[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Cuba: sanità ed energia (PL-Feb.06)



Da Prensa Latina - Febbraio 2006



Giunto in Bolivia un aereo cubano con gli aiuti
1.2 - L'aiuto di Cuba alle popolazioni colpite dalle torrenziali piogge è stato il primo ad arrivare, oggi, nella città orientale di Santa Cruz, meno di 48 ore dopo la richiesta di assistenza lanciata dal Presidente della Bolivia, Evo Morales. L'opportuna e rapida solidarietà cubana con i colpiti dai disastri, è arrivata con un aereo carico di 16.5 tonnellate di medicine, ha reso noto a Prensa Latina Yamila Llerena, funzionaria del Ministero della Salute di Cuba e responsabile dell'invio. Ha pure dichiarato che è motivo di grande soddisfazione l'essere portatrice dell'aiuto cubano per il fratello popolo della Bolivia e per il Presidente Morales.



Località cubana mantiene lo zero nella mortalità materno-infantile
1.2 - Cauto Cristo, un lontano villaggio dell'oriente di Cuba, mantiene lo zero negli indicatori di mortalità materno-infantile dallo scorso anno. Questi risultati sono possibili grazie al programma di attenzione primaria di salute esteso agli angoli più remoti della geografia cubana, precisa nella sua un quotidiano a diffusione nazionale. Dei 21.149 abitanti di Cauto Cristo, situato nella provincia di Granma – a circa 700 chilometri a est di La Habana - solo 3.000 vivono in zone urbane, mentre il resto risiede in abitazioni isolate. Cuba presenta uno dei tassi di mortalità infantile più bassi dell'America con 5.8 morti per ogni mille nati vivi. Nel caso specifico della provincia Granma, il dato è di 6.6 nel 2005. Per le sue caratteristiche, Cauto Cristo presenta comunità molto lontane e difficili da raggiungere. Nella diminuzione della mortalità materno-infantile ha influito la creazione di quattro case-ricovero che migliorano l'attenzione alle donne incinta.



Rivista scientifica degli Stati Uniti mette in evidenza il portale cubano della salute
2.2 - La prestigiosa rivista scientifica statunitense Journal of Medical Internet Research ha definito la Rete Telematica e il Portale della Salute di Cuba (Infomed) un modello da seguire per l'integrazione dell'informazione nella salute. Infomed, sostiene la pubblicazione, costituisce un esempio per il trattamento dell'informazione sui temi medici nei campi dell'assistenza, della ricerca, dell'educazione e dei servizi. Il sistema cubano di salute, sottolinea l'articolo della dottoressa in Scienze Ann C. Seror, dell'Università canadese di Laval, offre un modello che mostra come un portale nazionale di informazione della salute può contribuire alla prestazione di servizi come pure allo scambio internazionale di prodotti e di servizi nella salute.



Arrivati i medici cubani solidali con la Bolivia
2.2 – Un contingente di 140 medici cubani è arrivato oggi a Santa Cruz, città dell'oriente boliviano, per aiutare la popolazione colpita da una violenta stagione di piogge, e sono stati ricevuti come prova del fatto che l'isola esporta vita e solidarietà. Il contingente è arrivato con un aereo del paese caraibico, con l'ambasciatore di Cuba in Bolivia, Luis Felipe Vázquez, ed è stato ricevuto dalla Viceministro delle Relazioni Estere, María Luisa Ramos, e dal consigliere comunale di Santa Cruz Oswaldo Peredo, del Movimento al Socialismo (MAS), al Governo. Peredo, fratello minore dei leggendari guerriglieri Inti e Coco, che hanno combattuto insieme a Ernesto Che Guevara, ha manifestato la sua gratitudine per la solidarietà cubana, nella sua qualità di "bolivariano e guevarista". Dando il benvenuto a coloro che ha chiamato fratelli, amici e compagni cubani, ha indicato che il gesto dell'isola conferma che Cuba è storicamente un pioniere nell'esportazione di vita, a differenza di potenze che esportano morte, armi e distruzione.



