico della grande Germania  <la creazione degli Stati Uniti d’Europa, per contrastare il Dollaro nella continua lotta  per il controllo dei mercati esteri>.

L’illusione di mettere insieme l’Europa formata da teste e cervelli tanto diversi, sempre in lotta con le svariate ideologie di comodo Nazionalistiche, a partire dalla Fede Cristiana destinata a misurarsi con la realtà sociale di aiuti ai poveri, ma anche di un più largo sfruttamento e speculazione attraverso le Consociate Politiche di Comunione e Liberazione - le filosofie di Marx di pari grado e livello con le filosofie opposte del Capitalismo, fondato esclusivamente sulla precarietà e il profitto - le filosofie del servilismo di alcuni esseri ben rimunerati per onorare i propri scopi Politici del Partito: Senatori, Onorevoli, Ufficiali dei vari corpi d’armata e i tantissimi disinformati o gnocchi i quali spesso sostengono cervelli deformi al comando delle Nazioni, rappresentate in maggior parte da Orchi, Tiranni e Maniaci Sessuali che approfittano degli innocenti, bambini, minorenni e donne bisognose o raggirate con promesse di vario tipo, convincendo gli stolti di essere nel giusto, dando vane speranze di un nuovo ordinamento destinato a migliorare con il C…o e il Sesso la sicurezza e la qualità della vita degli Europei, in special modo degli Italiani.

A distanza di tanti anni persi con vane speranze di cambiamento, in sostanza è cambiato poco o nulla, mentre gli Europei continuato a soffrire e morire esattamente come prima. Decessi causati da Politiche avverse speculative, da prodotti di multinazionali dannosi alla salute, da ingiustizie del Potere, con l’onere aggiuntivo di mantenere una costosa Organizzazione Comunitaria in cambio del nulla.

Se oggi in Europa s’indisse un Referendum sulla partecipazione degli Stati all’Unione Europea, il risultato sarebbe tutt’altro che favorevole, ed è proprio quello che i singoli Governi cercano di evitare per non perdere il supporto offerto dalla catena dei Partiti facenti capo al Potere Politico Europeo Unificato.

Un esempio più che convincente possiamo riscontrarlo nella politica sconcertante del nostro Paese.

Se dovessimo sbattere sotto il naso dei nostri Governanti degli ultimi quarant’anni, parolacce di accusa per aver distrutto il Paese, verremmo minacciati di vilipendio a pubblici Ufficiali, protetti da Leggi di comodo per agire in piena libertà, senza essere toccati a rifondere i danni commessi al Paese.

La Commissione Europea di vigilanza sul comportamento mafioso di alcuni Stati membri e relative Istituzioni,  mantiene un equilibrio completamente estraneo alle sofferenze della Società Comunitaria, per cui si sono create evidenti rivendicazioni sino a mettere a repentaglio le sorti della Comunità Europea con il boicottaggio dell’Euro, della produttività e del sostanzioso smercio di droghe.

Per chi non lo sapesse, il transatlantico Italico che per due anni dall’inizio della crisi aveva sempre sostenuto che il Paese non era stato toccato dalla crisi, improvvisamente si trova arenato nella grande Emme. Sono in corso accordi con la Francia, la Germania e la Cina per sottrarci dal default finale in cambio di partecipazioni ai beni del paese.

Dove sono finiti i miliardi salva Stati?

Perché la Comunità Europea non ha fermato in tempo utile il progredire della Globalizzazione la quale ha indotto l’Europa ad importare i beni di prima necessità da angoli estremi della terra, causando disoccupazione e disperazione?

Perché il nostro Governo, per non perdere i consensi Politici alle Camere, non ha ridotto i privilegi della Kasta Politica molto prima dell’avverarsi del default?

Perché la Commissione Europea non è intervenuta in tempo utile per impedire il possibile default del Bel Paese?

Perché l’Unione Europea non livella le condizioni rimunerative dei Politici Europei, in special modo i privilegi straordinari dei Politici Italiani?

Perché la Comunità Europea non ha creato un sistema di misura delle capacità e onestà dei vari Governi aderenti all’Unità Europea, per non incorrere nella medesima drammatica situazione del Nord Africa e Medio Oriente?

Nella secessione richiesta dal Nord Italia per tramite della Lega, allo scopo di distaccarsi dall’incorreggibile comportamento di Roma, la Francia e la Germania sono disposti a dare una mano nella realizzazione del sogno Padano?

Anthony Ceresa