[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Economia] I: [stop-ttip] REFERENDUM TRIVELLE "SIAMO A SOSTEGNO DEI SINDACI CONTRO IL BAVAGLIO"



 

 

Ecco spiegato il motivo per cui molte persone sono all’oscuro del referendum del 17 aprile. Una ragione in più per fare propaganda. Mettiamocela tutta. In zona 8 a Milano, appena abbiamo la sala ci troveremo per costituire il comitato. Aprendo il link “ vedi le adesioni”  , potete aderire e trovare  del materiale da diffondere.

amalia

 

Da: stop-ttip at googlegroups.com [mailto:stop-ttip at googlegroups.com] Per conto di Monica Pepe
Inviato: sabato 12 marzo 2016 15:54
A: Dirittocittaroma at inventati.org; cinecittabenecomune at googlegroups.com; sm-roma at inventati.org; stop-ttip at googlegroups.com
Oggetto: [stop-ttip] REFERENDUM TRIVELLE "SIAMO A SOSTEGNO DEI SINDACI CONTRO IL BAVAGLIO"

 

I SINDACI SI TOLGONO IL BAVAGLIO E PARLANO
DEL REFERENDUM DEL 17 APRILE SULLE TRIVELLE

IL COMITATO REFERENDARIO DELLA SOCIETA' CIVILE SOSTIENE A GRAN VOCE I SINDACI E IL DIRITTO DEI CITTADINI A ESSERE INFORMATI

 

Comunicato Stampa
Roma, 12 marzo 2016

 

Una circolare del Ministero dell'Interno, in merito al Referendum di domenica 17 aprile in cui i cittadini italiani saranno chiamati al voto per il "referendum sulle trivellazioni" entro le 12 miglia dalla costa, ha disposto il divieto “a tutte le Amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni” ai sensi dell’art. 9 della legge del 22 febbraio 2000, n. 28.

http://www.interno.gov.it/it/notizie/verso-referendum-17-aprile-2016


Non la pensano così i Sindaci di moltissimi Comuni italiani, dalle Marche alla Sicilia, in tutta la fascia costiera interessata dal Referendum che ribadiscono di aver già espresso in passato la propria contrarietà alle trivellazioni.

Centinaia di primi cittadini che sono pronti a togliersi la fascia se non verranno rispettate le prerogative democratiche della loro funzione istituzionale.

Il Comitato Referendum 17 aprile 2016 "Vota SI per fermare le Trivelle" che rappresenta la società civile a favore della consultazione referendaria, esprime tutta la propria solidarietà ai Sindaci che intendono garantire il diritto dei cittadini e delle cittadini italiani di essere informati sulle conseguenze ambientali delle estrazioni di combustibili fossili nei nostri mari entro le 12 miglia.

"Chiediamo al Ministero degli Interni di permettere ai Sindaci e alle amministrazioni di permettere di fare liberamente campagna referendaria perchè questo referendum li vede protagonisti nella difesa dei loro territori e dei cittadini che rappresentano" afferma in una nota il Comitato del Referendum della società civile.

Tutte le associazioni, i comitati e le forze produttive che aderiscono al Comitato Referendum 17 aprile 2016 "Vota SI per fermare le Trivelle" sostengono con forza la volontà delle istituzioni che più di ogni altre ha un contatto diretto con i propri cittadini affinché la Campagna referendaria diventi l’occasione per mettere al centro del dibattito pubblico le scelte energetiche strategiche che dovrà fare il nostro Paese, per un’economia innovativa che metta al primo posto il rispetto delle risorse naturali e la salute dei cittadini.


VEDI LE ADESIONI Comitato nazionale delle Associazioni
Referendum 17 aprile 2016

 

Ufficio stampa
Monica Pepe, cell. 340 8071544
Comitato nazionale delle Associazioni
www.fermaletrivelle.it
Referendum 17 aprile 2016
"Vota SI per fermare le Trivelle"

facebook.com/fermaletrivelle/ https://twitter.com/fermaletrivelle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Stop TTIP" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a stop-ttip+unsubscribe at googlegroups.com.
Per postare in questo gruppo, invia un'email a stop-ttip at googlegroups.com.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.