Sarà utilizzato un biolarvicida cubano contro il dengue a Río de Janeiro
2.2 - Il biolarvicida cubano Bactivec, di provata efficacia per combattere il dengue, sarà utilizzato da lunedì contro focolai della malattia a Río de Janeiro, è stato annunciato ufficialmente oggi. Il segretario statale della Salute, Gilson Cantarino, ha dato l'annuncio in una riunione con i segretari del settore di tutti i municipi di questo stato brasiliano, e ha affermato che i focolai sono limitati alle zone di Jacarepaguá e Barra de Tijuca, nella parte ovest della città. Ha spiegato che il prodotto cubano non richiede nessuna attenzione speciale di sicurezza per la sua applicazione, che viene realizzata con un contagocce e non presenta rischi per la popolazione.



Avanza il programma energetico a Cuba
3.2 - Il Ministro cubano dell'Industria di Base, Yadira García, ha visitato vari lavori che sono stati messi in opera a La Habana per sostenere il programma energetico del paese, e ha elogiato il comportamento di coloro che lavorano negli stessi. Durante una visita attraverso i municipi della capitale, di San Nicolás de Bari, Nueva Paz, Madruga e Santa Cruz del Norte, la García ha manifestato la sua soddisfazione per la qualità delle batterie dei gruppi elettrogeni installati in queste località. Il Ministro ha sottolineato la responsabilità con cui viene affrontato oggi ognuno dei compiti che aiuteranno il territorio a completare il suo impegno di fornire al Sistema Energetico Nazionale 280 MegaWatts, secondo un articolo pubblicato oggi dal quotidiano Granma.

Cuba prevede un maggior utilizzo dell'energia eolica
6.2 - Nella costa nord di Cuba, dalla provincia centrale di Villa Clara fino a quella orientale di Holguín, nella provincia di Pinar del Río e nell'Isola della Gioventù, si stanno effettuando studi per determinare in quali regioni cubane vi siano migliori condizioni per la creazione di energia eolica. Una televisione locale ha informato che l'utilizzo della forza del vento per generare energia elettrica, in sostituzione degli idrocarburi fossili, è tra gli obiettivi prioritari all'interno del modello di sviluppo cubano. Questo proposito acquista maggiore importanza in un anno in cui il paese è impegnato in maniera speciale e con misure molto concrete nel risparmio e nell'uso razionale dell'energia, in ciò che è stata chiamata rivoluzione energetica, che coinvolge settori economici e sociali.



Arrivato in Bolivia il secondo contingente di medici cubani
7.2 – A Santa Cruz, Bolivia, il ricordo del Comandante Ernesto Che Guevara era oggi presente alla cerimonia di benvenuto al secondo contingente di 150 medici cubani giunti in Bolivia per assistere le persone colpite dai disastri causati dalle piogge. Il ricordo del leggendario rivoluzionario è stato evocato dal consigliere comunale del partito al Governo Movimento al Socialismo (MAS), Osvaldo Chato Peredo, e dall'Ambasciatore di Cuba, Luis Felipe Vázquez. I due hanno tenuto un breve discorso per salutare l'arrivo del nuovo gruppo in questa città dell'oriente boliviano, che si aggiunge ai 140 medici giunti la settimana scorsa e dislocati in 47 comunità in tutto il dipartimento (provincia) di Santa Cruz.

Laboratorio antidoping cubano ha effettuato oltre 7.000 esami
14.2 - Il Laboratorio Antidoping de La Habana ha effettuato oltre 7.000 mille esami nei suoi cinque anni di esistenza e circa 20 programmi di ricerca di portata internazionale, ha rivelato oggi la pubblicazione sportiva 'Jit'. L'Organizzazione Nazionale di Accreditamento (ONARC) gli ha concesso il certificato di Laboratorio Accreditato di Analisi, necessario affinché l'Agenzia Mondiale Antidoping rinnovi l'accredito del laboratorio, condizione mai persa. Il dottor Mario Granda, direttore dell'istituzione cubana, che ha la supervisione dell'Istituto di Medicina dello Sport, ha ricevuto l'avallo dalle mani di América Santos Rivera, Viceministro di Scienza, Tecnologia e Ambiente e presidentessa dell'ONARC.



