[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

IL REALISMO INGENUO DELLA POLITICA ITALIANA



IL REALISMO INGENUO DELLA POLITICA ITALIANA.

Da millenni l’uomo è alla ricerca di una qualche soluzione di indipendenza e di libertà sottratta da altri uomini gravemente ammalati di gloria e di Potere limitato nel tempo, i quali improvvisamente si troveranno nella polvere impastati assieme allo sterco animale, per ricomporsi in qualche insetto di fogna, senza nemmeno apparire al cospetto del Creatore infinitamente buono e giusto che ha concesso al malvagio, la possibilità di redimersi nella vita.

Da questo concetto molto concreto si fondano le convinzioni della rincarnazione di alcuni esseri indegni, riproducendosi in insetti quali scarafaggi nella vita e dopo la vita.

Quanti vecchi che stentano a tenersi in piedi, assetati di potere e di malvagità, non si rendono conto del male che continuano a seminare, accecati dall’ingordigia e dalla comoda poltrona.

Eppure la Natura e la Storia ci sono di esempio e di guida, ma il male incarnato profondamente in alcuni esseri diabolici e ritardati, continuano a seminare disastri contro i propri fratelli e contro l’intera umanità.

La Politica senza programmi di cambiamento, usa forme filosofiche incomprensibili e colorate con simboli e bandiere a scopo di attrazione per acquisire consensi, sostenuta dal Cattolicesimo, il Protestantesimo, il Cristianesimo, i Cugini di Campagna e tantissimi altri maghi esperti nello scavare nelle deboli coscienze umane imponendo filosofie di Paura e di Potere, ricorrendo alle più impensabili forme di schiavitù del pensiero per primeggiare e godere sul capitale Universale rappresentato dal “Dio soldo, la Natura da sfruttare e l’Uomo da schiavizzare”.

Gli esempi più prossimi ai nostri occhi, possiamo confrontarli senza affanno sul nostro Paese Italia, profondamente malata come conseguenza di una Politica formulata sulla corruzione da mantenere e difendere, dove i furti, gli imbrogli e le speculazioni rappresentano un sistema tradizionale apparentemente impossibile da correggere.

Il marciume Politico diffuso senza possibilità di guarigione, ne arrestano uno al giorno fra quelli maggiormente esposti nonostante la ferrea censura, dove non riesce a contenere le esplosioni scandalistiche che danneggiano la Nazione.

Stato, Regioni, Province, Comuni e persino nella Chiesa, ognuno fa i propri interessi, nonostante il grido di sofferenza Nazionale che tende ad affossare sempre più il Paese.

Questo nostro piccolo angolo di mondo, con scandalosi esempi da parte della ueto nostro piccoloQRegione Lombardia, Governata dai Santi di Comunione e Liberazione, i quali presi con le mani nel sacco, non mollano il bottino neanche prendendoli a calci, la parola comune, che fa eco nel tempo: “Non me ne vado, distruggerò l’intero Paese, ma non mi dimetto. Distruggerò se necessario anche la Chiesa, demolendo tutte le Statue, ma non mi dimetto. Non sono mica scemo, si sta così bene quassù”.

La parola d’ordine diffusa fra gli ambienti imprenditoriali è di affondare il Paese compreso l’Impero Vaticano, per ricostruire una Nazione libera come esempio per un Mondo Nuovo, fondato sugli insegnamenti di rispetto e di fratellanza diffusi attraverso i millenni dai grandi maestri vissuti nelle svariate civiltà primitive, con l’invito a proseguire nel disegno dell’Etica, dell’Onestà, dell’Onore e dell’Amore.

Molte Organizzazioni di supporto alla Regione Lombardia, amministrate da facce da prete senza coscienza, con il sorriso canzonatorio stampato sul viso per dimostrare sicurezza ed onestà.

I miei continui richiami vecchi di venti anni senza esiti da parte dei responsabili. Ci sono voluti cinque Assessori regionali arrestati e tredici consiglieri indagati per innescare il probabile crollo finale del sistema di potere “Regione Lombardia”. Un ragnatela di apparati orwelliani, dove politici e imprenditori, pubblico e privato, finanza e sanità, banche e speculatori immobiliari (IACP/ALER), volti vergini e i più indesiderati giocano una incredibile partita a Monopoly sulle nostre vite. Un congegno che ha il nome e la firma di una lobby confessionale di Comunione e Liberazione, che detiene l’assoluto controllo del destino di una delle maggiori metropoli europee. Ma che può anche miseramente incepparsi con un granello di sabbia e rovesciare tutte le Credenze filosofiche che imperano sul Paese. (L’indipendenza del 14/10/2012).

In alcuni Paesi Orientali, come soluzione di salvezza ad eliminare le mele marce, hanno già iniziato a decapitare il male generato da teste stravolte da filosofie sacre e profane collegate a sistemi diffusi di interessi personali, i quali fanno uso del nome di Dio, di Gesù e dei Santi per crearsi l’Impero Universale e continuare a  soggiogare il mondo.

Nel nostro Paese stravolto dalla Politica e dai Santi protettori del male, guidato da Professori e da Atei in nulla credenti, hanno scelto la via della disinformazione per confondere le anime indecise, incapaci di un proprio sentimento ragionato, le quali involontariamente contribuiscono a peggiorare la situazione del Paese.

Certamente non si può fare a meno nel riconoscere nella persona del Presidente Mario Monti, la serietà di immagine di un uomo che non ha pari nel contesto dei nostri rappresentanti Politici, ma si contestano i metodi di intervento anti sociali in appoggio alla continuazione del marciume che sta degenerando maggiormente la Nazione.

Concludo con una domanda che si perde nelle infinite promesse di cambiamento da parte della  Lega Nord associata al ventennale Governo Berlusconi, forse erano dirette al Nord Africa dove sono avvenuti i cambiamenti?  

Anthony Ceresa.