[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

PER LA PACE E LA RIPRESA DELLO STVALE



PER LA PACE E LA RIPRESA DELLO STIVALE.

Il continuo logorio della nostra Politica disfattista, necessita di una rivoluzione sistematica del sistema, un radicale cambiamento necessario per la pace e la ripresa interna del piccolo mondo nostrano ed equiparare i Politici alle stesse Leggi applicate ai cittadini.

Nel linguaggio Politico Italiano il vocabolo (equiparare) viene intrapreso come parare il fondo schiena con varie furbizie, ma nella lingua Etica del mondo degli onesti assume il significato di (equalize), rendere uguale.

Nel nostro paese è tutto un caffélatte, iniziando dai Tribunali con i pastai della giustizia dalle ricette insipide, dove per rafforzare ogni equivoco nelle Aule di Giustizia, (LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI), evidenziate in caratteri cubitali con le tantissime eccezioni, che colpiscono o perdonano provocando il regno infinito delle incertezze della Legge, dove il significato assume un valore polivalente, destinato al povero Sig. Tutti Barabba senza adeguata difesa, oppure inteso per tutti nel senso generale, ossia anche per i Politici e gli uomini di Potere, quelli marchiati con le natiche d’oro, i quali si presentano nelle aule dei tribunali seguiti da tanti Avvocati di primissimo piano, aventi il potere di richiamare il Giudice ai suoi doveri in difesa della Casta e trascinare le accuse sino al decadimento, alla prescrizione.

Se facciamo caso sono sempre gli stessi, i quali nonostante la censura che soffoca le loro continue malefatte, ogni tanto il vaso trabocca e non riesce a contenere il silenzio sui continui scandali e corruzioni che in un Paese civile, avrebbero dovuto immobilizzare all’istante ogni ulteriore libertà di azione del peccatore o criminale di alto bordo ai danni della Nazione.

Non possono essere cacciati, il loro auto-regolamento non lo permette, si possono dimettere se lo desiderano e capita molto raramente, mentre il comune mortale può essere messo alla porta semplicemente per antipatia.

Da questa realtà come è possibile progredire? Confondendo le bellissime Opere d’Arte: Pitture, Sculture e Letterature che incoronano i meriti dei nostri grandi uomini del passato, mentre l’astrattismo contemporaneo, molto peggio il presente senza valori, sia Politici sia Spirituali, che si sostengono a vicenda, isolandoci dal progresso sociale e dal mondo civile?

In Italia manca la Giustizia, ma oltre alla Giustizia manca il rispetto dall’alto verso il basso, verso il prossimo, verso il cittadino, manca soprattutto lo spirito di coscienza che si perde nei concetti individuali e autoritari di parte senza sazietà economica.

E’ dimostrato che rimunerare bene i Politici in modo che non percepiscono la crisi, non ferma l’ingordigia corruttiva Istituzionale, mentre le fabbriche chiudono, la disoccupazione in aumento, i Banchieri assaltato il Paese distruggendo ogni cosa, senza la capacità di risolvere i problemi Nazionali, ma ciò che rende ancor più triste è suffragato dal rifiuto di qualsiasi aiuto tecnico esterno.

La nave Concordia semi affondata all’Isola del Giglio è sempre la a rappresentare il monumento all’inchino, l’Ilva di Taranto non preoccupa più di tanto mentre la gente continua a morire, l’Alcoa in Sardegna e per tantissime altre Industrie di rispetto non si intravedono soluzioni, il Paese sta marcendo sotto l’incapacità dell’Autorità insediata prepotentemente senza miglioramenti e senza speranze future.

La presentazione di progetti atti al risparmio della produzione Energetica con sostanziali cifre di merito, cinquanta miliardi di risparmi all’anno, non scompongono i Banchieri impietriti su progetti che comprovano ideologie vecchie senza alcun valore Economico.

Anche la Chiesa ha le sue responsabilità seguendo i propri interessi, invitando a risolve le sofferenze delle Comunità inflitte dai tiranni, con semplicistiche filosofie sostenute da millenni, non fate del male a Caino, esortando alla sopportazione, all’umiltà e alla preghiera, soffocando e umiliando le principali funzioni di Pace e Serenità fra i Cittadini, rappresentate indiscutibilmente dalla Giustizia, dal Diritto e dalla Ragione, apparentemente in supporto dello sviluppo del crimine Politico per il trionfo del male, sporcando sempre più la Società e l’Unione fra i Popoli.

