[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

IL PREMIO................



IL PREMIO PIU AMBITO E’ ITALIANO.

Ogni Nazione di questo nostro povero mondo ha i suoi meriti o demeriti in ambito delinquenziale a tutti i livelli, soggetti al controllo e punizioni delle Leggi applicate secondo le interpretazioni degli interessi Politici del momento, oppure un po’ più su: assoggettati ad ambiti premi tra i quali il Nobel ed altri riconoscimenti per servizi resi alla Comunità, con promozioni, concessioni, libertà d’azione, anche quelle libertà destinate agli intoccabili, dove la legge spesso vacilla.

 

Anche il nostro Paese ha un ambito riconoscimento denominato “Il Premio del Potere” superiore al Nobel, che alcuni ottengono su basi giornaliere o mensili, ed è destinato esclusivamente ai Politici, alla Giustizia, ai rappresentanti della Chiesa ed agli autori manovraratori della disinformazione Mediatica di Partito.

Per punire la volpe “Berlusconi” hanno impiegato quarant’anni, escogitando un’accusa virtuale come uomo tendenzialmente portato a delinquere. Naturalmente non era da solo, ma circondato da una tribù di galantuomini appartenenti alle varie Caste Politiche, le quali per ragioni di interessi personali lo hanno sopportato, aiutato e magari anche sfruttato sino alla fine e poi gettato nella pattumiera.

Mi domando e in tanti si domandano, perché solo lui, quando in ambito Politico, Giuridico ed Ecclesiastico, abbiamo avuto individui peggiori e mai sfiorati dalla Giustizia, non una sola volpe, ma una lunga lista di sciacalli i quali indisturbati per decenni hanno consumato le risorse Nazionali creando un debito pubblico impossibile a onorare.

Per anni ci hanno convinti che il punto di arrivo per un reale equilibrio dell’umanità sarebbe stata la Democrazia, come risorsa infallibile imperniata sulla Scienza Matematica Sociale, dove ogni essere si equivale, dove ogni uomo ha il diritto alla parola, il diritto di dignità, i diritti umani.

Ebbene, da come possiamo constatare nel nostro Paese, siamo in piena Democrazia Demenziale e non notiamo alcuna differenza con il passato Regime istituito dai Gerarchi Fascisti, i medesimi Facsimile di Gerarchi che ci ritroviamo con l’attuale Totalitarismo selvaggio applicato dal più forte, incoronato con “il Premio del Potere” il quale pensa di inginocchiare l’Italia con i manganelli e con i carri armati pronti con i motori accesi.

Neanche i rappresentanti della Spiritualità Divina sulla terra, si sono mai pronunciati contro le grandi porcate della Politica e della Giustizia, convincendo l’essere che nasciamo dal peccato e dalla sofferenza, e che Dio è continuamente fra noi a proteggerci, magari impersonato dal “soldo” che maneggiamo senza libertà, sopraffatti da obblighi di interessi superiori, in cambio del nostro sudore, delle sofferenze, delle Ingiustizie, delle speculazioni, imposte dal Potere ingiusto dal quale dipendiamo e siamo doverosamente obbligati ad accettare secondo gli insegnamenti di quello spirito dettato dalla Fede che rafforza il male con la sopportazione dell’incoscienza altrui, sugli interessi accecati dall’egoismo e da una Giustizia di riflessione del Potere temporaneo, avanzando l’illusione di un mondo migliore soltanto nell’aldilà, ma non in questo mondo e tanto meno da vivi.

Niente di più falso, molti secoli prima dell’evento del Messia, alcuni popoli vivevano in pace con il detto “non fare agli altri quello che non gradisci gli altri facciano a te”. L’amore e il senso di fratellanza era già evoluto in varie parti del mondo dove non esistevano lotte di proselitismo per la conquista delle anime. La scoperta dell’America fu in campo di morte per questi popoli di pace di origine Asiatica i quali furono decimati dagli invasori.

Da decenni ho denunciato allo Stato, ai Partiti, alla Giustizia, alla Chiesa, ai Professori, il più grande furto di tutti i tempi ad opera del Governo Italiano, più esattamente dalla ben ramificata DC che ha cambiato nome e faccia più volte, distribuendo i Santini e mantenendo quell’atteggiamento da Prete astuto e sorridente ma internamente selvaggio disposto a tutto, che nessuno Politico osa contrapporre per non perdere i propri privilegi.

