[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [Economia] Dossier "I padroni della notizia"



La legge che garantisce la protezione e l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati è finalmente diventata realtà e l’Italia può dirsi orgogliosa di essere il primo paese in Europa a dotarsi di un sistema organico che considera i bambini prima di tutto bambini, a prescindere dal loro status di migranti o rifugiati. Dopo oltre tre anni di stallo, il DDL fortemente voluto da Save the Children, nato dall’esperienza diretta sul campo al fianco dei minori migranti e sostenuto da tutte le più autorevoli organizzazioni di tutela dei diritti, è stato approvato grazie all’ampio consenso ricevuto in Parlamento da forze politiche di maggioranza e opposizione. Nel 2016 più di 25.800 minori, tra cui anche bambini con MENO DI DIECI ANNI DI ETA’, sono arrivati in Italia via mare soli, senza genitori o figure adulte di riferimento al loro fianco, più del doppio rispetto al 2015 quando erano 12.360. Dall’inizio dell’anno, secondo le stime di Save the Children, sono giunti oltre 3.360 minori, di cui almeno 3.000 non accompagnati. Alle loro spalle hanno viaggi spesso drammatici, nel corso dei quali in molti purtroppo hanno perso la vita, e anche una volta giunti in Italia sono costretti a vivere in condizioni di grande vulnerabilità, esposti all’alto rischio di subire abusi e violenze e di finire nelle maglie di sfruttatori senza scrupoli. Leghisti e razzisti hanno protestato vivamente contro questa legge, dimenticando i principi fondamentali dell’umana pietà.  Persino le bestie proteggono i cuccioli. Proteggere i bambini è un istinto fondamentale dell’uomo, ma chi rifiuta la protezione dei bambini viene meno a ogni dignità umana, si comporta peggio delle bestie peggiori.

Ricorda che solo per un puro caso sei nato in un paese relativamente civile, dove non ci sono guerre, dove la gente non muore per fame e ce, se la sorte ti fosse stata avversa, quei bambini potrebbero essere i TUOI bambini.


http://www.ilgiornale.it/sites/default/files/foto/2016/05/30/1464636489-ansa-20160530200340-19305316.jpg


Il giorno 31 marzo 2017 07:54, Viviana Vivarelli <economia at peacelink.it> ha scritto:
Pensate solo a questo: Tiscali è l’editore de L’Unità – il quotidiano del principale partito ‘di sx’ del Paese, il Pd – che risulta pertanto a un solo grado di separazione da Milano Finanza e Capital (attraverso Uckmar); e a due gradi di separazione (lo stesso Uckmar e Carfagna), dalla Mediolanum di Berlusconi.
Corsera, Fiat, Pirelli, Telecom Italia, Mediobanca, Intesa ecc. sono tutti gruppi di potere collegati fra loro. Grande finanza, banche, assicurazioni, telecomunicazioni, cementifici, acciaierie, pneumatici, immobili, moda, elettrodomestici: non c’è praticamente nessun settore del made in Italy che non possa dire la sua sui contenuti e sulla posizione della stampa. E si finge di non vederlo? Ma andiamo….! Ma che informazione libera può venire da costoro??? Le notizie pubblicate saranno quelle che non infastidiscono nessuno. Cronaca nera, pettegolezzi politici e non, pochissimo approfondimento e quasi nessuna inchiesta, notizie dall’estero estremamente limitate, e solo quando non se ne può fare a meno.

viviana vivarelli

Il giorno 30 marzo 2017 22:30, amalia.navoni <amalia.navoni at fastwebnet.it> ha scritto:

 

Vi giro il link dell’ interessante dossier sulla proprietà dei maggiori quotidiani nazionali, messo a punto dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo.

Cari saluti

Amalia

PS: per chi non lo sapesse il coordinatore del CNMS è Francesco Gesualdi, ex alunno adottato da don Milani che lo chiamava “Francuccio”

 

Da: Gesualdi Francesco [mailto:coord at cnms.it]
Inviato: mercoledì 29 marzo 2017 16:06
A: destinatari nascosti:
Oggetto: Dossier "I padroni della notizia"

 

Segnalo il dossier  "I padroni della notizia", viaggio nella proprietà dei maggiori quotidiani nazionali. Il dossier, messo a punto dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo, descrive chi controlla l'informazione e fa  capire come potere economico, potere mediatico e potere politico convergano, purtroppo, nelle mani di poche famiglie. Il dossier è scaricabile al link  http://www.cnms.it/attachments/article/178/CNMS-dossier-quotidiani.pdf

Grazie per la diffusione.
Un cordiale saluto
Francesco Gesualdi

-- 
Centro Nuovo Modello di Sviluppo
Via della Barra 32
56019 VECCHIANO (PIsa)
Italy
tel. 050826354
fax 050827165
e-mail: coord at cnms.it
web: www.cnms.it


Lista Economia
Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:
http://www.peacelink.it/mailing_admin.html



Lista Economia
Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:
http://www.peacelink.it/mailing_admin.html