Il Primo Ministro di San Vicente elogia l'Operazione Miracolo
14.2 - Il Primo Ministro di San Vicente y las Granadinas, Ralph Gonsalves, ha elogiato oggi a La Habana l'Operazione Miracolo, progetto cubano-venezuelano che sta restituendo la vista a persone di tutto il continente che hanno scarse risorse economiche. Questo piano non è estraneo alla presenza a Cuba di oltre 12.000 giovani del Terzo Mondo e degli stessi Stati Uniti, chi si stanno formando come medici alla Scuola Latinoamericana di Medicina. In dichiarazioni alla stampa, dopo essere arrivato nella capitale cubana, Gonsalves ha definito fantastico questo progetto e ha sottolineato il fatto che nel mondo non vi sia mai stata una cosa simile. Dal 21 luglio dell'anno scorso fino a oggi abbiamo inviato a Cuba 1.092 pazienti, mentre altri 670 attendono di usufruire dei benefici di questo programma, ha precisato.



Ministro boliviano sottolinea il lavoro dei medici cubani
14.2 - Il Ministro della Salute della Bolivia, Nila Heredia, ha oggi sottolineato il lavoro di circa 450 medici cubani che assistono le popolazioni colpite dalle forti piogge, che tendono a intensificarsi. La Heredia ha precisato che i professionisti cubani sviluppano un'attività altruistica in circa 150 villaggi dei dipartimenti (province) di La Paz, Santa Cruz, Beni, Potosí, Oruro e Cochabamba, dove portano avanti compiti di promozione e di prevenzione. L'Ambasciatore di Cuba in Bolivia, Luis Felipe Vázquez, dopo essersi coordinato con il Ministero della Salute della Bolivia, ha confermato a Prensa Latina che giungeranno nei prossimi giorni da Cuba altri 150 medici. Il nuovo gruppo, ha precisato, lavorerà negli altri tre dipartimenti della Bolivia, Pando, Chuquisaca e Tarija.



Arrivato in Bolivia il quarto contingente di medici cubani
15.2 - Un quarto gruppo di medici cubani è arrivato oggi a Santa Cruz, nell'oriente della Bolivia, per assistere le persone colpite da una forte stagione di piogge che tende ad aumentare quasi in tutto il paese. I 146 professionisti cubani del quarto contingente sono giunti su richiesta del Governo boliviano e sono stati ricevuti dalle autorità locali della Salute e dalla console cubana Miguelina Leyva. Poco dopo l'atterraggio nell'aeroporto di Santa Cruz, i medici si sono nuovamente imbarcati verso i dipartimenti (province) settentrionale di Pando e meridionali di Chuquisaca e Tarija.




Cuba prepara la campagna di vaccinazione antipoliomielite
18.2 - Il Ministero della Salute Pubblica di Cuba (MINSAP) ha annunciato oggi che il prossimo venerdì 24 inizierà nel paese una nuova campagna di vaccinazione antipoliomielite che permetterà di immunizzare centinaia di migliaia di bambini. Nella sua prima fase riceveranno per via orale le dosi circa 400.000 bambini di tre anni, e dal 7 al 13 aprile verrà data una seconda dose allo stesso gruppo di età, mentre verrà effettuato un richiamo a oltre 140.000 bambini di nove anni. Una nota diffusa oggi dal quotidiano Granma afferma che durante la nuova campagna sarà vaccinato contro la polio oltre mezzo milione di bambini. Il capo del Programma Nazionale di Vaccinazione, Miguel Galindo, ha spiegato che in questi decenni è stato applicato l'antigene contro la polio a oltre otto milioni di cubani, numero che comprende tutta la popolazione minore di 60 anni.



http://www.italia-cuba.it/informazione/prensalatina/archivio_PL.htm