[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

LATINOAMERICA - diritti umani in Colombia



Ancora tentativi di intimidazione e minacce di morte per Giuseppe De Marzo,
portavoce dell'associazione A Sud e collaboratore di Latinoamerica, e per
gli altri volontari impegnati in Colombia nella missione in difesa dei
diritti umani.

MISSIONE IN DIFESA DEI DIRITTI UMANI IN COLOMBIA

Con un comunicato indirizzato alle principali Organizzazioni sociali
colombiane, le forze paramilitari hanno minacciato di colpire tutti coloro
che nel Paese lottano per la difesa dei diritti umani.
Nel mirino del cosidetto "Movimiento Colombia libre", una sorta di
rinascita delle Autodefensa Unidas de Colombia, sono finiti le parti
sociali con cui  A Sud lavora da anni nella realizzazione di progetti in
difesa dei diritti delle popolazioni indigene e contadine, come la
Fundacion Hemera e il Collettivo degli Avvocati.
Anche i membri dell'Onic, l'Organizzazione nazionale degli indigeni
colombiani, sono stati minacciati di morte, proprio nel momento in cui
stanno guidando una Missione
Internazionale di Verifica della situazione dei popoli indigeni nelle
quattro zone più a rischio del Paese e nelle quali continuano a essere
giornalmente compiuti massacri. Alle missione partecipa anche Giuseppe De
Marzo dell'Associazione A Sud.

Malgrado le minacce, i membri della Onic, insieme ai delegati
internazionali, fanno sapere che porteranno a termine la missione.

Chiediamo,quindi, a tutte le forze sociali di solidarizzare con le
Organizzazioni colombiane minacciate.

Ci associamo all'invito della Corte internazionale dei giuristi nel
chiedere l'intervento della Corte penale internazionale.

Chiediamo a tutte le forze politiche, alla Comunità Internazionale e
all'Unione Europea di fare pressione sul Governo colombiano perché sia
evitato l'ennesimo massacro.

Di seguito la traduzione del comunicato del
"Movimiento Colombia Libre"

"Stiamo iniziando la nuova campagna di pulizia generale delle scorie che
pretendono ancora infiltrarsi tra i contadini colombiani.
La rivoluzione comunitaria  è già iniziata e non farà marcia indietro.
Abbiamo ricevuto precisi ordini dal nostro leader massimo eletto
democraticamente, il Dottor Alvaro Uribe Velez.
Da adesso questa missione prenderà il nome di "rivoluzione comunitaria 2019".
Stiamo avvertendo tutti gli inutili servi che si inginocchiano di fronte
all'insurgenza terroristica delle FARC e del ELN che sono nascosti in mezzo
a queste organizzazioni che dicono di lavorare per difendere i diritti
umani. Questa settimana sarà determinante per tutti voi, è finita la tregua
che vi abbiamo concesso affinchè abbandonaste tutti i territori liberi dal
comunismo. A partire da venerdì prossimo 22 settembre i nostri uomini
arriveranno alle vostre città a cercarvi sappiamo bene dove,
vi circonderemo, e non sarà facile per voi aggirarci perchè noi abbiamo
l'appoggio delle forze militari, della Polizia Nazionale,e degli organi dei
Servizi segreti dello Stato.
Continueremo a presenziare sulla scena politica e militare del nostro paese.
Abbiamo concluso il processo di ricostruzione delle antiche Autodefensas
Unidas de Colombia con l'appoggio della comunità
internazionale,dell'Organizzazione degli Stati Americani, degli Stati Uniti.
E così ciò che ci resta è iniziare questo nuovo cammino, dove il primo
obiettivo militare continuate ad essere voi bastardi e falsi difensori e
leaders.Il vostro regno è al termine  e i vostri paesi amici vedranno con
preoccupazione come li avete ingannati con falsi processi di
"accompagnamento" della popolazione civile mentre nello stesso tempo
finanziavate il terrorismo di estrema sinistra con l'aiuto dei fondi
internazionali.. è facile smascherarvi avvocatucci falsi, difensori di
niente e leadrs bastardi. Vedrete.. vi prenderemo tutti nella 19 con la 3,
nella 16 con la 7, nella 10 con la 13...sappiamo bene dove state.
Fino a quando continuerete a portare Colombiani all'estero con la scusa
dell'Accordo Internazionale del Rifugiato Politico?
Che dirà la comunità internazionale quando si renderà conto che è tutto
falso? Ammasso di bastardi che siete solo riusciti a diventare miliardari
alle spalle dei più poveri,
vi ruberemo tutti i soldi che voi avete rubato al paese.
Attenti avvocatucci..Non dimenticate... 22 settembre!!"



Per contatto telefonico con A Sud in Italia:
 3463501753

Per contatto con A Sud in Colombia:
 0057 3133206705

_______________________________________________

 Se vuoi CANCELLARTI dalla lista di LATINOAMERICA e non
 ricevere più messaggi, clicca sull' indirizzo...

 latinoamerica-unsubscribe at giannimina.it

 ...e invia il messaggio,
 oppure copia l'indirizzo su un nuovo messaggio e invialo;
 entro pochi secondi ti arriverà un e-mail che ti chiederà
 di confermare la richiesta di cancellazione.

 ________________________________________________

 Per comunicarci le vostre richieste, impressioni, commenti:
 (tranne la cancellazione dalla lista)
 si prega di NON FARE IL REPLY AUTOMATICO
 (non rispondere automaticamente al presente messaggio)
 ma di utilizzare i seguenti indirizzi:

 Direttore Editoriale - Gianni Minà - g.mina at giannimina.it
 Direttore Responsabile - Alessandra Riccio - a.riccio at giannimina.it
 Segreteria di Redazione - Marilena Giulianetti - m.giulianetti at giannimina.it
 Amministrazione - Loredana Macchietti - l.macchietti at giannimina.it
 Abbonamenti - abbonamenti at giannimina.it
 _______________________________________________
 Il sito internet  di LATINOAMERICA e tutti i sud del mondo:
 http://www.giannimina-latinoamerica.it
 _______________________________________________