Questa storia ha fatto il giro del mondo ed ha inginocchiato il nostro Paese e le nostre tendenziali e false filosofie di Fede, avviando lo stivale sulla meritata ed indiscussa via del baratro, altroché ripresa: siamo in vertiginosa decadenza Sociale.

Basti pensare che per raggirare il popolo bue in un momento di profonda crisi di Civiltà del nostro Paese, anziché occuparsi di sistemare a dovere lo spirito del male molto diffuso a livello Istituzionale Nazionale, hanno inscenato l’insostenibilità del Paese con i vari Regimi Politici sempre in lotta per “Ignoranza Politica e la corsa sfrenata ad arraffare”, sostituendoli con una manciata di Professori del sapere come si fa a defecare, portandoci indietro nei tempi verso il disastro economico, senza intervenire sul marciume avanzato e mal odorante in schiacciante evidenza.

Molti cittadini completamente digiuni in Politica e creduloni dei vocaboli astratti usati dai venditori di fumo, le solite filosofiche fondate sulla “fiducia, speranza e futuro”, dove le capre pur continuando a lamentarsi della situazione che giorno dopo giorno ci vede sempre più poveri e confusi, non riescono ad allontanarsi dal tradizionale sistema di eleggere i rappresentanti per simpatia e non per capacità, i quali per tanti anni, hanno soggiogato le masse di stolti, prendendo per i fondelli la Nazione intera.

Per continuare nel loro gioco improntato nel generare confusione, tentano di indurre gli Italiani a sottrarsi al voto, “invitandoli a non votare” per creare le ammucchiate Politiche, in modo da continuare a Governare con il medesimo sistema Italiano con Governi che durano non più di un anno.

Se miriamo ad un reale cambiamento, bisogna interagire sulle possibilità dettate dalla Costituzione, la quale indica: il solo modo per spaccare il sistema, andando tutti a votare per rovesciare completamente la situazione attuale, anche se per il momento non permette di intravedere soluzioni certe.

Uno spiraglio ci viene offerto dall’unico partito nato dalla comicità che rallegra lo spirito e promette sogni di reale cambiamento, soprattutto non facente parte della cassetta delle mele marce, il “Movimento Cinque Stelle”, il solo che promette di liberare le poltrone incollate al fondo schiena di individui avidi e promotori di interessi personali, finché morte non li separi.

La figlia del Grillo pizzicata con un grammo di cocaina non costituisce reato, sempre ammettendo che la bustina non sia stata inserita da anime mercenarie per frenare l’avanzata dei moschettieri del cambiamento.

Un ulteriore consiglio, non  fidatevi dei vecchi Partiti ricostituiti con nuovi nomi studiati per garantirsi un ritorno al Potere tradizionale che gli ha arricchiti sulle nostre spalle.

Lo specchio dei misfatti sotto al Regime dei Professori: il Debito Pubblico continua a salire - le Ditte continuano a chiudere - i disoccupati continuano a crescere - il costo della vita continua a creare danni risentiti maggiormente dalle classi più deboli, mentre i grandi speculatori Istituzionalizzati continuano a farla franca - La Mafia dello Stato e della Politica di sconcerto attuata e supportata da tutti i Partiti, continua a rifocillarsi sul sudore e le sofferenze delle famiglie, sui lavoratori, sui pensionati, sugli ammalati.

Un operaio specializzato porta a casa 1400 Euro al mese, che dovrà spendere per l’affitto di casa, luce, gas e telefono, mentre un ciarlatano nulla facente a libro paga della Politica ne porta a casa da 10 a 50 volte di più.

 

Pensionati che non arrivano al quindici del mese ed altri con pensioni d’oro immeritate.

Un numero impressionante di Ong che maneggiano miliardi che finiscono all’estero.

Politici e servitori Pubblici con rimunerazioni equivalenti a tanti Premi Nobel giornalieri.

La lista delle porcate protette e mantenute dalla Politica, Giustizia e Spiritualità ci trasporta verso un mondo di depravazione Istituzionalizzata.

Ormai è chiaro, Professori e Partiti Politici si sostengono a vicenda come Cencio e Gamba Storta, si criticano, si insultano,  ma continuano a sopportarsi a vicenda per sostenere il sistema che fa scuola alla nuova Civiltà di Corruzione Nazionale.

Il solo modo per fermare tutto ciò è di votare compatti verso l’unico partito capace di fermarli per sempre e dirigere il Paese verso una equa rivalutazione delle nostre risorse Nazionali.

Anthony Ceresa.