[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: L'Assessore per la Solidarietà Internazionale di Trento in visita in Perù



 
----- Original Message -----
Sent: Thursday, February 24, 2005 7:42 PM
Subject: L'Assessore per la Solidarietà Internazionale in visita in Perù

L'Assessore per la Solidarietà Internazionale della Provincia Autonoma di Trento, in visita in Perù.

Prosegue la visita in Perù dell?assessore provinciale alla solidarietà internazionale Iva Berasi, che nei prossimi giorni incontrerà anche i rappresentanti del circolo trentino della capitale - assieme al consultore della Provincia per l?America latina Renato Albertini - nonchè il sindaco di Lima Castaneda, l?ambasciatore italiano Sergio Busetto. Sabato infine Berasi parteciperà alla cerimonia della posa della prima pietra della scuola di Manchay, oggetto di un protocollo d?intesa fra la municipalità di Lima e il Trentino. In questa occasione incontrerà anche alcuni ministri del governo peruviano. In questi giorni l?assessore Berasi ha preso visione di alcuni progetti di cooperazione allo sviluppo sostenuti dalla Provincia, e ha incontrato il vescovo vicario di Lima monsignor Adriano Tomasi, di origini trentine. Nei giorni scorsi il prelato ha mostrato all?assessore Berasi alcune attività sviluppate dalla diocesi con il contributo di numerosi donatori sparsi nel mondo e di numerosi volontari. Innanzitutto alcuni progetti realizzati a Huaycan, comune poco fuori Lima che fu, negli anni della guerra civile che insanguinò il Perù dal 1980 al 2000, uno dei centri del terrorismo. A Huaycan il vescovo, con il sostegno del comune, ha aperto una scuola in cui studiano novecento ragazzi, un centro di formazione professionale per infermiere, ed un piccolo ospedale. Inoltre, poco lontano, una sorta di fattoria modello con vari campi sperimentali (tre raccolti all?anno) e animali, ed un piccolo caseificio, realizzato anche grazie ad una donazione della Regione. Nel cuore della capitale, a due passi da uno dei cinque stadi di Lima, la delegazione trentina ha invece incontrato le suore della congregazione delle Adoratrici, che hanno sviluppato un progetto di accoglienza e recupero delle prostitute (molte con bambini).