La storia che è la nostra più valida maestra, ci insegna che per migliorare bisognerebbe eliminare le mele marce prima che infettano le masse, creare una Black List dei politici e dei loro sostenitori indegni di presentarsi alle elezioni per rappresentare il paese.

Molti componenti di Partiti defunti qualche decennio fa, inseriti nella Black List, tentano la rimonta in auge per mettere in atto l’opera ingannatrice e distruttiva del Paese.

Trovo inutile tergiversare con continue parole da parte di disinformati, per riversare sull’elettorato la colpa nelle scelte di persone facenti parte di una lista pre-confezionata per eleggere Satana, Lucifero o il Diavolo, che sono esattamente la stessa cosa, i quali alimentano il medesimo fuoco Politico, assecondato dalla corruzione dilagante compiuta da centinaia di migliaia di Consulenti, Consiglieri e Organizzazioni esterne di appoggio, le quali sono null’altro che mangia franchi in una struttura Politico piramidale ai danni della Nazione.

Pardon, nel mucchio qualcuno si salva, ma è obbligato a seguire le imposizioni pre-confezionale dalle Politiche di interessi di parte dei Partiti, altrimenti verrebbe trasferito all’obitorio: in Italia con un caffè all’arsenico o una esplosione, in America con un incidente d’auto, in Russia con una tisana o una pastiglia che provoca il mal di cuore.

Costituendo un Ente di controllo gestito dal basso, verrebbero a galla montagne di malefatte con la possibilità di depurare il male molto prima del compiersi.

Non mi raccontate la storiella del prepotente etichettato per l’agnello saggio, il quale non se ne accorge che è circondato da delinquenti che operano liberamente senza rendere conto, sostenendo di avere mani e coscienza pulita e non intende mollare la poltrona che si è creato al trentatreesimo piano a misura del fondo schiena come un reuccio sopportato dallo Spirito Santo gestito dall’Impero Universale insediato a Roma.

L’ideale sarebbe di costituire Governi che rappresentano la volontà del popolo, seguendo programmi suggeriti dai cittadini attraverso un ponte di contatto continuo fra l’Autorità preposta e i cittadini con sistemi referendari, ma forse entriamo in un mondo di utopie Marziane troppo Democratiche non ancora mature per il nostro Paese ancora affetto da patologie Fasciste, Comuniste o Democratiche Cristiane.

Cancellare le centinaia di partiti politici coadiuvati da centinaia di migliaia di araffoni, e riflettere le necessità del popolo, sembra essere una cosa fuori dal normale, mentre è molto meglio imbrogliare, corrompere, speculare, ai danni del Paese che sta affogando.

Fra pochi giorni assisteremo alle elezioni dello Stato più potente della terra, gli (Stati Uniti D’America), in tutto tre Partiti che si giocano il destino della Nazione e del mondo, mentre il nostro Paese non più grande di una ciambella, possiamo contare una cinquantina di Partiti, tutti allineati con i medesimi programmi costituiti essenzialmente nell’occupare le Poltrone e rifocillarsi oltre misura ai danni dei lavoratori.

Tanti fatti che il Governo finge di non sapere, ma il marcio della Politica Italiana è incontenibile, rubano le Pensioni ai vivi, le Quattordicesime ai poveri, rubano le Case già pagate e tante cose ancora, ma distribuiscono medaglie d’oro ai morti, forse per coprire l’inefficienza del servizio d’ordine. Questi crimini non arrivano a ciel sereno, sicuramente seguono denunce trascurate da persone in divisa molto stanche o incapaci.

Bisognerebbe costituire un tribunale speciale formato da un Presidente e da una cinquantina di Giurati scelti fra il popolo, per condannare l’operato dei Governi dello Stato, delle Regioni, Province, Comuni e di tutte le Organizzazioni esterne di supporto, alla fine di ogni legislatura e se necessario confiscare i bottini racimolati illegalmente.

E’ ora di cambiare aria, altrimenti molto presto ci troveremo in coda al terzo mondo.

Non mi pare che l’esecutivo presieduto dal Premier Mario Monti, abbia preteso i danni causati dai precedenti Governi i quali hanno distrutto il Paese, e se mi permettete  l’onestà della critica verso un Premier che va a mendicare finanziamenti in giro per il mondo per coprire i debiti del Paese che non riguardano i cittadini, ma esclusivamente l’operato Politico di uomini senza anima che hanno fatto dell’Italia terra bruciata.

Anthony Ceresa.